chi è l'addetto mensa?

L'addetto mensa è quella figura professionale che lavora all'interno di mense scolastiche, mense aziendali, ospedaliere, universitarie e così via. Fra le sue mansioni c’è la preparazione delle diverse pietanze, che possono essere semilavorate o già pronte, spesso in questa fase collabora con cuochi e altri professionisti della cucina. Inoltre si occupa di allestire la sala, preparando tutto l’occorrente, sporziona i piatti per gli utenti e a fine servizio si occupa della pulizia e del riordino.

cosa fa un addetto mensa?

Un addetto mensa si occupa di tutto ciò che concerne la gestione di un servizio di mensa. Fra le sue mansioni possiamo trovare:

• presa in carico delle ordinazioni: in alcuni casi gli utenti non scelgono il loro pasto al momento, ma il giorno prima. Il compito di gestire le ordinazioni, come nel caso degli ospedali, può essere affidato all’addetto mensa.

• allestimento della sala: l’addetto mensa si occupa di preparare tutto l’occorrente per il servizio, verificando che ci siano posate, bevande, vassoi e qualsiasi altro elemento necessario.

• preparazione dei cibi: il suo compito in questo caso consiste nel riscaldare cibi già cotti, o cucinare pietanze partendo da semilavorati. Dato che questa figura non può cucinare partendo dalle materie prime, la sua posizione non è equiparabile a quella di un cuoco professionista.

• servizio agli utenti: durante il servizio l’addetto mensa sporziona i piatti scelti dagli utenti, li aiuta a comporre il loro pranzo e, se previsto, si occupa anche dei pagamenti.

• pulizia di locali e attrezzature: al termine del turno si occupa di pulire e sanificare la cucina e la strumentazione utilizzata, insieme alle stoviglie e al pentolame, di riordinare la sala e ripristinare le scorte necessarie.

• ordini e inventari: in alcuni casi può essere di competenza dell’addetto mensa la gestione degli ordini presso i vari fornitori, il controllo della merce presente in magazzino e delle scadenze dei diversi prodotti.

Hai una formazione nell’ambito della ristorazione, capacità organizzative e la passione per la cucina necessarie per lavorare come addetto mensa? Se la risposta è sì, allora continua a leggere per scoprire quali sono le competenze e le qualifiche di cui hai bisogno per avere successo nel ruolo di addetto mensa.

offerte addetto mensa
1

quali ruoli ha l'addetto mensa?

Un addetto mensa durante il servizio può svolgere diversi ruoli tutti legati tra loro. Infatti, fra i suoi compiti c’è la preparazione dei cibi che poi verranno serviti, l’allestimento della sala, lo sporzionamento dei pasti agli utenti, ma anche la pulizia di locali e attrezzature e il controllo delle scorte.

2

addetto mensa stipendio

Lo stipendio medio in Italia per il 2022 che può percepire un addetto mensa è di circa € 12.000 lordi annui. Questa cifra può variare anche di molto e dipende soprattutto dal tipo di contratto. Molti addetti mensa infatti lavorano part-time, mentre se si riesce a ricoprire una posizione full-time, ad esempio nelle mense ospedaliere o presso strutture di ricovero dove è previsto anche il servizio di cena, aumenta il totale di ore lavorate e di conseguenza anche la retribuzione. Ad influire c’è anche la tipologia di struttura presso cui si lavora, se si tratta di una mensa aziendale importante la retribuzione potrebbe essere migliore di quanto si può percepire in una mensa scolastica o universitaria.

Un addetto mensa può riuscire a guadagnare una cifra più alta anche con gli anni di esperienza e l'anzianità. Infatti se lavora da molti anni nella stessa azienda con il tempo la sua retribuzione potrebbe aumentare, inoltre potrebbe ambire ad ottenere una posizione di grado più alto come quella di responsabile del servizio mensa.

offerte addetto mensa
offerte addetto mensa
3

tipi di addetto mensa

I vari tipi di addetto mensa si distinguono soprattutto in base al luogo di lavoro in cui si prestano servizio. Tra questi possiamo infatti trovare:

