chi è l'ingegnere civile?

L'ingegnere civile è un ingegnere che si è specializzato nella realizzazione di costruzioni edilizie di tipo pubblico e privato come edifici e infrastrutture. Gli ingegneri civili seguono l'intero processo della costruzione e si rapportano con tutte le figure professionali che si occupano della varie fasi del processo: appaltatori, capi cantiere e costruttori.

Questa figura offre soluzioni di tipo tecnico per risolvere problematiche che possono sorgere all'interno del cantiere, ma segue anche gli aspetti burocratici del progetto: gare d'appalto, consulenze e perizie tecniche. Un ingegnere civile non si occupa solo di nuove costruzioni, ma anche di manutenzione ordinaria e straordinaria, e anche di ristrutturazione.

Inoltre analizza lo stato di conservazione dei materiali e della loro struttura, attraverso apparecchiature speciali e sistemi per il monitoraggio strutturale. Sulla base del risultato che tali strumenti hanno elaborato produce un progetto di risanamento, manutenzione o adeguamento. Successivamente si occupa della sua supervisione fino alla fase di collaudo.

cosa fa un ingegnere civile?

Un ingegnere civile svolge numerosi compiti nel settore delle costruzioni:

• è responsabile della progettazione e pianificazione, realizza bozze, progetti e disegni di costruzione, non solo su carta ma anche attraverso software, come ad esempio CAD

• si occupa dello sviluppo e della relativa manutenzione di edifici pubblici e privati, come scuole, abitazioni, edifici industriali e commerciali, o ospedali 

• realizza infrastrutture come ponti, strade, gallerie, ferrovie

• può gestire la pianificazione di costruzioni comunali e le ispezioni strutturali. Effettua sopralluoghi utili per raccogliere dati topografici, che servono per analizzare le caratteristiche idrogeologiche e del terreno, che gli permettono di capire gli eventuali rischi o problematiche che possono esserci in una determinata zona

• ha il compito di progettare l'intero ciclo di costruzione (compresa la messa in sicurezza) insieme ad altri professionisti del settore edile. Deve prestare attenzione alla normativa vigente che regola il settore specifico delle costruzioni, in particolare riguardo ai vincoli paesaggistici e all'impatto ambientale

• deve scegliere i materiali da utilizzare durante le varie fasi del progetto, testandoli e analizzandone la qualità e la resistenza (come cemento, muratura varia, acciaio, ecc.) 

• deve monitorare la qualità del suolo, acqua e aria su cui si vuole sviluppare la costruzione

• svolge compiti di controllo antisismico e calcoli di resistenza strutturale

• valuta lo stato delle infrastrutture e degli edifici, proponendo eventuali interventi di tipo correttivo

• effettua la fase di collaudo delle strutture, decretando la loro agibilità e vivibilità.

Hai la preparazione tecnica necessaria per lavorare come ingegnere civile? Se la risposta è sì, allora continua a leggere per scoprire quali sono le competenze e le qualifiche di cui hai bisogno per avere successo nel ruolo di ingegnere civile.

offerte ingegnere civile
1

quali ruoli ha un ingegnere civile?

Tra i ruoli principali di un ingegnere civile ci sono quelli di controllo, monitoraggio, pianificazione, progettazione, sviluppo e manutenzione. Questa figura quindi segue e supervisiona tutte le fasi che portano alla realizzazione di una struttura. Si va dai progetti e sopralluoghi alle gare d’appalto e le richieste di permessi, dal controllo e organizzazione del lavoro di cantiere alle verifiche strutturali e collaudi finali.

2

ingegnere civile stipendio

Lo stipendio medio in Italia per il 2022 che può percepire un ingegnere civile è di circa € 37.500 lordi annui, se lavora già da qualche anno. Un professionista alle prime armi, che ha appena iniziato la sua carriera, può raggiungere, in media, € 23.000 lordi all'anno, mentre un ingegnere affermato e ben qualificato può arrivare anche a € 80.000. Alla retribuzione di base si possono aggiungere alcuni benefit, come assicurazione sanitaria e rimborsi per le spese di trasferta, ma anche dei bonus in relazione alla conclusione di determinati progetti.

Le cifre annue che può guadagnare un ingegnere civile possono oscillare sulla base dell'esperienza, delle qualifiche, del tipo di contratto, e dal fatto che decida di aprire una partita IVA o essere un lavoratore dipendente. Gli stipendi sono notoriamente più alti nel caso in cui si riesca a lavorare all’interno di una grande impresa, quotata ed espansa. Questo permette all’ingegnere di fare anche molta esperienza, di lavorare a fianco di colleghi esperti, ed eventualmente di specializzarsi su un particolare tipo di struttura. Le imprese di più piccole dimensioni offrono opportunità più modeste, ma il lavoro può essere più vario e meno specializzato, con possibilità notevoli di avanzamento e di autonomia organizzativa.

