naspi 2018 inps: guida aggiornata e calendario pagamenti.

14/03/2017 16:10:37

Uno decreto attuativo del Jobs Act ha istituito una nuova forma di indennità di disoccupazione, ovvero la cosiddetta NASpI 2018 Inps, che spetta a chi durante l’anno ha perso il proprio lavoro in modo involontario. Nel caso, quindi, un dipendente si ritrovi senza lavoro, dal 2015 può riceve questo sussidio universale. Le indicazioni contenute nella NASpI 2016 sono state aggiornate: ecco una guida completa e aggiornata all’indennità di disoccupazione.  

NASpI 2018 Inps: destinatari e requisiti

Possono accedere al sostegno NASpI 2018 tutti i lavoratori dipendenti, gli apprendisti e i soci di una cooperativa. Al contrario, il sussidio non è previsto per gli operai del settore agricolo e le risorse assunte con contratto a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni. Per ottenere il sostegno, i richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

• perdita del posto di lavoro per motivazioni non dipendenti dalla propria volontà;
• aver accumulato tredici settimane di contribuzione nei 4 anni precedenti alla disoccupazione;
• aver lavorato per almeno 30 giorni nei 12 mesi precedenti alla disoccupazione. 

Per presentare la domanda e ricevere la NASpI 2018 Inps, il lavoratore dovrà dichiarare a un centro per l’impiego di essere disponibile per le misure di politica attiva del lavoro. Se si ha un lavoro, ovviamente, non si può prendere la disoccupazione, ma c’è un’eccezione: le prestazioni occasionali prevedono la possibilità di percepire la NASpI 2018. 

Condizione necessaria per accedere al sussidio di disoccupazione è lo stato involontario della perdita di lavoro. Anche in questo, però, esistono delle eccezioni. È possibile dimettersi e avere il sostegno:

• nel periodo di maternità tutelato;
• quando vengono a mancare le condizioni minime per poter lavorare, ad esempio, quando il datore di lavoro non paga più lo stipendio;
• quando l’azienda propone uno spostamento della sede di lavoro di oltre 50 km dall’indirizzo di residenza del lavoratore, oppure se sta a 80 minuti di servizio pubblico;
• nel caso in cui ci sia una risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.  

Calcolo NASpI 2018: quanto spetta?

Qual è il calcolo della NASpI 2018? Quanto spetta al lavoratore? Per capire a quanto ammonta la disoccupazione è necessario avere un estratto del conto previdenziale. Il calcolo non è semplicissimo. Bisogna, infatti, sommare le retribuzioni imponibili ai fini Inps degli ultimi 4 anni di lavoro, dividere il risultato per il numero di settimane di contribuzione e infine moltiplicare il tutto per il coefficiente 4,33. L’indennità di disoccupazione non può in alcun caso essere superiore a 1.314,30 euro al mese. 

Ecco un esempio del calcolo NASpI 2018:

  • Imponibile previdenziale = 40.000€
  • Settimane lavorate negli ultimi 4 anni: 104
  • (Imponibile previdenziale / numero di settimane lavorate) * 4.33 (40.000 / 104) * 4.33 = 384.16 * 4.33 = 1.663,41
  • Essendo la retribuzione mensile ottenuta superiore a 1.208,15 euro è necessario considerarne il 75% e aggiungere il 25% della differenza tra la retribuzione mensile e il predetto importo - 1.208,15 * 75% = 906,11 - 1.663,41 – 1.208,15 = 455,26 * 25 % = 113,81
  • L’importo mensile di NASPI spettante è pari ad euro 1.019,82 = (906,11 + 113,81 = 1.019,92)

Quanto dura la NASpI 2018

A questo punto la domanda è: quanto dura la NASpI 2018? Una risposta univoca non esiste. Per sapere per quanto tempo il lavoratore potrà beneficiare del sussidio di disoccupazione bisogna calcolare quanti contributi sono stati versati nei precedenti 4 anni. La durata massima del contributo è 2 anni. 

Per ottenere il sussidio, il lavoratore dovrà presentare la domanda all’Inps entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. Le modalità di richiesta sono tre:

• con PIN personale attraverso l’accesso ai servizi online per il cittadino;
• grazie alla consulenza di un intermediario abilitato;
• tramite il numero verde Inps 803164 gratuito da fisso e 06164164 da mobile.

Data pagamento NASpI 2018

E ora un ultimo quesito a cui dare risposta. Quando è prevista la data del pagamento NASpI 2018? Purtroppo non esiste un vero e proprio calendario del pagamento NASpI. Tutto cambia in base alla data in cui si è presentata la domanda, dai tempi di pagamento della sede e da quelli di lavorazione della pratica. Possiamo dire che comunque prima di ricevere i soldi passerà almeno un mese.