come realizzare un piano di corporate wellness efficace, passo dopo passo

02/09/2017 09:52:18

Un numero sempre più alto di aziende si dota di programmi di Corporate Wellness, che hanno lo scopo di promuovere il benessere fisico e psicologico dei propri dipendenti. Abbiamo già parlato dei numerosi motivi per cui i wellness program rappresentano un ottimo investimento per un’impresa - tra questi c’è, ad esempio, il miglioramento della produttività, dello spirito di squadra  e dell’engagement verso l’organizzazione - ma una volta che si è presa la decisione di adottare delle strategie di Corporate Wellness, come si fa a metterle in pratica? 

scopri l'ebook gratuito  l'employer branding in 6 passi 


Per lanciare con successo un programma di wellness aziendale che apporti effettivamente dei benefici ai propri dipendenti, occorre che sussistano alcuni presupposti:

  • L’esempio dei manager: affinché i lavoratori partecipino con convinzione al programma benessere e salute previsto da un’azienda è necessario che siano in primo luogo i manager a mostrarsi coinvolti ed entusiasti. Se infatti, come suggerisce Forbes, il CEO è conosciuto per il fatto di mangiare spesso cibo-spazzatura e non fare attività fisica, sarà difficile che gli impiegati si sentano spronati a seguire le attività sportive e le altre iniziative promosse dal wellness program.

  • Mettere in campo soluzioni mirate: è opportuno studiare con cura le iniziative da adottare per promuovere la salute e il benessere dei propri dipendenti. Tra i temi più importanti ed efficaci vi sono, ad esempio, quello dell’alimentazione, la lotta contro il tabagismo e la prevenzione del cancro.

Ecco alcuni step da seguire per attuare un wellness program efficace:

  1. Promuovere una corretta alimentazione: in che modo? Organizzando, ad esempio, seminari in cui dietologi o nutrizionisti illustrino i benefici di abitudini alimentari sane, oppure promuovendo iniziative di gruppo per la perdita di peso.
  2. Promuovere attività fisica regolare: a tal fine si possono organizzare sport di squadra e competizioni che stimolino i lavoratori a partecipare.
  3. Sostenere la prevenzione del cancro: si possono, ad esempio, organizzare screening all’interno dell’azienda, o lasciare ai dipendenti dei permessi aggiuntivi per effettuare esami e analisi regolari. 
  4. Insegnare la gestione dello stress: organizzando incontri con psicologi e psicoterapeuti è possibile insegnare come diminuire lo stress e gestirlo al meglio.
  5. Sostenere la lotta al fumo e alle dipendenze: si possono, ad esempio, organizzare incontri e seminari in cui vengano esposti i metodi per smettere di fumare ed affrontare altri tipi di dipendenze.
  6. Favorire un migliore bilanciamento tra lavoro e vita privata: è possibile, ad esempio, promuovere giornate in cui gli impiegati possano lavorare da casa, oppure in cui si possa godere di una maggiore flessibilità nell’orario lavorativo.
  • Infine, promuovere il wellness program in modo efficace: una volta stabilite le iniziative da intraprendere, un ultimo presupposto per garantire che abbiano successo è che i dipendenti vi partecipino. Per aumentare il loro interesse e coinvolgimento è quindi necessario, in primo luogo, far conoscere le attività organizzate dall’impresa - a questo scopo è opportuno fare vera e propria pubblicità, ad esempio attraverso la distribuzione di brochure e l’invio di e-mail rivolte agli impiegati - e stimolare la partecipazione mostrando i vantaggi per la salute e gli incentivi riservati a chi partecipa al wellness program.

Questi, quindi, sono alcuni dei metodi utili per realizzare una buona strategia di Corporate Wellness, strategia che oltre ad apportare benefici ai dipendenti consente di migliorare il proprio employer brand trasmettendo all’esterno un’immagine positiva dell’organizzazione.

categorie Employer Branding