in che modo un partner HR può aiutarti a ottimizzare la pianificazione della forza lavoro.

21/06/2021 16:23:01

A seguito dei disagi e delle difficoltà che hanno caratterizzato il 2020, molte aziende guardano al 2021 con ottimismo e con la speranza che l’anno in corso porti con sé giorni migliori e condizioni di mercato più favorevoli. 

Nonostante ci siano buoni motivi per credere che quest'anno sarà meno impegnativo rispetto all'ultimo, è lecito supporre che le aziende, nella maggior parte dei settori, continueranno ad affrontare diversi ostacoli lungo il cammino. 

Per questo motivo è importante porre il talento umano al centro della mission aziendale non soltanto per sopravvivere, ma anche per prosperare nel 2021. Collaborando con un partner HR dedicato ed esperto, è possibile promuovere l'efficienza e ottenere il massimo valore dai dipendenti attraverso una pianificazione efficace della forza lavoro.

Un partner HR aiuta nell'ottimizzare la pianificazione della forza lavoro

pianificazione avanzata della forza lavoro. 

La pianificazione della forza lavoro è sempre importante, indipendentemente dalle condizioni esterne o dalle priorità interne che definiscono le funzioni aziendali in un dato momento. Diventa però essenziale durante periodi di difficoltà, incertezza o cambiamento, come quelli che le aziende stanno attraversando attualmente a causa del COVID-19.  

Quando si affrontano sfide come le improvvise fluttuazioni della domanda dei clienti o i cambiamenti forzati nel modo in cui ci si aspetta che le persone lavorino, una pianificazione efficiente della forza lavoro diventa indispensabile. Può infatti aiutare a:

  • ridurre i costi del lavoro;
  • garantire una distribuzione ottimale dei talenti disponibili per generare valore per l'azienda;
  • evitare i sovraccarichi di lavoro per favorire la soddisfazione e la fidelizzazione del personale;
  • identificare le opportunità di upskilling, reskilling e sviluppo professionale.

l'importanza della flessibilità.

La flessibilità è un altro concetto che ha assunto maggiore importanza negli ultimi anni e oggi è diventato un aspetto fondamentale per tutte le imprese. Come evidenziato dall'aumento del lavoro contingente e dalla gig economy, si tratta di un argomento chiave. Secondo una ricerca dell'Economist Intelligence Unit sponsorizzata da North Highland, più di sei aziende su dieci prevedono una crescita della collaborazione con lavoratori indipendenti nei prossimi anni. 

Quasi tre quarti (73%) degli intervistati hanno dichiarato di avere in atto qualche tipo di trasformazione, sottolineando l'esigenza di flessibilità, mentre due terzi hanno bisogno di adattarsi a un contesto imprenditoriale più instabile.

Una strategia efficace per l'acquisizione e la distribuzione di lavoratori flessibili nelle aree in cui sono più necessari porterà risultati positivi, tra cui:

  • risparmio sui costi, poiché si pagherà solo per la risorsa di cui si ha bisogno quando serve;
  • acquisizione di competenze specifiche per determinati progetti o esigenze a breve termine;
  • agilità e adattabilità. 

Al fianco di un partner HR esperto, si ottiene tutta la sicurezza di adottare il giusto approccio alla pianificazione della forza lavoro e di trarre il massimo vantaggio dalla flessibilità.

risparmio di tempo e denaro.

La maggior parte delle aziende, in particolare le piccole imprese, ha un budget limitato e deve valutare attentamente la spesa per le risorse umane. Questa include tanto la quantità di tempo dedicata a processi chiave, come il recruitment, quanto gli investimenti finanziari. 

Se si pubblica un'offerta per una posizione libera e ci si ritrova improvvisamente con una miriade di candidature, ad esempio, si dovrà dedicare molto tempo a esaminare curriculum e a trovare i candidati più idonei a passare alla fase successiva. Tutto ciò avverrà ancora prima dei colloqui e delle valutazioni, rischiando di rivelarsi altrettanto dispendioso in termini di tempo. 

Collaborare con un'azienda specializzata in recruitment è uno dei modi più affidabili per ottimizzare la spesa e ridurre le inefficienze nelle assunzioni e in altre funzioni chiave della gestione delle risorse umane. In questo modo è possibile contare sul supporto di professionisti con una profonda esperienza in processi analoghi. 

