mindfulness in borsa italiana

10/03/2016 08:30:11

Lavoro femminile e mindfulness: ai cambiamenti del mercato del lavoro, sempre più attento alle figure femminili e al contributo prezioso che portano in azienda come spiega l’imprenditrice Edy Dalla Vecchia, corrispondono mutamenti importanti anche nelle strategie di gestione delle risorse umane. Per capire come la pratica della mindfulness, ovvero l’attenzione consapevole che abbatte lo stress e consente di raggiungere migliori risultati, ha a che fare con la promozione del ruolo delle donne sul mercato del lavoro abbiamo chiesto il parere di Manuela Barberi, Talent & Resourcing Manager di Borsa Italiana, portavoce di un progetto innovativo e coraggioso per un diverso approccio al lavoro: un percorso di mindfulness pensato per le proprie dipendenti.


- Perché Borsa Italiana ha deciso di intraprendere un percorso sulla Mindfulness per i propri dipendenti?
L’idea è nata nell’ambito di un programma del Gruppo London Stock Exchange, di cui Borsa Italiana fa parte. All’inizio del 2015 è stato avviato il Women Inspired Network – WIN, con il triplice obiettivo di valorizzare il talento femminile nel Gruppo, nell’industria finanziaria e nelle comunità dove il Gruppo ha sede, anche pensando a situazioni di disagio sociale. Il percorso sulla mindfulness sostiene il primo pilastro di attività, orientato allo sviluppo del nostro talento femminile interno. Ci siamo orientati in questa direzione anche sulla base di feedback ricevuto dalle colleghe che hanno partecipato a una serie di focus group finalizzati a capire i bisogni in tema di leadership femminile in Italia.

- Quali sono state le tappe principali di questo percorso e chi sono stati i dipendenti coinvolti?
Abbiamo prima testato il concept di mindfulness applicato in ambito aziendale e manageriale invitando alcune colleghe a partecipare a corsi di una giornata. Visto il feedback positivo, abbiamo chiesto a Randstad di proporci un percorso più approfondito, da offrire a tutta la popolazione femminile in Italia, al fine di dotare le colleghe di nuovi strumenti concettuali per sviluppare la propria leadership, indipendentemente dal ruolo ricoperto in azienda. La proposta di Randstad è stata l’adattamento alle nostre esigenze di un percorso di "Mindfulness based stress management” tenuto da istruttori certificati dall’Associazione Italiana Mindfulness. Abbiamo deciso di svolgere i moduli laddove possibile al di fuori dei nostri uffici, presso la sede di Randstad a Milano. L’iniziativa inoltre è stata anche approvata nell’ambito di un avviso per l’utilizzo di fondi interprofessionali, nell’ambito della qualificazione della popolazione aziendale femminile.

- L’esperienza si è conclusa da poco, quali sono le prime impressioni?
L'esperienza è ancora in corso. Terremo altre due edizioni del corso nel 2016, una a Milano e una Roma. L’impressione è che il percorso sia strutturato molto bene, con un impegno di tempo ed energie compatibile con gli impegni di tutti. I manager delle colleghe che hanno partecipato hanno accolto positivamente l’iniziativa e ne hanno capito la rilevanza aziendale, per cui non ci sono stati ostacoli da superare da questo punto di vista.

- I dipendenti coinvolti nell'iniziativa l’hanno subito accolta con entusiasmo? E a fine percorso, che tipo di riscontro hanno comunicato?
La risposta delle colleghe all’iniziativa è stata estremamente positiva sia in fase di lancio, sia durante e dopo l’esperienza. Non è un tipo di formazione da proporre a tutti. E’ necessaria una forte motivazione perché oltre alle sessioni con il docente i partecipanti devono applicare la metodologia a casa. E’ anche necessaria la disponibilità a parlare di sé, a confrontarsi: non è un corso di Excel! E’ molto importante gestire le aspettative da questo punto di vista. Chi era preparato ha apprezzato la possibilità di dare un nuovo valore al proprio tempo, di comprendere l’intreccio tra emozioni e ruoli aziendali, e l’invito a gestire in modo più controllato e meno subito le varie scelte con cui ci si confronta ogni giorno.

- Quali risultati vi aspettate dalla messa in pratica di quanto appreso nell’attività quotidiana?
Speriamo che chi ha partecipato possa sentire più “empowered” – con un maggiore senso di autonomia e gli strumenti per trarre il meglio dal tempo passato in ufficio, da un punto di vista professionale e personale. Da qui dovrebbero nascere nuove idee, innovazione, volontà di contribuire attivamente a migliorare il modo in cui gestiamo processi, clienti e progetti.

- Immaginate prossimi passi nel percorso intrapreso? Quali?
Vorremmo coinvolgere anche i colleghi uomini – non crediamo affatto che le donne abbiano più bisogno di mindfulness delle loro controparti maschili, solo che siano più aperte a capire questa necessità, e quindi “pioniere” di un nuovo approccio.


Borsa Italiana
Borsa Italiana è una delle principali borse europee e conta più di 350 società quotate sui propri mercati. Si occupa della gestione dei mercati azionari, obbligazionari e dei derivati. Tra i principali mercati azionari gestiti ci sono MTA  - con il segmento STAR - AIM Italia – dedicato alle piccole imprese – e il MIV. Gli altri mercati gestiti sono IDEM, ETFplus, MOT, ExtraMOT e ExtraMOT PRO.
Da ottobre 2007 Borsa Italiana fa parte del London Stock Exchange Group.
www.borsaitaliana.it


categorie Employer Branding