costruisci il tuo personal brand in 7 semplici step

23/05/2017 10:10:39

Oggi il web è diventato il canale principale per cercare e trovare lavoro, quindi è opportuno sfruttarne al meglio le potenzialità per attirare l’attenzione dei recruiter.
Quasi la totalità dei responsabili HR, prima di decidere se contattare o assumere una persona, effettua una ricerca su Google e sui principali social network per capire quale sia la sua immagine online. Proprio per questo motivo è diventato fondamentale creare e curare costantemente il proprio personal brand. 

Ma che cos’è il personal brand? Con questa espressione si intende l’“identità” ben definita e distintiva, non per forza solo digitale, che veicola valori, competenze e abilità di una persona. 
Il personal brand si costruisce con una mirata strategia di personal branding, che consiste in una serie di azioni che hanno lo scopo di promuovere la propria immagine e reputazione online, un po’ come avviene per la promozione di una determinata azienda o di un prodotto specifico. 

Ovviamente, le strategie di personal branding devono portarvi a creare una presenza online e una reputazione che abbiano un impatto positivo su chi cerca informazioni su di voi, in questo caso i responsabili HR. È quindi opportuno curare attentamente la vostra reputazione sul web e mettere in campo specifiche strategie per distinguersi dalla massa di candidati che hanno competenze ed esperienze simili alle vostre. 

Le 7 mosse per costruire un personal brand efficace

  1. Definite chi siete. Il primo step di una buona strategia di personal branding è quello di definire chi si è. Quali sono le vostre competenze, valori, passioni e obiettivi? Questo è il punto di partenza da cui cominciare a pianificare tutte le azioni strategiche per promuovervi online. Se non avete chiaro chi siete e dove volete arrivare, rischierete di attuare strategie confuse che renderanno difficile anche agli altri capire quali sono i vostri punti di forza.

  2. Controllate la vostra reputazione online. Molto probabilmente sul web sono già disponibili informazioni e foto su di voi. Cercate il vostro nome su Google, controllate cosa ne emerge e, se trovate dei contenuti che potrebbero mettervi in cattiva luce, fate il possibile per eliminarli o modificarli.

  3. Gestite il vostro nome. Una buona strategia per intercettare subito l’attenzione di chi vi cerca online è quella di creare un sito web o un blog su di voi, con una URL che contenga il vostro nome e cognome (ad esempio www.mariorossi.com). Questo vi permetterà di controllare meglio la vostra immagine e il modo in cui la percepiscono gli altri.

  4. Pubblicate contenuti di valore. Una volta pronto il sito o il blog, create e pubblicate con regolarità articoli, video e contenuti di qualità, che esprimano chi siete, in che cosa siete bravi e che cosa vi appassiona. Insomma, sviluppate una strategia di content marketing che vi metta in luce e che vi faccia apparire per quel che siete: veri esperti nel vostro settore. Quando pensate a quali contenuti creare, considerate che cosa potrebbe interessare al vostro pubblico di riferimento.

  5. Permettere alle persone di seguirvi. Create un pubblico “affezionato” fornendogli la possibilità di interagire condividendo interessi e punti di vista. Inoltre, permettete a chi vi legge di seguire i contenuti sui social. A poco a poco si creerà una community sempre più ampia che vi farà emergere come una voce autorevole nel vostro settore.

  6. Create relazioni con gli influencer. A vostra volta, cercate le personalità già conosciute nel vostro campo ed entrate in contatto con loro. Questo vi permetterà di farvi conoscere e di ampliare il vostro pubblico potenziale.

  7. Non sottovalutate il potere del passaparola. Persone soddisfatte del vostro lavoro consiglieranno sempre i vostri servizi a qualcuno, in questo caso le vostre capacità e il vostro valore. Questo può innescare una reazione “a cascata” in cui la vostra (buona) reputazione arriverà mano a mano a sempre più persone. Abbiate particolare cura dei clienti, quindi, e vedrete che sarete contattati da un numero sempre maggiore di persone.