quali sono i benefit aziendali più apprezzati dai lavoratori.

12/05/2021  11:30:00

Tra i principali obiettivi dei responsabili HR c’è quello di attirare e fidelizzare i migliori talenti all’interno del proprio team. Non si tratta di un semplice slogan, ma di un aspetto fondamentale per ottenere vantaggi competitivi nei confronti delle aziende concorrenti.

Come dimostra l’Employer Brand Research 2021 di Randstad, tra i fattori più attrattivi, in particolare per le generazioni più giovani, ci sono sicuramente i benefit aziendali che un’organizzazione è in grado di offrire ai propri dipendenti.

La ricerca sottolinea come un'interessante offerta di benefit, insieme ad una retribuzione adeguata, siano considerate tra i 3 criteri più importanti nella scelta di un datore di lavoro. Un dato che conferma il trend già ben evidenziato nello stesso studio dell'anno precedente. Più importanti dei benefit, infatti, troviamo solo, al secondo posto, un'atmosfera di lavoro piacevole e, in prima posizione, un buon equilibrio tra vita lavorativa e vita privata (leggi anche: perché i dipendenti scelgono di restare in un’azienda?).

Dall’assistenza sanitaria agli orari di lavoro flessibili, passando per buoni pasto e bonus viaggi, andiamo a scoprire quali sono i benefit più apprezzati dai lavoratori italiani.

benefit aziendali

benefit aziendali: cosa sono e in cosa consistono.

Con benefit aziendale si intende un insieme di beni e servizi che il datore di lavoro mette a disposizione dei propri dipendenti al di fuori della busta paga. Rappresenta, quindi, un compenso erogato in forme alternative alla mera retribuzione in denaro.

Obiettivo dei benefit aziendali è quello di migliorare:

I benefit aziendali si possono tradurre in diverse forme di assistenza. Tra i più apprezzati e utilizzati troviamo, in particolare: 

  • assistenza sanitaria integrativa;
  • sconti e convenzioni con palestre e centri benessere;
  • corsi di formazione interni;
  • sconti sullo store aziendale;
  • flessibilità sugli orari di lavoro.

l'importanza della flessibilità degli orari con il Covid-19.

Il Covid-19 ha rivoluzionato la vita degli italiani in molti modi, influenzando anche le modalità di svolgimento della prestazione lavorativa. La flessibilità è diventata, durante la pandemia, un elemento imprescindibile in molti settori: un dipendente su due ha potuto scegliere se lavorare in modalità smart working / da remoto. Questa opportunità, fino a poco fa considerata accessoria, è oggi diventata - proprio a causa dell’emergenza - un passaggio quasi obbligato, cui difficilmente i lavoratori sono disposti fare a meno. 

Il Randstad Employer Brand 2021 ha dedicato un focus a questo argomento, sottolineando come il 39% dei dipendenti italiani sia attratto dalla possibilità di continuare a lavorare da remoto. La ricerca mostra come in particolare le donne (43%) e i dipendenti altamente istruiti (47%) siano maggiormente "inclini a classificare questo specifico criterio come più importante".

l'importanza dei benefit in base all'età, al genere e all'incarico.

Per impostare una strategia di employer branding efficace, è importante considerare come le esigenze - in termini di benefit e welfare - cambino di generazione in generazione e a seconda della posizione occupata in azienda. 

Secondo quanto emerso dall’indagine, la qualità dei benefit ha un peso maggiore per chi rientra nella fascia di età tra i 25 e 34 anni (ovvero i cosiddetti millennials), mentre è meno rilevante per chi ha superato i 55 anni (i boomer).

Differenze si riscontrano anche in base al livello di istruzione.  Per i lavoratori che hanno un livello di istruzione medio-alto (dal diploma superiore in su), la presenza di benefit interessanti nell’offerta di lavoro ha un peso molto maggiore rispetto a quanto avviene per chi ha un grado di istruzione inferiore.

Anche la mansione di lavoro è indicativa. Gli impiegati sono in media più attenti, rispetto agli operai, nel valutare il peso dei benefit quando si tratta di prendere in considerazione un’opportunità lavorativa.

È invece sostanzialmente identica l'attenzione dedicata ai benefit se si considera il genere: non ci sono differenze rilevanti tra uomo e donna nel valutarne l'importanza. 

scopri i risultati del randstad employer brand 2021

scarica il report