Un partner HR, inoltre, è costantemente aggiornato sulle tendenze e sulle tecnologie all'avanguardia che potrebbero rivoluzionare il processo di assunzione. I chatbot, ad esempio, hanno dimostrato di ridurre i costi per assunzione fino al 90% rispetto ai metodi di ricerca tradizionali. 

In Randstad, la prima fase della collaborazione con un nuovo cliente consiste nel comprendere a fondo la sua attività e gli obiettivi, i punti critici e le priorità principali. Ciò permette di ottimizzare le pratiche di recruitment per risparmiare tempo prezioso e ridurre i costi.

esperienza e competenze. 

Per una piccola impresa destreggiarsi nel mercato del lavoro, identificare i talenti di cui ha bisogno, esaminare i candidati e assumere le persone giuste può essere scoraggiante. Tuttavia, è importante procedere efficacemente: l'assunzione di risorse inadeguate può incidere notevolmente sulla tua attività.

Se non ci si sente a proprio agio nell'occuparsi autonomamente delle assunzioni, l'esternalizzazione a una società di recruitment è la scelta più saggia. Quando ci si affida a un partner esperto, che ha esaminato a fondo tutte le esigenze e vanta esperienza nel soddisfare le aspettative di aziende simili, si ha la sicurezza di trovare le risorse più adatte.  

Inoltre, si può avere accesso a metodi e tecnologie di valutazione innovativi, come gli strumenti psicometrici "gamificati" impiegati da Pymetrics, per determinare con consapevolezza se i candidati sono idonei al ruolo in questione e all’la attività dell’azienda.  

Un partner HR garantisce la tranquillità di un collaboratore profondamente integrato nel settore in cui si opera e informato sulle principali tendenze del momento, dalle tecnologie più potenti alle nuove modalità di lavoro richieste dalle risorse.  

Randstad vanta 60 anni di esperienza nel soddisfare le esigenze di recruitment e in termini di talenti dei datori di lavoro in vari settori.

ricerca di talenti specializzati. 

Colmare le lacune in termini di competenze è una sfida attualmente complessa per molte aziende. Alcune stime suggeriscono che la carenza di talenti potrebbe portare a 85 milioni di posti di lavoro scoperti e perdite pari a 8,5 mila miliardi di dollari in entrate annuali entro il 2030.  

È un aspetto particolarmente problematico per le piccole imprese, che non dispongono delle risorse finanziarie per competere con le organizzazioni di maggiori dimensioni. Secondo una ricerca di LinkedIn, l'84% delle aziende con meno di 200 dipendenti indica che la principale difficoltà legata alle assunzioni consiste nel trovare un numero soddisfacente di candidati qualificati.

Grazie alla collaborazione con una società di recruitment affermata, è possibile avere accesso a una rete ampia e diversificata di talenti, che consente  di trovare più facilmente e rapidamente le risorse di cui si ha bisogno. 

Ciò sarà fondamentale per le organizzazioni che vogliono prepararsi al futuro e a tutte le potenziali sfide e opportunità che le aspettano, acquisendo competenze altamente richieste e di nicchia che si riveleranno fondamentali per le modalità operative delle aziende. Ecco alcuni dei ruoli specializzati che acquisiranno maggiore importanza nei prossimi anni:

  • specialista della sicurezza informatica;
  • ingegnere di soluzioni cloud;
  • progettista UX;
  • ingegnere esperto in IA/elaborazione del linguaggio natural. 

stai cercando risorse qualificate per aumentare le tue opportunità di successo nel 2021?

scarica la guida per la gestione del personale

Andrea Tonin

Andrea Tonin

Area Manager Randstad Italia

A seguito della Laurea in Diritto Amministrativo, con tesi sulle Autorità di regolamentazione dei Servizi di Pubblica Utilità, decide di dedicarsi al mondo delle risorse umane occupandosi di start up di Apl nel nordest.
Entra in Randstad nel 2014, coordinando lo sviluppo commerciale di clienti direzionali per le regioni Veneto e Friuli.
Dal 2015 supporta le filiali di diversi territori con il ruolo di Area Manager, ruolo prima ricoperto in Puglia e successivamente in Marche, Abruzzo, Romagna ed Umbria.
Dal 2017 sempre per Randstad è Area manager delle filiali in provincia di Bologna e Ferrara con l'obiettivo di consolidare Randstad come punto di riferimento del mercato del lavoro nel territorio di appartenenza.

stai cercando risorse qualificate per aumentare le tue opportunità di successo nel 2021?

scarica la guida per la gestione del personale