welfare aziendale: ecco tutte le novità nella legge di stabilità 2016

23/02/2016 13:19:59

Le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 sono tante e importanti: vediamo nel dettaglio cosa cambia per le imprese e per i lavoratori in materia di welfare e produttività.

Alcuni cambiamenti fondamentali delle norme in vigore dal 1 Gennaio 2016 riguardano il welfare aziendale, ovvero l’insieme di benefit concessi fino a ora solo su base volontaria dall’azienda ai suoi dipendenti sotto forma di servizi e prestazioni, e i premi di produttività erogati nel settore privato ai dipendenti in virtù di performance elevate e alta qualità del lavoro svolto.

Nel primo caso, il welfare aziendale è sostanzialmente potenziato dalla Legge di Stabilità 2016 attraverso tre modifiche dell’art.51 del Tuir. Le nuove norme, infatti, dispongono:

  • il superamento dell’aspetto della volontarietà ai fini della detassazione dei benefit per i dipendenti (arti.51, comma 2, lettera f). Se, in precedenza, l’esenzione Irpef per tutti quei servizi offerti ai dipendenti come asili nido e buoni pasto era prevista solo su base di un atto volontario del datore di lavoro, adesso la stessa esenzione è applicabile per servizi previsti da contratti e regolamenti aziendali;
  • l’estensione dei benefici goduti sia dai dipendenti che dai familiari indicati all’art.12 del Tuir (lettera f-bis) a servizi educativi e d’istruzione anche nell’età prescolare (compresi i servizi di mensa ad essi afferenti), centri estivi o invernali (colonie climatiche) e ludoteche (a fini didattici);
  • l’introduzione (lettera f-ter) dell’esenzione Irpef anche per servizi e prestazioni assistenziali nei confronti di familiari anziani o non autosufficienti.

Tali importanti misure mostrano come si stia procedendo, attraverso la manovra finanziaria, nella direzione di sostenere e favorire il welfare aziendale anche nelle piccole e medie imprese, detassando i servizi e, di fatto, venendo incontro sia all’esigenza di risparmio sul costo del lavoro delle aziende, sia ai bisogni dei dipendenti e alle nuove sfide, come quella dell’anzianità di genitori o parenti, che si troveranno ad affrontare. Saranno in ogni caso gli stessi lavoratori a optare, nell’ambito degli accordi aziendali, per servizi di welfare o per un premio retributivo legato a un incremento di produttività, qualità, efficienza, innovazione.

A tal proposito, la Legge di Stabilità 2016 introduce anche alcune novità proprio sul tema dei premi che, in primis, non saranno conteggiati per la formazione del reddito ai fini del calcolo dell’ISEE.

In particolare:

  • Ripristino della tassazione agevolata al 10% ai fini Irpef dei premi di produttività fino a 2.000€ lordi (2.500 nel caso di aziende che coinvolgano pariteticamente i lavoratori).
  • Innalzamento dei limiti di reddito per godere di tali premi fino a 50.000€ annui (comprendendo in questo modo anche quadri e impiegati).
categorie Norme e Diritti