perché hai bisogno di implementare una strategia di employer branding subito.

10/06/2019 17:10:14

Uno dei modi più efficaci che un’azienda ha per attirare a sé i talenti migliori è sicuramente quello di rafforzare la sua strategia di employer branding. I valori dell’impresa, la cultura e la missione avvicinano all’azienda il candidato ideale. Ecco spiegato in estrema sintesi perché dovresti iniziare subito a investire in una strategia di questo tipo per attirare le risorse di cui hai bisogno e per stimolare crescita e creatività.

Detto così brevemente, potrebbe non convincere. Qualcuno potrebbe pensare che le risorse migliori si attraggono in altro modo. Ma non è così. E ora ti spieghiamo il perché.

Employer branding in ottica di attrazione talenti

Chi ha detto che le attività di employer branding sono strettamente legate all’attrazione e al mantenimento dei migliori talenti in azienda? Leggi qui sotto: 

  • Riduzione del cost-per-hire. Secondo LinkedIn, le aziende con una bassa reputazione spendono almeno il 10% in più per acquisire talenti. Chi investe nell’employer branding ha invece tre volte più probabilità di assumere i migliori candidati e quindi di snellire, anche a livello di costi, tutto il processo di selezione.
  • Maggiore accesso ai talenti. La metà dei professionisti intervistati, nella ricerca condotta da LinkedIn, ha dichiarato che non prenderebbe in considerazione un colloquio con una società con le seguenti caratteristiche: bassa sicurezza del posto di lavoro, team disfunzionale e cattivo management. Il 28% lo farebbe solo nel caso in cui gli venisse offerto un premio del 10% rispetto ai posti di lavoro concorrenti.
  • Meno posti vacanti in azienda perché grazie a un’interessante value proposition per i dipendenti (EVP) anche trattenere in azienda i talenti già presenti sarà più facile.
  • Miglioramento dell’engagement e della produttività: grazie a una buona strategia di employer branding aumenterai anche il livello di produttività dei lavoratori. Secondo la ricerca “Talents Trends” di Randstad Sourceright, il 46% delle HR e dei top manager ha affermato che un marchio forte genera più engagement e produttività.
  • Assunzioni di qualità. Una strategia forte di employer branding porterà verso la tua azienda un maggior numero di candidati qualificati e i talenti saranno maggiormente invogliati a candidarsi.
Perché implementare una strategia di employer branding in azienda

Come iniziare a implementare una strategia di employer branding

Per iniziare subito a creare la tua strategia di organizzazione dei talenti e rendere più forte il tuo brand, è necessario costruire uno specifico business plan che stabilisca budget iniziale e un dimostrabile ritorno economico dell’investimento in questione. Per farlo è importante:

  • Stabilire gli obiettivi del progetto, le deadline da seguire e le metriche per valutare i risultati ottenuti. Per esempio, vuoi aumentare i tuoi follower su LinkedIn come strategia social? Fai una stima realistica della cifra che vuoi raggiungere e di che tipo di target vuoi attrarre.
  • Calcola i benefici e i possibili guadagni per definire concretamente la tua strategia di employer branding e comunica questi risultati ai vertici aziendali. Se da una parte sarà semplice capire che il bacino di utenza dei talenti registri una crescita, al tempo stesso potrebbe essere utile anche chiarire come questi risultati miglioreranno il business.
  • Considera tutte le spese interne ed esterne che stai per sostenere e cerca di essere realista quando valuti le risorse di cui avrai bisogno. È sempre meglio sovrastimare i costi invece che essere colti di sorpresa in un secondo momento perché sono stati sottovalutati.

Come qualsiasi altra attività aziendale, l’employer branding richiede grande attenzione e investimenti regolari per funzionare in modo efficiente. Credere in questa strategia e portarla avanti con costanza ti consentirà di costruire un business di successo, che aumenterà di conseguenza la tua capacità di acquisire altri talenti.