comprendere e gestire l’assenteismo.

scarica la guida

Quando un’azienda incontra numerose difficoltà nel rispettare le scadenze dei progetti, perché membri del team non si presentano a lavoro o non sembrano essere particolarmente concentrati nello svolgere i propri compiti, ci potrebbe essere un problema sistemico di assenteismo o presenzialismo.

Di seguito, descriveremo i due concetti e vedremo come contenere sia l'assenteismo che il presenzialismo per aumentare la produttività della forza lavoro di un’organizzazione.

che cos’è l’assenteismo?

Si parla di assenteismo quando i dipendenti tendono ad assentarsi regolarmente dal lavoro senza un motivo valido. Le assenze giustificate, come le ferie pianificate e le emergenze familiari, non sono considerate assenteismo.

quali sono le cause dell’assenteismo?

In alcuni casi, l'assenteismo è il sintomo principale di una malattia cronica non diagnosticata. La maggior parte delle volte, tuttavia, l'assenteismo si verifica a causa di:

  • disturbi mentali: secondo un recente studio di follow-up di 12 mesi condotto negli Stati Uniti dal National Institute of Occupational Safety and Health una delle principali cause di assenteismo è la depressione
  • bullismo: i dipendenti che subiscono molestie sul lavoro possono assentarsi per sfuggire alla situazione sgradevole
  • mancanza di motivazione: i dipendenti sono demotivati, scontenti o annoiati al lavoro
  • burnout: quando le persone sperimentano stress ed esaurimento per un lungo periodo di tempo, spesso crollano ed entrano in crisi
  • accudimento di persone dipendenti: chi ha bisogno di prendersi cura di genitori anziani, parenti disabili e bambini a volte è costretto a chiedere congedi extra dal lavoro (leggi anche: caregiver familiare, quando l’amore è un impegno)

Claudio soffre di depressione, ma non ne riconosce i sintomi. Sentendosi spesso stanco e demoralizzato, si assenta regolarmente per malattia.

Esempio 1

Giorgia viene spesso criticata per la sua performance da Marco, il suo collega di lavoro, che le rivolge anche avances indesiderate quando il responsabile non è presente. Intimidita dalla situazione, Giorgia evita spesso di recarsi in ufficio.

Esempio 2

che cos’è il presenzialismo?

Si parla di presenzialismo quando i dipendenti sono presenti, ma non sono produttivi. Anziché svolgere le proprie mansioni in modo efficiente, fissano il vuoto, chattano, navigano su Internet o fanno pause prolungate lontano dalla scrivania. Il presenzialismo è più difficile da definire rispetto all'assenteismo, poiché i dipendenti sono fisicamente presenti, ma sono mentalmente distaccati.

quali sono le cause del presenzialismo?

Il presenzialismo è un fenomeno piuttosto comune sul posto di lavoro e lo è anche quando i dipendenti lavorano a distanza. Dato che è più difficile da quantificare, se ne parla meno rispetto all'assenteismo, ma è altrettanto diffuso. Alcuni dei motivi principali del presenzialismo includono:

  • giorni di malattia insufficienti: se i dipendenti non possono usufruire dei giorni di malattia o li hanno esauriti, potrebbero recarsi al lavoro anche quando sono molto malati
  • senso di lealtà: le persone che non si sentono in grado di lavorare per un qualsiasi motivo potrebbero comunque recarsi sul posto di lavoro per una questione di lealtà nei confronti di un responsabile o dell'azienda
  • carenza di personale: a volte i dipendenti malati o altrimenti indisposti si presentano al lavoro per sopperire a una carenza di personale
  • paura di perdere il lavoro: il timore delle possibili ripercussioni di un'assenza spinge le persone a recarsi al lavoro anche quando non sono in grado di svolgerlo al meglio
  • convinzione di essere insostituibili: quando i dipendenti gestiscono la maggior parte del lavoro o delle responsabilità nei rispettivi reparti, possono avere difficoltà ad assentarsi anche se ne hanno realmente bisogno

Davide è malato da un po' di tempo, ma ha esaurito i giorni di malattia e non può permettersi di prendersi ferie non retribuite. Continua a recarsi al lavoro, ma le sue prestazioni sono al di sotto della media.

Esempio 1

Paola è l'avvocatessa più esperta del suo studio. Ha l'influenza, ma decide di andare comunque al lavoro perché l'idea di affidare i suoi casi ai colleghi non la fa sentire tranquilla.

Esempio 2

come influiscono l’assenteismo e il presenzialismo sulle aziende?

