c'erano una volta i robot... cobot e occhi intelligenti: l'interazione uomo-macchina avanza

25/07/2017 10:51:51

Una delle caratteristiche fondamentali dell’Industria 4.0 è l’impiego sempre più diffuso, da parte delle aziende, di robot collaborativi, chiamati anche cobot. Queste macchine avanzate sono diverse dalle prime forme di robotica utilizzate negli impianti nei decenni scorsi, in quanto sono in grado di collaborare con le persone che operano all’interno delle fabbriche svolgendo anche compiti complessi, tutto ciò facendo ricorso a tecnologie digitali. I cobot possono, ad esempio, accedere alla rete Internet e al cloud aziendale.

I cobot, che possono avere forma antropomorfa o meno, hanno quindi la funzione di aiutare e facilitare gli esseri umani nello svolgimento dei loro compiti e rappresentano una forma avanzata di quella che si definisce Human-Machine Interaction, ossia l’interazione uomo-macchina. 

Grazie alle ricerche svolte dagli esperti e ai nuovi strumenti tecnologici, però, i robot collaborativi stanno affrontando un’ulteriore fase di sviluppo. L’utilizzo di materiali innovativi li rende estremamente sensibili agli stimoli ambientali e tattili, mentre l’impiego di microchip e software sempre più avanzati fa sì che essi possano immagazzinare ed elaborare una quantità di dati e informazioni via via più ampia in tempi rapidissimi.

Un esempio di come i cobot si stanno evolvendo è quello proposto dalla startup italiana Smart Robots, che ha creato un dispositivo avanzato che permette l’interazione tra operatore umano e macchina senza l’uso di interfacce. Smart Robots ha sviluppato infatti una sorta di “occhio intelligente” di piccole dimensioni che, posizionato nell’ambiente di lavoro, recepisce in modo istantaneo ciò che accade in quanto monitora espressioni facciali, movimenti e gesti. 

Nel momento in cui questo sensore registra un cambiamento, invia alla macchina istruzioni e informazioni per adeguarsi alla nuova situazione. Tutto ciò rende l’intero ambiente di lavoro e i robot impiegati al suo interno più dinamici e flessibili, migliorando ulteriormente l’interazione uomo-macchina con ripercussioni positive sull’intero processo produttivo.

Non c’è dubbio che le future evoluzioni dei cobot daranno nuovo impulso all’Industria 4.0, e l’occhio intelligente progettato da Smart Robots è un ottimo esempio dei vantaggi offerti dall’utilizzo delle tecnologie digitali nell’ambiente di lavoro, quali strumenti capaci di facilitare il lavoro umano. 
categorie News Aziende , digital HR