3 tecniche di leadership collaborativa per accrescere l'engagement dei dipendenti

28/06/2017 18:47:58

Che il coinvolgimento dei dipendenti nei confronti dell’azienda in cui lavorano – il cosiddetto employee engagement - abbia ripercussioni positive anche sul business, ormai è comprovato. Numerose ricerche condotte da esperti hanno rilevato infatti notevoli benefici per le realtà in cui i lavoratori si sentono particolarmente coinvolti nella filosofia e nelle sorti dell’azienda. In questi casi, infatti, essi sono più portati ad impegnarsi, sono più produttivi, mancano dal lavoro meno frequentemente e tendono a portare avanti la loro carriera all’interno dell’organizzazione più a lungo. Tutto ciò si ripercuote positivamente sul ciclo produttivo dell’impresa, ma ottenere questo risultato non è una cosa scontata. 
In che modo è possibile agire, quindi, per accrescere il coinvolgimento degli impiegati verso un employer brand e far sì che siano spronati a impegnarsi e a dare il massimo? 

scopri l'ebook gratuito  l'employer branding in 6 passi 


Un contributo importante è dato dalla capacità di creare una leadership collaborativa che sappia ispirare gli altri. Ecco tre mosse per aumentare la cultura partecipativa all’interno di un’azienda. 

  1. Conoscere se stessi: per riuscire ad ispirare gli altri un leader deve prima conoscere se stesso e ciò che lo sprona a dare il meglio. È opportuno, quindi, effettuare un po’ di autoanalisi sui valori che ci motivano e che ci spingono ad impegnarci. Questo permetterà non solo di individuare i propri punti di forza e le proprie capacità e abilità, ma renderà possibile anche spronare i colleghi a fare lo stesso e aiuterà a capire come motivare al meglio il proprio team di lavoro.
  2. Creare una visione: comunicare agli altri un obiettivo e ispirarli mettendo in luce il modo in cui l’azienda può migliorare le loro vite e quelle degli altri, contribuisce a comunicare la passione per il proprio lavoro e a infondere ai propri colleghi il desiderio di contribuire al successo dell’azienda.
  3. Ottenere il meglio dagli altri: se si sono raggiunti i primi due obiettivi sarà più facile intuire quali sono i migliori metodi per motivare il proprio team riuscendo allo stesso tempo ad assecondare la visione generale della propria azienda. Quando si comprende che cosa ispira gli altri, infatti, diventa più semplice intuire come indirizzare la loro energia.

Questi, dunque, sono tre step davvero importanti per una leadership collaborativa che favorisca la crescita dell’employee engagement e crei un ambiente in cui i dipendenti sono felici di lavorare, condividere idee e ricercare l’innovazione. Queste tecniche, però, presuppongono un buon livello di fiducia nelle persone che lavorano nell’azienda e nel fatto che abbiano a cuore il suo futuro. Questa è infatti una condizione necessaria se si vuole assegnare a loro un certo margine di autonomia e di responsabilità.

categorie Employer Branding