  • addetto mensa scolastica e universitaria: questa figura ha un orario di lavoro ristretto perché le ore in cui presta servizio sono concentrate intorno al pranzo. Nella maggior parte dei casi lavora per un’istituzione pubblica, ma potrebbe anche essere un dipendente di un’azienda di servizi mensa a cui è affidata la gestione di questa attività. La differenza fra una mensa scolastica e una universitaria sta soprattutto nel fatto che, nel secondo caso, gli utenti scelgono in autonomia i piatti che preferiscono, mentre nel primo caso il menù è già preimpostato.
  • addetto mensa ospedaliera e case di cura: in questo caso è previsto anche il pasto serale, quindi al professionista viene richiesta una disponibilità oraria maggiore. Dal momento che il servizio è rivolto principalmente a persone che sono sottoposte a cure e terapie, è molto importante la programmazione dei pasti, ad ogni paziente sono associate determinate pietanze in dosi prestabilite.
  • addetto mensa aziendale: come nel caso delle mense scolastiche anche nel caso delle aziende l’addetto potrebbe essere dipendente dell’azienda stessa oppure di una società che offre ad altri questo genere di servizi. In questo caso molto spesso l’addetto mensa si occupa anche della porzionatura dei pasti per conto degli utenti, che scelgono il loro menù al momento.
4

lavorare come addetto mensa

Per lavorare come addetto mensa bisogna avere alcuni requisiti e conoscere il mondo della ristorazione. Ecco quali sono i principali compiti e le responsabilità da aspettarsi se si decide di intraprendere questo tipo di carriera lavorativa.

5

istruzione e competenze

Per riuscire a diventare un addetto mensa non è necessario possedere un particolare titolo di studio. Tuttavia, è opportuno seguire un corso di formazione che dia la possibilità di conoscere tutte le regole inerenti all'igiene e alla sicurezza sul lavoro. Esistono diversi enti formativi, sia pubblici che privati, che offrono corsi HACCP completi, dedicati alla figura di addetto mensa, in cui si approfondiscono dettagliatamente le procedure corrette da utilizzare per gestire e trattare gli alimenti. Gli argomenti trattati in questo genere di corsi sono: sicurezza alimentare, legislazione in materia di trattamento e manipolazione degli alimenti, conservazione sicura e tecniche di stoccaggio corrette, procedure di igienizzazione e sanificazione di ambienti e attrezzature, piano di autocontrollo, prevenzione di contaminazioni, allergeni e segnalazioni correlate, libro ingredienti e materiale informativo obbligatorio, calendari di produzione e tracciabilità. Spesso i corsi di formazione più dettagliati offrono anche la possibilità allo studente di fare esperienza attraverso dei tirocini presso delle aziende con cui sono legati, favorendo anche eventuali sbocchi lavorativi. La durata di questi corsi in genere è molto breve, all’incirca 80 ore in totale. Alla fine di queste ore di formazione è possibile ottenere un certificato dopo aver conseguito un test di valutazione inerente.

capacità e competenze

Per svolgere il suo lavoro nella maniera migliore è bene che l’addetto mensa abbia alcune capacità e competenze specifiche. Fra queste troviamo:

  • buone capacità organizzative: l’addetto mensa deve essere in grado di organizzare il lavoro in modo da renderlo funzionale per se stesso e per i colleghi, verificando con attenzione che tutto venga preparato in modo corretto per non avere difficoltà durante il servizio.
  • capacità di team working: difficilmente un addetto mensa lavora in autonomia, nel suo campo è fondamentale collaborare con il personale di cucina e di sala, con eventuali corrieri e fornitori, soprattutto nel caso di servizi mensa molto grandi dove la coordinazione è fondamentale.
  • doti culinarie: pur non essendo una figura assimilabile a quella di un cuoco professionista, l’addetto mensa ha comunque la responsabilità di eseguire alcune preparazioni minori o di ultimare la cottura di alcuni piatti. Per questa ragione sono necessarie delle capacità in questo ambito, e delle conoscenze di base sia riguardo le tecniche culinarie più diffuse sia riguardo l’utilizzo della strumentazione e delle attrezzature che si possono trovare in una cucina.
  • precisione, ordine e attenzione ai dettagli: un buon addetto mensa deve verificare che ogni cosa sia al suo posto, che gli ambienti in cui lavora siano correttamente puliti, igienizzati, organizzati, che nel magazzino non manchi nulla, che gli utenti abbiano a loro disposizione tutto il necessario.
  • conoscenza delle norme e delle tecniche di sicurezza alimentare: per fare un buon lavoro l’addetto mensa deve sempre tener presente quali sono le procedure corrette da seguire in termini di sicurezza alimentare, soprattutto nel rispetto della salute degli utenti.
6

FAQ sul lavoro come addetto mensa

Ecco le domande più frequenti riguardo il lavoro di addetto mensa:

grazie per esserti iscritto ai tuoi avvisi di lavoro personalizzati.