Stai cercando opportunità per questa professione? Entra nella nostra sezione dedicata e dai un'occhio alle nostre offerte di lavoro come ingegnere civile.

offerte ingegnere civile
offerte ingegnere civile
3

tipi di ingegnere civile

L'ingegneria civile è una macro area che si occupa della progettazione di edifici e infrastrutture. Un ingegnere civile, però, può decidere di specializzarsi in diverse sottocategorie come: idraulica, meccanica del terreno o geotecnica, trasporti e infrastrutture, strutture.

  • ingegneria idraulica: si occupa della tutela e sfruttamento delle risorse idriche. Un ingegnere specializzato in tale campo può occuparsi della realizzazione o della manutenzione di sistemi utili al trasporto delle acque in diverse forme, oppure, la progettazione di infrastrutture per la navigazione fluviale e marittima
  • ingegneria meccanica del terreno o geotecnica: l'ingegnere è specializzato nelle meccaniche dei terreni e tutto ciò che concerne lo sfruttamento di essi attraverso i moderni sistemi di costruzione, come ad esempio i muri di sostegno o portanti
  • ingegneria dei trasporti e delle infrastrutture: si occupa di tutto ciò che riguarda la circolazione dei veicoli. Quindi un ingegnere civile specializzato in questo ramo deve occuparsi della realizzazione di strade, ponti, ferrovie, destinati al servizio privato e pubblico. I progetti per realizzare tali strutture devono comprendere sistemi di sicurezza adeguati
  • ingegneria strutturale: è la disciplina che studia il comportamento delle forze esterne in relazione a qualsiasi struttura costruita. Gli ingegneri civili trattano soprattutto elementi come solai, pilastri, travi, ecc.
4

lavorare come ingegnere civile

Lavorare come ingegnere civile può essere molto interessante e appagante. Entriamo nel dettaglio di ciò che comporta diventare un ingegnere civile.

5

istruzione e competenze

Per diventare ingegnere civile bisogna intraprendere prima di tutto una carriera accademica e successivamente è necessaria l'esperienza lavorativa nel settore, per poter crescere professionalmente.

Per diventare un ingegnere civile è necessario conseguire una laurea magistrale in ingegneria civile. Solo in questo modo è possibile accedere all'Esame di Stato, così da poter essere abilitati alla mansione di ingegnere civile. Non basta quindi il conseguimento di una laurea triennale, in considerazione del fatto che, come si può immaginare, si tratta di una professione altamente specializzata che richiede competenze e una preparazione specifica. All’interno di questa preparazione oltre alle tipiche materie di ingegneria come matematica e fisica, un ingegnere civile studia anche topografia, geotecnica, idraulica, normative sui regolamenti edilizi, disegno e progettazione tramite software informatici e molto altro. Per questo motivo questo è un percorso di studi vincolato al conseguimento di titoli e qualifiche ben precise. 

Una volta ottenuta la qualifica di ingegnere civile bisogna maturare quanta più esperienza sul campo. Solo lavorando e seguendo diversi progetti, affiancati anche a figure già da anni nel settore, si sviluppano ulteriori skills che rendono l’ingegnere a tutti gli effetti autonomo e in grado di seguire un progetto in autonomia.

capacità e competenze

Un ingegnere civile deve avere delle competenze tecniche di tipo matematico-scientifico, ma anche delle capacità trasversali che permettono al professionista di sapersi rapportare con clienti e colleghi anche sotto il profilo umano.

Tra le abilità e competenze tecniche, un ingegnere civile deve possedere:

  • capacità di effettuare verifiche seguendo le norme in vigore, tipiche delle tecniche di costruzione
  • conoscenza e buon utilizzo dei software SAP2000 e AutoCAD
  • conoscenza dei materiali costruttivi e delle tecniche di costruzioni
  • capacità di utilizzo e realizzazione di strutture metalliche, cemento armato e opere edili
  • capacità nell'effettuare analisi idrogeologiche
  • conoscenza approfondita della normativa tecnica relativa al campo delle costruzioni.

Invece, le competenze, dette soft skills, che deve avere la figura professionale in questione sono:

  • ottime conoscenze linguistiche: inglese principalmente, ma anche francese o tedesco
  • buone capacità di lavorare in team e abilità nel problem solving
  • buone abilità di leadership e orientamento al cliente
  • deve essere disponibile a spostarsi, almeno nei giorni feriali.

Oltre ad avere le competenze e le abilità appena citata è importante che un ingegnere, soprattutto alle prime armi, faccia molta esperienza anche attraverso stage e tirocini, per imparare il più possibile, anche sul campo, come può essere il lavoro di un ingegnere civile in tutte le sue forme e sfaccettature.

6

FAQ sul lavoro come ingegnere civile

Ecco le domande più frequenti sul lavoro di un ingegnere civile:

grazie per esserti iscritto ai tuoi avvisi di lavoro personalizzati.