in cerca di strategie di personal branding? l'ispirazione arriva dalle grandi aziende

04/10/2017 16:06:22

Quando si è in cerca di un lavoro riuscire a promuovere se stessi nel modo corretto è fondamentale, e in particolare è molto importante farlo attraverso un personal brand ben strutturato, che veicoli un’immagine di sé come di persone competenti e affidabili. Una buona strategia di personal branding renderà possibile distinguersi dalla massa e spiccare in mezzo a tanti, attirando l’attenzione delle imprese più interessanti.

Le aziende, però, oltre ad essere le destinatarie del messaggio che vogliamo veicolare con la nostra personale strategia, sono anche importanti punti di riferimento da cui prendere spunto per creare il nostro personal brand. Esse, infatti, si occupano ogni giorno di promuovere all’esterno un’immagine affidabile e positiva attraverso strategie di comunicazione e marketing attentamente studiate.



Ecco per voi quattro lezioni di personal branding che è possibile imparare dalle grandi aziende quando si tratta di creare e curare la propria immagine:

  1. Riflettete su chi siete: per attirare investitori o clienti, ogni azienda deve comunicare in modo chiaro di che cosa si occupa, quali sono i suoi valori, in che modo lavora e quali servizi offre. Allo stesso modo, per creare il vostro personal brand dovete avere ben chiaro in mente cosa vi rende unici, che lavoro volete fare, con che tipo di persone o aziende desiderate lavorare e quali sono gli aspetti per cui intendete farvi conoscere. Una volta che avrete definito queste cose, avrete tutti gli elementi base per creare il vostro “marchio”.

  2. Prendete la vostra reputazione in modo serio: per un’azienda perdere la reputazione di fronte a clienti e finanziatori può comportare un ingente danno economico o addirittura il fallimento. Per questo motivo, le corporation mettono in campo ogni giorno azioni atte a mantenere integra la propria reputazione. Quando si parla di personal brand tutto questo si deve tradurre in una particolare attenzione a tutto ciò che vi riguarda e che è disponibile online, come ad esempio le foto, i commenti o i post che pubblicate sui social. Ricordate che tutto ciò che diffondete sul web può essere visto anche dai recruiter, quindi curate con attenzione la vostra immagine e comunicazione online, e fate in modo di essere credibili nel vostro ruolo.

  3. Siate pronti ad “aggiustare il tiro”: per essere sempre competitiva, un’azienda deve essere in grado di riconoscere quando qualcosa non sta funzionando nel modo corretto. Allo stesso modo, se notate che la vostra ricerca di lavoro si sta prolungando molto e che dopo diversi colloqui non siete mai stati ricontattati, allora prendetevi un po’ di tempo per capire quali sono i vostri punti deboli e i margini di miglioramento. Una volta che li avete individuati, cercate approcci alternativi.

  4. Investite in voi stessi: le aziende più lungimiranti sanno bene che investire nella formazione dei propri dipendenti è un valore aggiunto, perché permette di creare nuove competenze e skill che saranno utili all’azienda stessa. Prendete esempio da questa strategia e investite in voi stessi. Pensate a cosa vi piacerebbe imparare o saper fare meglio, individuate corsi online, conferenze, meeting, e partecipate. Insomma, mantenetevi sempre aggiornati e competitivi. 

Utilizzate con sapienza ed accortezza queste 4 strategie utilizzate dalle aziende: consentiranno anche a voi di creare un vostro “marchio personale” davvero efficace.