chi è il meccatronico?

Sono molte le attività che gli specialisti meccatronici, siano periti, ingegneri o addetti, svolgono, a seconda del settore lavorativo in cui operano. Alcuni di loro progettano, sviluppano, mantengono e gestiscono sistemi di ingegneria ad alta tecnologia dedicati all'automazione di attività industriali. Altri applicano soluzioni meccatroniche e automatizzate ai prodotti finiti, dalle automobili agli elettrodomestici, fino alle protesi mediche. Un meccatronico conduce studi riguardanti la fattibilità, le implicazioni sui costi e i vantaggi in termini di prestazioni dei nuovi strumenti. Studia l'opportunità di automatizzare i compiti in cui l'uso del lavoro umano può essere pericoloso, come nel caso dell'esplorazione subacquea o dell'estrazione mineraria.

cosa fa un meccatronico?

Si tratta di una posizione professionale particolarmente impegnativa e poliedrica, riservata a persone che possiedono conoscenze e competenze specialistiche. Per avere un'idea di ciò che è richiesto ad un meccatronico, ecco quali sono le mansioni principali che deve essere in grado di ricoprire durante l'attività lavorativa quotidiana:

• avere le conoscenze tecniche necessarie a realizzare studi di fattibilità del progetto. L'impianto, o il dispositivo, può essere di nuova costruzione o già esistente. In quest'ultimo caso, deve ottimizzarlo con l'obiettivo di migliorarne le prestazioni.

• nel corso dell'analisi iniziale, essere in grado di compiere tutte le opportune misurazioni e la raccolta dei dati e delle informazioni per procedere all'effettiva realizzazione.

• eseguire il disegno tecnico, anche tramite l'utilizzo di appositi software CAD (Computer-Aided Design), e gli elaborati di preparazione, applicando i metodi di lavoro tipici dell'ingegneria meccatronica.

• possedere, oltre alle competenze di progettazione meccanica, conoscenze tecniche di elettronica e di elaborazione informatica.

• combinare le proprie conoscenze di meccanica, elettronica e informatica allo scopo di progettare, costruire, mantenere e riparare impianti o singoli dispositivi automatizzati.

• saper valutare i costi dell'intero ciclo produttivo, a partire dalla fornitura dei materiali fino alla messa in funzione dell'impianto o del singolo prodotto, in modo da poter definire la competitività del lavoro.

• sovrintendere ai lavori, direttamente in officina, per controllare che il progetto venga eseguito a regola d'arte.

• effettuare il collaudo finale del macchinario o dell'intero impianto per verificarne l'efficacia di funzionamento ed eseguire le manutenzioni periodiche.

Hai curiosità per le nuove tecnologie, dall'automazione alla robotica, e un profondo interesse per la progettazione di nuovi prodotti utili per lavorare come meccatronico? Se la risposta è sì, allora continua a leggere per scoprire quali sono le competenze e le qualifiche di cui hai bisogno per avere successo nel ruolo di meccatronico.

vedi offerte
1

quali ruoli ha il meccatronico?

Il meccatronico è la figura professionale che si occupa della progettazione, dell'installazione e del collaudo funzionale di sistemi industriali o di macchine e apparecchiature automatizzate. Il suo ruolo dipende dall'inquadramento come perito o tecnico meccatronico o come ingegnere meccatronico. In entrambe le posizioni lavorative, pur con gradi diversi di responsabilità, ha il compito di far comunicare tra loro i sistemi meccanici, elettronici e informatici di un macchinario o di un impianto per automatizzare i processi di funzionamento. Uno dei ruoli più nuovi e più interessanti è l'impiego all’interno del settore della robotica, in continua crescita ed evoluzione.

2

meccatronico stipendio

Lo stipendio medio in Italia per il 2022 che può percepire un meccatronico è di circa € 32.000 lordi . Per una posizione entry-level il guadagno si aggira intorno a € 27.000 lordi, mentre i professionisti più esperti, con un abbondante bagaglio di esperienza lavorativa possono ottenere un salario base intorno a € 40.000 lordi. A queste cifre, devono essere aggiunti eventuali bonus legati al conseguimento di risultati e obiettivi aziendali. Il pacchetto retributivo è sempre stabilito dalle vigenti normative del Contratto Nazionale di Lavoro del settore. L'attività professionale di un meccatronico può essere svolta a livello di libera professione, come socio o dipendente di uno Studio Tecnico che si occupa di domotica o di biomeccatronica, o di un'officina del settore automotive oppure come dipendente di un ente o di un'azienda, pubblica o privata.

Poiché si tratta di una professione specialistica e inquadrata all’interno del settore tecnologico, i datori di lavoro propongono spesso la frequenza di corsi di specializzazione e di aggiornamento, sia interni che esterni all'azienda.

I fattori che influenzano lo stipendio di un meccatronico sono determinati dal settore economico in cui lavora, dalla maggiore o minore complessità delle mansioni lavorative e dalle competenze specialistiche richieste per ricoprire la posizione.

Come avviene per molti altri generi di attività, i lavoratori entry-level ricevono generalmente uno stipendio più basso rispetto a chi può vantare anni di esperienza. Questo è ancora più determinante nel caso di professionisti altamente specializzati le cui competenze scolastiche vengono affinate dall'esperienza sul campo.

