tutte le sfide HR nella ‘nuova normalità’ aziendale.

09/10/2020  08:00:00

Aiutare le aziende e il loro personale ad affrontare la nuova normalità dettata dalla pandemia: è questa la sfida senza precedenti che dovranno affrontare nel prossimo futuro i manager HR.

L’emergenza Coronavirus ha avuto, inevitabilmente, un impatto enorme su innumerevoli industrie di tutto il mondo. La sopravvivenza stessa di alcune aziende è stata messa a rischio da un forte calo della domanda, che ha determinato la conseguente scomparsa di milioni di posti di lavoro.

Le realtà che sono riuscite ad andare avanti lo hanno fatto adeguandosi, prima di altre, al nuovo contesto che, secondo McKinsey, sarebbe determinato da quattro punti chiave:

●       Metamorfosi della domanda

●       Una forza lavoro alterata

●       Incertezza regolamentare

●       Comprensione del virus

Per gli uffici HR, la priorità è, al momento, quella di elaborare una strategia per la ripresa del lavoro che trovi un equilibrio tra la continuità aziendale, la salute e le esigenze dei dipendenti.

Tutelare la salute

Tra le sfide più impellenti per i datori di lavoro c’è sicuramente quella di garantire la sicurezza e il benessere sul posto di lavoro ai propri dipendenti: un obiettivo reso più complesso dalle implicazioni per la salute dettate dalla pandemia.

La difficoltà principale è quella di superare la riluttanza di alcuni lavoratori a rientrare fisicamente al lavoro per il comprensibile timore di essere maggiormente esposti al contagio. Questo timore è stato evidenziato, in particolare, dalla Society for Human Resource Management, secondo la quale alcuni dipendenti essenziali si sarebbero rifiutati di rientrare perché preoccupati dai rischi connessi. Il ruolo HR a tal proposito risulta fondamentale. Il primo passo, probabilmente il più importante, dovrebbe essere quello di avviare un dialogo costruttivo con i dipendenti che manifestino disagio per il rientro sul posto di lavoro. Come? Ascoltando le loro preoccupazioni e illustrando le misure di sicurezza messe in atto per tutelarli e proteggerli dal contagio.

Le fonti dalle quali attingere per ottenere informazioni sulle misure di protezione necessarie nei vari settori industriali sono molteplici:

●       Il governo

●       Enti industriali

●       Sindacati

●       Autorità sanitarie

Il settore dei servizi HR, guidato da Randstad e da altri leader nel campo delle risorse umane, ha collaborato per produrre delle linee guida per il rientro al lavoro in tutta sicurezza nella nuova normalità.

Mantenere la capacità della forza lavoro

Dal benessere e dalla sicurezza dei dipendenti deriva direttamente una seconda sfida per gli uffici HR in tempi di Covid-19: garantire che ci sia sufficiente forza lavoro per riprendere le attività e generare ricavi.

In questo 2020 la pandemia ha causato indirettamente una crescita significativa della disoccupazione globale. La pesante recessione economica, infatti, ha imposto tagli del personale a molti datori di lavoro. Questo fattore, abbinato alla riluttanza di alcuni dipendenti a tornare in ufficio per il timore del contagio, ha comportato gravi limiti di capacità. Le lacune nella forza lavoro hanno accelerato un’evoluzione già in atto da diversi anni, che si è tradotta in un più assiduo ricorso alla gig economy e ad una strategia flessibile di staffing.

Tra i principali vantaggi di un approccio di questo tipo c’è la possibilità di acquisire le competenze e le persone di cui c’è bisogno con la massima velocità e redditività. Coinvolgere lavoratori contingenti, infatti, può garantire le risorse umane necessarie senza richiedere il tempo e l'impegno finanziario di un'assunzione a tempo indeterminato.

Gli altri scenari della ‘nuova normalità’

Un altro aspetto da tenere in considerazione, infine, è la gestione delle modalità di lavoro. Molti dipendenti in smart working durante il lockdown potrebbero, ad esempio, voler continuare a lavorare in remoto, qualora ce ne fosse la possibilità. A tal proposito, Randstad ha prodotto una guida che approfondisce questi e altri argomenti e fornisce ulteriori indicazioni su come sarà possibile muoversi in questo ambiente aziendale senza precedenti.

Vuoi saperne di più sulle nuove sfide hr?

leggi la guida