assunzioni nel mondo ict: numeri positivi

20/12/2016 10:57:43

Istat: aumentano le assunzioni per i lavoratori del mondo ICT

I numeri parlano chiaro:sono in aumento le assunzioni per i lavoratori nel mondo dell’ICT, acronimo inglese che sta per “Information and Communications Technology”. Dal report dell’Istat “Cittadini, Imprese e Ict” emerge infatti il dato positivo sull’aumento registrato nel 2016 del +7,6%degli occupati in professioni nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Dal 2011 al 2015 sono cresciute anche le posizioni ricoperte da personale con la qualifica di ingegneri elettronici e delle telecomunicazioni, oltre ad analisti ed amministratori di sistema, specialisti di rete e del settore della sicurezza informatica che arrivano quasi alle 220mila unità in più rispetto al passato. I settori in cui maggiormente sono stati fatti investimenti su personale ICT sono stati, nel periodo preso in considerazione, quelli del credito, delle assicurazioni, figure all’interno della pubblica amministrazione e nel commercio in generale. Più della metà degli occupati con competenze digitali ha quindi trovato un impiego in settori non specificatamente ICT, facendo comunque lievitare i numeri dalle 150mila unità del 2011 alle cifre attuali.

I primi nove mesi del 2016 hanno poi visto un incremento sui servizi di informazione e comunicazione erogati pari ad un 60% ed un modesto 20% che ha interessato la produzione di apparecchi elettronici e strumenti di misurazione. Mentre l’occupazione totale dal 2011 al 2015 è scesa in proporzione dello 0,6%, le unità di lavoratori nel mondo dell’ICT sono aumentate del 7%. Investire su una formazione orientata al mondo digitale diventa così un imperativo categorico per i giovani in cerca di lavoro nel proprio paese e per quelli che aspirano a diventare professionisti nella comunicazione e nel mondo tecnologico all’estero.

L’incidenza del mondo ICT sull’occupazione complessiva è infatti stimata in Italia con un 3,2%, in Francia del 3,6% ed in Germania con il 3,7%. Numeri in costante crescita che attestano l’importanza che le competenze digitali hanno nella creazione di strategie di business delle imprese. In Italia solo 3 lavoratori su 10 – pari al 28,3% degli utenti di Internet - hanno però competenze informatiche adeguate.

Un curriculum orientato alle nuove tecnologie metterebbe infatti l’aspirante candidato in una posizione di vantaggio rispetto alla concorrenza. In totale le persone che registrano una totale assenza delle competenze digitali sono 1.035mila, una cerchia che rispecchia fortunatamente solo il 3,3% degli italiani.
Più incoraggiante il dato sui giovani tra i 16 ed i 24 anni che sono invece pratici del mondo ICT, anche in modo avanzato, con una proiezione del 40%. Prendendo invece in considerazione il grado d’istruzione, l’Istat ha rilevato che “solo” il 47,6% dei laureati italiani ha una solida formazione sulle dinamiche del mondo digitale.

categorie News Aziende , trend HR