I meccatronici che, in base al loro percorso scolastico, ai corsi di specializzazione frequentati e all'esperienza maturata, hanno qualifiche e competenze particolari hanno la possibilità di ottenere stipendi più elevati

offerte meccatronico
offerte meccatronico
3

tipi di operaio meccatronico

Una prima distinzione tra i lavoratori di questo settore professionale può essere fatta in base al percorso formativo:

  • ingegnere o perito meccatronico: questi professionisti progettano e realizzano impianti industriali, macchinari automatizzati, robot e dispositivi meccanici in grado di svolgere attività in modo autonomo. L’ingegnere ha fra i due un ruolo di responsabilità maggiore rispetto a quello del perito, dovuto alle competenze di livello più alto in materie matematiche e specialistiche.
  • tecnico meccatronico: è il professionista che, specialmente nel settore automotive, è in grado di individuare malfunzionamenti di tipo meccanico, elettrico o elettronico e di ripristinare il corretto funzionamento. Un esempio sono i test di diagnostica e di mappatura sulle centraline delle auto.
4

lavorare come meccatronico

Il ruolo del meccatronico richiede conoscenze tecniche essenziali. Ecco quali sono i principali compiti e responsabilità da aspettarsi quando si decide di intraprendere questo tipo di carriera lavorativa.

5

istruzione e competenze

I percorsi formativi per poter svolgere un'attività come meccatronico sono essenzialmente tre. Il diploma di istruzione secondaria superiore conseguito presso un Istituto Tecnico Industriale, scegliendo l'indirizzo Meccanica e Meccatronica. In alternativa, la laurea, triennale o magistrale, in discipline tecnico-ingegneristiche e, in particolare, in Ingegneria Meccatronica. Infine, nel settore delle autoriparazioni, di cui la meccatronica costituisce un punto fondamentale, si può diventare Responsabile Tecnico Meccatronico:

  • diploma di scuola media superiore: l'istituto superiore che possiede le caratteristiche per indirizzare verso questo genere di professione è l'istituto Tecnico Industriale. All’interno di questo percorso di studi, vengono trattate materie come tecnologie meccaniche di processo e sistemi e automazione, essenziali per lo sviluppo della professione.
  • laurea in materie tecnico-ingegneristiche: maggiori opportunità per quanto riguarda la ricerca di lavoro come meccatronico si ottengono con il conseguimento di una laurea triennale o magistrale in Ingegneria Meccatronica. I master relativi a settori altamente specialistici come la robotica avanzata oppure l'intelligenza artificiale sono particolarmente determinanti per figure professionali che intendono svolgere il proprio lavoro nel settore di ricerca e sviluppo.
  • corsi di specializzazione per diventare Responsabile Tecnico Meccatronico: questo professionista si occupa della riparazione o della manutenzione degli autoveicoli e garantisce la corretta esecuzione degli interventi. Per avere la possibilità di assumere questo ruolo, oltre che con il diploma di scuola superiore o con la laurea in ingegneria, è sufficiente la frequenza di un corso meccatronico accreditato e riconosciuto seguito da un anno di esperienza lavorativa.

capacità e competenze

Tra le molteplici competenze che vengono richieste a questo professionista possiamo trovare:

  • conoscenza approfondita della progettazione, dell'informatica e dell'elettronica: il meccatronico possiede numerose competenze trasversali. Conosce il disegno tecnico e si trova a proprio agio nell’utilizzare e implementare concetti avanzati di elettronica e le più recenti tecnologie informatiche.
  • grande attenzione ai dettagli: un buon meccatronico, sia nel caso di un ingegnere che dà vita al progetto di un drone, che di un tecnico che controlla l'antifurto di un veicolo, deve prestare molta attenzione ai singoli dettagli. In particolare quando si occupa di impianti o macchinari complessi, questo professionista è in grado di identificare parti e componenti da sostituire, riparare oppure migliorare.
  • capacità di pensiero innovativo: questo tipo di carriera lavorativa richiede la creazione di macchinari, attrezzature, tecnologie volte ad ottenere il top delle prestazioni. Per riuscire a raggiungere risultati soddisfacenti, un meccatronico è in grado di trovare idee e soluzioni innovative ed efficienti, rientrando nei costi previsti dalle esigenze di budget. Inoltre, sa individuare quali tipi di modifiche è necessario apportare a macchinari già esistenti per migliorarne le prestazioni.
  • conoscenze delle normative e dei regolamenti in vigore: il meccatronico conosce tutte le normative relative all'impianto o al macchinario di cui si sta occupando, soprattutto per ciò che concerne la sicurezza.
  • predisposizione al lavoro in team: per un meccatronico è essenziale saper lavorare all’interno di un team per raggiungere gli obiettivi prefissati. La capacità di lavorare insieme ad altri professionisti porta anche alla creazione di ambienti di lavoro più piacevoli, nei quali risulta più facile portare a termine le proprie mansioni.
  • capacità di utilizzare vari programmi e applicazioni informatiche: l'attività di un meccatronico coinvolge anche, in determinati casi, la parte informatica di un macchinario o impianto. È quindi consigliabile che questo professionista abbia buone conoscenze di informatica. Specialmente per quanto riguarda gli ingegneri meccatronici, una buona conoscenza di linguaggi di programmazione come Java può risultare fondamentale per la realizzazione di determinati progetti.
6

FAQ sul lavoro come meccatronico

Ecco le domande più frequenti riguardo il lavoro di meccatronico:

grazie per esserti iscritto ai tuoi avvisi di lavoro personalizzati.