come diventare pediatra: quando la passione per i bimbi diventa un mestiere

22/02/2017 12:07:13

L’amore per i bambini è sicuramente la motivazione più forte che può spingere una persona a specializzarsi nello studio della Medicina Pediatrica. Il pediatra è infatti una professione che richiede grandi doti empatiche come la gentilezza, la sensibilità e la capacità di saper scherzare e giocare con i piccoli pazienti che dovranno essere seguiti dalla nascita fino ai 14 anni circa, 16 se l’adolescente è portatore di handicap o è affetto da patologie croniche. Un’altra caratteristica necessaria per svolgere questo lavoro nel migliore dei modi sarà sicuramente anche l’attitudine a saper parlare con i genitori dei bambini e rassicurarli in ogni situazione, formulando diagnosi chiare e spiegando con calma tutte le cure necessarie e le modalità di somministrazione degli eventuali farmaci.

Il pediatra può svolgere la sua attività professionale all’interno di ospedali, centri di cure e centri per l’infanzia pubblici oppure scegliere di avviare la carriera di libero professionista aprendo un proprio studio ed erogare tutti i servizi in forma privata. Il pediatra di famiglia può anche operare all’interno di uno studio medico privato, convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale che dovrà essere aperto almeno per 5 giorni a settimana e gestito tramite appuntamenti. Il bambino sarà così seguito da questa importante figura di riferimento fino all’adolescenza.

Compiti del medico dell’infanzia
Il pediatra, durante la crescita del bambino, dovrà consigliare i genitori anche alla corretta educazione sanitaria, dall’alimentazione allo stile di vita in generale, e monitorare lo sviluppo psico-fisico e sensoriale del paziente. Potrà inoltre predisporre campagne di screening per individuare alcune malattie, prescrivere esami specifici, medicinali e consigliare visite specialistiche con altri colleghi, fare vaccinazioni, aggiornare la scheda sanitaria pediatrica individuale e compilare certificazioni.

Come si diventa pediatra?
Dopo aver conseguito un diploma di scuola superiore ci si dovrà innanzitutto iscrivere ad una Facoltà di Medicina e Chirurgia dove si avrà l’occasione di studiare le problematiche fisiologiche e patologiche dell’evoluzione del bambino, dalla nascita all’adolescenza. Al termine degli studi accademici si dovrà quindi prendere parte ad un tirocinio e sostenere un esame finale che darà diritto all’abilitazione professionale e all’iscrizione all’Albo dei Medici. Dopo aver superato con successo anche questi studi si dovrà infine continuare e seguire una specializzazione quinquennale frequentando la Scuola di Specializzazione in Pediatria Clinica che darà diritto a tutti gli effetti a svolgere il lavoro di pediatra.