curriculum vitae: come compilarlo.

08/01/2021 09:20:41

Trovare lavoro non è semplice e capire come scrivere e compilare un curriculum vitae efficace è il primo step indispensabile per partire con il piede giusto. Lo sai che un recruiter dedica in media meno di un minuto al primo esame di un CV? Per questo motivo è necessario che il tuo sia accattivante sin dal primo sguardo.

come compilare un curriculum vitae

cosa guardano i recruiter?

Il modello di curriculum vitae europeo è sicuramente il più diffuso, ma ha un'impaginazione poco accattivante, per questo meglio evitare di usarlo a meno che non sia esplicitamente richiesto. 

È consigliabile, quindi, utilizzare un semplice programma di scrittura come OpenOffice, LibreOffice, Microsoft Word o altri programmi di grafica: tieni conto che online ci sono diversi tool che possono essere utili. 

È importante, inoltre, avere sempre chiaro che il curriculum non serve per trovare lavoro, serve piuttosto come biglietto da visita per conquistare un colloquio di lavoro (insieme alla lettera di presentazione). 

Non importa perciò scrivere tutto quello che hai fatto, ma solo stimolare la curiosità del recruiter indicando pochi elementi ed evidenziando i concetti più importanti. L’obiettivo è convincere l'esaminatore e spingerlo a volerti conoscere. A tale scopo può essere di grande utilità fare qualche ricerca preventiva sull'azienda, osservare le sue pagine social e il sito web per capirne meglio le esigenze, così da mettere in evidenza solo ciò che potrebbe esserti utile. 

L'ultimo punto importante che devi ricordare è che nel CV non devi scrivere cose false e non devi commettere errori ortografici o grammaticali.

come compilare un curriculum. 

Prima regola da segnalare: il curriculum vitae perfetto, ideale per ogni posizione e annuncio di lavoro, non esiste. Mai pensare al nostro CV come ad un qualcosa di immutabile. In relazione all’azienda per cui ci si candida, bisogna essere sempre pronti a modificarlo e aggiornarlo. 

Nei limiti del possibile, il curriculum deve spiccare per professionalità e originalità. È consigliabile che non sia banale ma che rispecchi in qualche modo il desiderio di distinguersi. Ecco alcuni consigli e cosa inserire obbligatoriamente al suo interno.

  • Lunghezza. Un curriculum efficace non deve essere lungo: tutte le informazioni personali più importanti vanno condensate in una singola pagina o al massimo due.
  • Dati Personali. Nome e cognome devono essere grandi e visibili, i numeri di telefono e la e-mail personale vanno messi bene in evidenza. Evita indirizzi composti da nickname strani e scegli indirizzi professionali, composti da nome e cognome: risulteranno più credibili agli occhi del selezionatore. La foto è preferibile che ci sia, ma valuta attentamente se sia adatta, altrimenti meglio ometterla.
  • Panoramica delle competenze. Sempre per facilitare il lavoro del recruiter conviene elencare in maniera sintetica quali capacità sono state affinate nel corso del tempo grazie al percorso di studi e alla propria esperienza professionale e di vita. Corsi di formazione seguiti, lingue straniere e attività di volontariato sono sempre apprezzati e possono far spiccare il cv tra mille altri. 
  • Esperienze lavorative. Se non si tratta di uno dei primi lavori della carriera, non è necessario inserire tutte le proprie esperienze. Conviene piuttosto selezionare quelle che possono interessare il potenziale datore di lavoro, queste andranno elencate secondo un ordine cronologico o di priorità. 
  • Interessi. Nel curriculum puoi inserire ulteriori attività, passioni e hobby, ma vanno indicati solo come un'integrazione a quelle che sono le tue reali competenze. 
  • Grafica. Usa grassetto e sottolineature per evidenziare i concetti più importanti, usa elenchi numerati, sezioni e paragrafi per agevolare la lettura (ma senza esagerare).

come ottimizzare il curriculum per il recruiting online.

La maggior parte delle medie e grandi aziende utilizzano sistemi informatizzati per svolgere una prima selezione tra le candidature ricevute. Sono oramai diffusi specifici software - quelli maggiormente utilizzati sono gli Applicant Tracking System - capaci di elaborare enormi volumi di dati in breve tempo, analizzando i curriculum in base a una serie di input iniziali forniti dal recruiter. Per ottimizzare al meglio il proprio CV per questo tipo di selezione si devono assolutamente inserire al suo interno una serie di parole chiave, strategiche per la posizione cui siamo interessati.

tool online che aiutano a migliorare la grafica.

A volte i programmi tradizionali di videoscrittura non sono sufficienti. Bisogna sempre ricordarsi che anche l’occhio vuole la sua parte. Proprio per riuscire a conquistare l’attenzione dei recruiter, negli ultimi anni sono nati diversi modelli di cv. Da quello interattivo all’infografico, passando per i formati video e i siti vetrina, le alternative sono diverse. Tocca a voi scegliere la più adatta. L’importante è comunque avere una versione online sempre disponibile per avanzare la candidatura.

A questo proposito, si possono adoperare i tanti tool disponibili su internet, le cui specifiche fondamentali sono spesso gratuite. 

scegliere la foto giusta per il curriculum.

Anche la selezione della foto da inserire nel curriculum merita la giusta attenzione. Non è un dettaglio infatti da sottovalutare. Si tratta, a ben vedere, del primo elemento che viene esaminato dal recruiter. Ci sono diversi accorgimenti che consentono di scegliere la foto giusta per il curriculum partendo dalla postura fino allo sfondo: tutto conta.

le competenze extra lavorative come scriverle al meglio nel curriculum.

Le esperienze extra lavorative non sono direttamente collegate all'attività professionale per cui si è inviato il curriculum, ma spesso tornano utili e ci permettono di sottolineare una serie di soft skill che riteniamo strategiche. Se ad esempio pratichiamo uno sport di squadra, inserirlo all’interno dei nostri hobby può suggerire al recruiter la nostra capacità e propensione al lavorare in team.

il curriculum del futuro.

L'elaborazione di un curriculum non è un processo statico ma in continua evoluzione. Già si può ragionare su quello che sarà quello richiesto tra un decennio o poco meno. Per non arrivare impreparati basti sapere che, molto probabilmente, sarà interattivo e realizzato attraverso un vero e proprio assistente personale collegato ad un'intelligenza artificiale. 

vuoi sapere come creare un curriculum?

leggi i nostri consigli