La quantità di Big Data nelle mani delle HR sta crescendo in modo costante: la rivoluzione digitale in atto consente infatti di aggregare tutte queste importanti informazioni e trattare i dati ricavati in modo simultaneo. In questa maniera si sta trasformando sostanzialmente sia il modo in cui si cerca lavoro sia la gestione e la selezione del personale, grazie alla possibilità di analizzare in modo preventivo i rischi e le opportunità in modo completo. La sfida delle HR oggi si gioca tutta sulla capacità di compiere people analytics – o workforce – impostando le corrette analisi di Big Data e ridefinire ogni azione tipica delle risorse umane comprendendo anche le ultime innovazioni tecnologiche che nascono ogni giorno.

I numeri sostituiranno le persone?

Gli algoritmi prodotti dal raggruppamento dei Big Data offrono la concreta possibilità di rafforzare le performance aziendali e di pianificazione in chiave strategica di tutte le azioni tipiche del settore HR, dalla selezione alla risoluzione di problemi interni all’azienda. Le piattaforme digitali dedicate alla gestione integrata dei dati relativi alle risorse umane riescono a produrre una fotografia dettagliata dei talenti, incrociando i dati relativi alla domanda aziendale. 
Il talent management è infatti uno degli aspetti cruciali per cui il mondo HR è chiamato a rispondere. I software producono importanti informazioni sia sui dipendenti che sui talenti da selezionare ma per gli addetti alle risorse umane sarà imperativo integrarsi con le macchine senza per questo sparire. I dati prodotti dovranno infatti sempre essere letti in modo strategico e messi a disposizione dell’azienda e dei dipendenti con soluzioni user-friendly. Come sempre la digitalizzazione offre innumerevoli spunti su cui il personale dovrà lavorare e non perdere il contatto umano si pone come paradigma fondamentale su cui costruire il nuovo sistema di HR.

Talent Management 

Come utilizzare i nuovi strumenti tecnologici nell’ottica del talent management per incrementare l’efficienza della gestione delle risorse umane?

• Scegliere quale piattaforma di gestione integrata di Big Data fa al caso vostro e pianificare una strategia di analytics che consenta di sfruttare al meglio queste informazioni per fare ricerca, selezionare personale, scovare i migliori talenti in circolazione e risolvere vari tipi di problematiche aziendali legate al personale dipendente.
• Dotarsi degli strumenti di recruiting più avanzati per velocizzare i processi di selezione e rendere tutte le attività di HR accessibili anche al personale interessato per accrescere l’uso della tecnologia senza perdere il contatto umano, come l’approccio Tech&Touch sulle tecnologie insegna. 
• Utilizzare il cloud – la nuvola virtuale - per accedere in modo semplice e veloce alle informazioni immagazzinate e trovare in modo pro-attivo ogni soluzione ai problemi riscontrati grazie alle applicazioni nel mondo HR. Usare il cloud vuole dire migliorare l’accessibilità e quindi anche l’utilizzo dei dati, potendo in questo modo compiere ricerche in modo più semplice ed agevole. 

Resta sempre centrale il ruolo della componente umana nel settore HR che dovrà sicuramente aggiornarsi ed essere in grado di porre alle macchine le giuste domande ed essere in grado di analizzare i risultati in modo corretto. Soprattutto dal punto di vista della selezione del personale un algoritmo non potrà mai rispondere in modo completo sulla validità o meno di un talento. Compito delle risorse umane sarà infatti avvalersi degli strumenti digitali senza per questo abbandonare le tradizionali pratiche di recruiting che non spersonalizzano l’intero processo e tengono invece conto di tutte quelle caratteristiche che si possono riscontrare solo dal vivo parlando direttamente con una persona. 

Le varie piattaforme non potranno quindi soppiantare un colloquio a voce con i candidati poiché la personalità di una persona, la capacità di esprimersi e di parlare di sé racconta qualcosa che nessun dato incrociato è in grado di produrre. Le informazioni che arriveranno dalla lavorazione digitale dei Data dovranno infatti affiancare quelle che le HR sapranno cogliere durante lo svolgimento del colloquio o della quotidianità aziendale per quanto riguarda il rapporto tra i dipendenti. La vera sfida della rivoluzione digitale nel mondo HR sarà far convivere tecnologia e competenze umane servendosi di una e dell’altra in modo simultaneo.