hai appena cambiato lavoro? ecco i 6 comportamenti che non dovresti assumere né subito, né mai.

10/05/2016 09:36:55

È inutile negarlo: in un nuovo ambiente di lavoro si entra sempre con un po’ di sana agitazione, oltre che con una buona dose di entusiasmo. È del tutto comprensibile: è risaputo che gli occhi sono sempre puntati sul nuovo arrivato, per pura curiosità o - purtroppo, talvolta - con fare sospettosamente inquisitorio. Proprio per questo, è opportuno non lasciare che il nervosismo da “matricola” prenda il sopravvento sulla professionalità. 

Ecco quindi un utile vademecum da seguire alla lettera: 6 comportamenti da evitare accuratamente al momento di fare il tuo ingresso in un nuovo ambiente di lavoro. E che neanche in seguito dovresti mai assumere!

Parlar male del precedente lavoro o fare paragoni

Mettere in cattiva luce l’azienda per cui hai lavorato in precedenza non è affatto professionale. Anche se l’esperienza non è stata delle più esaltanti, è sempre opportuno tenere a freno la lingua e non abbandonarsi a sfoghi distruttivi. I tuoi nuovi datori di lavoro potrebbero pensare: “Chissà cosa dirà di noi quando se ne andrà di qui”. Allo stesso modo, parlare dell’esperienza precedente come di un modello da seguire - in termini di organizzazione del lavoro, ad esempio - è il modo migliore per attirarsi le antipatie di tutti.

Assumere un atteggiamento di superiorità rispetto ai colleghi

Essere sicuri di sé e delle proprie competenze è fondamentale, ma la fiducia in se stessi non deve trasformarsi in arroganza. Sminuire il lavoro altrui - peggio ancora se quello del proprio predecessore - è segno di immaturità, così come mostrare di sapere già tutto dell’azienda e delle persone che ci lavorano è indice di presunzione. Allo stesso modo, il rispetto di gerarchie e anni di esperienza è cruciale. 
Desiderare di mettere le proprie abilità al servizio della nuova azienda è naturale ma, nel farlo, non si deve mai prevaricare né cercare di imporre la propria visione ai nuovi colleghi. Le parole d’ordine sono sempre: condivisione, confronto e umiltà.

Esprimere giudizi non richiesti 

Soprattutto all’inizio, l’atteggiamento migliore da assumere si riassume in una sola frase: parlare poco, ascoltare molto. Pronunciarsi su attività e procedure che ancora si conoscono poco, magari giudicandone l’efficienza e la produttività, non è affatto consigliabile nei primi tempi - a maggior ragione se si tratta di attività che non sono di propria competenza. Hai tutto il tempo per farlo in seguito, quando avrai avuto modo di conoscere tutto e tutti più a fondo e anche gli altri si saranno fatti un’idea più chiara di te. A questo punto, anzi, non solo potrai esprimerti e proporre cambiamenti e migliorie, ma dovrai farlo: la famosa proattività! 

Tempestare di domande i colleghi

I primi tempi non aver timore di fare domande è importante per chiarirsi subito le idee, ma non puoi neanche aspettarti che il collega incaricato di insegnarti il lavoro o, peggio ancora, il tuo responsabile, sia sempre a tua disposizione! Abbi il senso delle priorità e degli impegni altrui, solleva solo dubbi reali per non infastidire inutilmente con quesiti poco opportuni e rallentare così il flusso di lavoro.

Fare gossip sui colleghi

Socializzare con educazione e discrezione è un must. Quando ci si appresta ad inserirsi in un nuovo gruppo di persone e si ha a che fare con nuovi colleghi, la cosa peggiore che si possa fare è abbandonarsi a pettegolezzi inutili. Se desideri approfondire la conoscenza di qualcuno, rivolgiti a lui direttamente, partecipa alle conversazioni per ascoltare ciò che ha da dire e, se ti interessa realmente, esprimi la tua posizione per farti conoscere meglio da lui. Non chiedere mai ad altri com’è il tuo capo o un altro tuo collega: scoprilo da te! 

Mostrare trascuratezza

La trascuratezza è indice di poco interesse e rispetto altrui. Ordine e precisione rappresentano sempre un punto a favore e non riguardano solo l’aspetto puramente estetico, che pure è importante, ma anche il piano mentale. Il che significa che puntualità, ordine sulla scrivania, suoneria del cellulare disattivata sono particolari della tua presentazione in un nuovo ambiente che non puoi permetterti di trascurare.