rapporto ocse sull'italia

20/02/2015 20:24:18


Poche ore prima del Consiglio dei Ministri dedicato all’approvazione dei Decreti legislativi sul cd. contratto a tutele crescenti ed il riordino degli ammortizzatori sociali, il Segretario Generale dell’Ocse* Angel Gurria ha presentato lo Studio Economico 2015 sull’Italia. Secondo la Survey le riforme in corso, e, tra queste, quella relativa al cd Jobsact, assumono un valore cruciale soprattutto in una prospettiva di stimolo verso la crescita economica del nostro Paese (l’Ocse stima un aumento del Pil, per i prossimi 10 anni, del 6%).
A tal proposito l’Ocse afferma infatti che dopo gli interventi già operati nel corso del 2014, la piena attuazione del disegno sotteso al Job act, attraverso la razionalizzazione della tutela del lavoro, l’ampliamento delle politiche attive ed il rafforzamento dell’efficacia della protezione sociale (compreso l’accrescimento della partecipazione femminile), potrebbe svolgere un ruolo positivo aumentando la crescita e l’occupazione e, contemporaneamente, eliminando le barriere alla creazione di opportunità di lavoro.  


*L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico
categorie Norme e Diritti