scopri come costruire una strategia di talent acquisition

scarica la guida

Spesso si dice che per un’azienda il bene più prezioso sia il personale. Non si tratta di una semplice frase fatta, ma di una verità assoluta, soprattutto in questa particolare fase storica. Molte piccole e medie imprese (PMI) in tutto il mondo stanno infatti lavorando duramente per sopravvivere alle sfide del Covid-19. E proprio dalla produttività della forza lavoro, dipenderà il loro futuro.

Per alcune aziende, in realtà, questa nuova fase creata dalla pandemia, potrebbe trasformarsi addirittura in un'opportunità di crescita. A patto di saper cogliere le nuove esigenze e trovare i nuovi talenti. Ma individuare in maniera rapida ed efficace i profili necessari non è facile, soprattutto in questo contesto mutato, con le società spesso costrette a navigare in un mare di incertezza, alla ricerca del miglior modo per raggiungere gli obiettivi prefissati. 

In questo senso, affiancarsi ad un’azienda specializzata in servizi HR potrebbe rivelarsi fondamentale per il conseguimento dei piani aziendali. Dai vantaggi in termini di tempo e costi alla flessibilità: ecco cinque motivi per esternalizzare i propri servizi di risorse umane


1 - vantaggi in termini di tempo e costi.

Risparmiare tempo e ridurre i costi sono priorità condivise da tutte le aziende, in particolare dalle PMI, spesso costrette a fare i conti con risorse limitate e con l'esigenza di individuare le persone giuste con la massima efficienza. 

Trovare il profilo adatto alle proprie esigenze non è affatto facile. Ogni errore può costare caro. Secondo diverse stime, infatti, la sostituzione di un dipendente assunto dopo un processo di selezione errato può portare un aumento dei costi del 21% del suo salario annuo. Una cifra cui vanno aggiunti i tempi spesi per l’intero processo di valutazione e sostituzione del profilo. Il tempo medio per ricoprire un posto vacante - prima del Covid-19 - era di 36 giorni. È probabile che questa situazione sia cambiata e che, con l’aumento della disoccupazione, le tempistiche siano ridotte, ma l’intero iter resta comunque impegnativo e comporta sprechi per l’azienda.

Appoggiarsi ad una società qualificata nella ricerca del personale, invece, rende più rapido ed efficace il processo di selezione. Anche perché partner di questo tipo hanno accesso alle più recenti tecnologie in ambito HR, oltre ad una squadra di esperti a piena disposizione del cliente. 

2 - accesso a talenti qualificati. 

Individuare e acquisire la persona con il talento giusto è una sfida importante per le aziende. In particolare per quelle che operano in settori molto specializzati che richiedono skill altamente tecniche. 

Diverse ricerche hanno evidenziato come la mancanza di talento sia un problema molto diffuso. Lo skill mismatch viene reputato il maggiore ostacolo da superare per il 49% delle Piccole e Medie Imprese. 

Il Covid-19 ha fatto salire la disoccupazione e aumentato il numero di persone in cerca di lavoro in molti paesi, ma le aziende che hanno fatto fatica ad accedere a candidati qualificati in segmenti di nicchia prima della pandemia si troveranno probabilmente ad affrontare le stesse difficoltà nei prossimi mesi e anni. 

Ci sono vari modi in cui il partner HR può risolvere questo problema, tra cui dare accesso ad un pool di talenti di alta qualità, con profili che in precedenza hanno ottenuto risultati importanti per aziende con esigenze simili a quelle del cliente. Senza dimenticare, la possibilità di beneficiare delle ultime innovazioni della tecnologia HR

3 - flessibilità. 

È necessario che le PMI siano pronte per periodi di rapida crescita, cambiamento o imprevedibilità, questo comporta che il processo di assunzione debba essere agile e reattivo. Un obiettivo molto più semplice da raggiungere se si collabora con un partner HR esperto e competente, specializzato nella ricerca di soluzioni flessibili per le esigenze di ogni tipo d’azienda.

Una società specializzata in servizi HR può aiutarvi a trovare figure professionali “altamente qualificate”, che hanno acquisito competenze in un settore e che desiderano ora svilupparne altre in un altro. Oppure, può aiutarvi nella selezione di forza lavoro stagionale, per fronteggiare i picchi periodici del lavoro. 

4 - pianificazione di livello superiore.

La pianificazione e la previsione delle figure professionali necessarie per l’azienda rappresentano una sfida comune per le risorse umane. Questo vale soprattutto per le PMI, che potrebbero avere bisogno di forza lavoro fluttuante e flessibile, ma che non hanno né tempo né risorse da dedicare alla pianificazione della forza lavoro. 

Le aziende che si occupano di HR possono aiutare a comprendere meglio quali sono le reali esigenze di capitale umano, fornendo supporto in diversi processi come: 

  • analizzare i dati sulla forza lavoro a disposizione per individuare le lacune presenti e prevedere le esigenze future;
  • sfruttare e distribuire meglio le risorse presenti;
  • programmare il fabbisogno di personale in base a dati aggiornati e in tempo reale. 

Ottimizzare la programmazione della forza lavoro è fondamentale per preparare un'azienda al successo.

5 - trovare un equilibrio tra la tecnologia e il talento umano. 

La tecnologia ha un ruolo sempre più preponderante nella vita e nel lavoro del XXI secolo. Il modo in cui le aziende trovano e selezionano il personale non fa eccezione. Tuttavia, è importante ricordare che il recruiting è molto più che ottenere la massima efficienza attraverso l’uso della tecnologia. L’elemento umano resta infatti fondamentale.

 

È per questo che Randstad ha al centro della sua strategia il concetto di Tech & Touch. Una partnership con un'azienda attiva nell'HR può aiutarvi a tenere il passo con le ultime innovazioni di settore, senza perdere di vista il fattore umano. 

 Abbiamo realizzato una guida per fornire alle aziende, ulteriori informazioni sulle soluzioni staffing, nonché su altri argomenti quali: 

  • le diverse opzioni di staffing;
  • come funziona la fatturazione nel mondo dello staffing;
  • esempi di partnership.

scopri come costruire una strategia di talent acquisition.

scarica la guida gratuita
autore
andrea_tonin
andrea_tonin

Andrea Tonin

area manager randstad italia

A seguito della Laurea in Diritto Amministrativo, con tesi sulle Autorità di regolamentazione dei Servizi di Pubblica Utilità, decide di dedicarsi al mondo delle risorse umane occupandosi di start up di Apl nel nordest.
Entra in Randstad nel 2014, coordinando lo sviluppo commerciale di clienti direzionali per le regioni Veneto e Friuli.
Dal 2015 supporta le filiali di diversi territori con il ruolo di Area Manager, ruolo prima ricoperto in Puglia e successivamente in Marche, Abruzzo, Romagna ed Umbria.
Dal 2017 sempre per Randstad è Area manager delle filiali in provincia di Bologna e Ferrara con l'obiettivo di consolidare Randstad come punto di riferimento del mercato del lavoro nel territorio di appartenenza.