I lavoratori italiani e la sfida della digitalizzazione

I lavoratori italiani considerano la digitalizzazione un elemento fondamentale per il successo dell’azienda in cui sono impiegati e le competenze digitali indispensabili per restare competitivi nel mercato del lavoro. Tuttavia, due terzi dei dipendenti si sentono scarsamente qualificati in questo campo per riuscire a garantire la propria occupabilità in futuro e soltanto un’impresa su tre dispone di personale adeguato a sviluppare una strategia digitale.

È la fotografia di un'Italia digitalmente in ritardo quella che emerge dal Randstad Workmonitor - l’indagine sul mondo del lavoro condotta da Randstad, secondo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, in 33 paesi delle Americhe, dell’Europa e dell’area Asia-Pacifico, su un campione di 400 lavoratori per ogni nazione, di età compresa fra 18 e 65 anni, che lavorino almeno 24 ore alla settimana – che nel quarto trimestre del 2016 ha analizzato il grado di digital awareness sul posto di lavoro. 

 



Condividi l'infografica sul tuo sito o blog

Copia e incolla questo codice
< torna alla pagina precedente