Tanto l'assenteismo quanto il presenzialismo sono fonte di problemi in qualsiasi organizzazione. Quando i dipendenti si assentano, i colleghi sono costretti a farsi carico del lavoro in più. Quando si presentano, ma non sono in grado di svolgere al meglio i loro compiti, commettono errori o lasciano il lavoro in sospeso. In entrambi i casi, la produttività complessiva diminuisce e la situazione deve comunque essere presa in mano da altre persone.

In termini più concreti, l'assenteismo e il presenzialismo comportano entrambi una perdita di profitto. Secondo un recente sondaggio condotto dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), l’assenteismo costa ai datori di lavoro statunitensi oltre 225,8 miliardi di dollari (186 miliardi di euro) all'anno. Per calcolare questa cifra, i CDC hanno condotto un'analisi di vari fattori di rischio e hanno riscontrato perdite economiche concrete associate a ciascuno di essi.

La situazione non è migliore in altri Paesi occidentali. Nel Regno Unito, ad esempio, un'analisi del Centre of Economic and Business Research del 2017 ha stimato che il costo complessivo delle assenze non autorizzate è di 18 miliardi di sterline (14,8 miliardi di euro). Secondo gli esperti del settore, questa cifra potrebbe arrivare a 26 miliardi di sterline (28,7 miliardi di euro) entro il 2030.

Per quanto riguarda il presenzialismo, negli ultimi anni non sono state svolte molte ricerche circa il costo finanziario del problema, che pertanto è difficile da stimare con precisione. Nel 2002, un sondaggio telefonico chiamato American Productivity Audit ha tuttavia stimato un costo annuale associato al presenzialismo pari a 150 miliardi di dollari. Uno studio analogo condotto nel 2002 in Europa ha stimato i costi associati al solo stress legato al lavoro in 20 miliardi di euro all'anno e l'impatto finanziario delle malattie legate al lavoro tra 185 e 289 miliardi di euro all'anno.

Dato che i fattori di rischio come depressione, diabete e altri problemi di salute sono in aumento nei Paesi industrializzati, possiamo tranquillamente supporre che l'impatto finanziario del presenzialismo sia oggi superiore rispetto all'inizio del secolo.

come ridurre assenteismo e presenzialismo.

I costi diretti e indiretti associati ad assenze o cali di prestazione sono considerevoli, in particolare per le piccole e medie imprese. Il contenimento di assenteismo e presenzialismo da parte dei datori di lavoro comporta pertanto vantaggi tangibili, tra cui:

  • Riduzione delle spese relative al personale
  • Miglioramento del morale dei dipendenti
  • Maggiore produttività

La soluzione al problema e quindi la definizione di un nuovo percorso verso la produttività implicano diverse strategie, come pianificare in anticipo, ascoltare i dipendenti e fornire supporto. Vediamole in dettaglio:

  • incoraggiare i dipendenti a curarsi a casa: i dipendenti che si ristabiliscono a casa finiscono per costare meno ai rispettivi datori di lavoro, poiché non contagiano i colleghi e non producono risultati al di sotto della media, che richiedono interventi correttivi
  • controlli gratuiti per i disturbi più comuni: i programmi di screening a livello aziendale per patologie come diabete, cancro o ipertensione possono aiutare a rilevare i problemi di salute prima che diventino talmente gravi da influire sulla presenza dei dipendenti
  • programmi di supporto professionale: i dipendenti che ricevono supporto per le condizioni di salute croniche tendono a essere più positivi e produttivi, con livelli di presenza e concentrazione che migliorano di conseguenza
  • opzioni di assistenza all'infanzia: i dipendenti con bambini traggono enormi benefici quando i datori di lavoro offrono opzioni di lavoro flessibile. Le soluzioni di lavoro da casa o part-time contribuiscono inoltre a incrementare la produttività

randstad può aiutarti.

In un mondo dominato dalla tecnologia, a volte le persone vengono lasciate indietro. In questo contesto, è importante sfruttare tutti i vantaggi della tecnologia senza rinunciare al fattore umano.

L’obiettivo di Randstad è quello di supportare le persone e aiutare le organizzazioni e i loro dipendenti a realizzare il proprio potenziale. A ognuno dei nostri clienti offriamo le tecnologie di recruitment più all'avanguardia, unite a un programma di assunzione personalizzato. 

Siamo convinti che, senza un contatto diretto, le persone tendano a diventare meno produttive nel tempo. Per darti una mano, collaboriamo a stretto contatto con il tuo reparto HR e forniamo informazioni utili per consentire ai responsabili di affrontare tempestivamente assenteismo e presenzialismo.

comprendere e gestire l’assenteismo.

scarica la guida
autore
isabella_demarchi
isabella_demarchi

Isabella Demarchi

inhouse operations director - randstad inhouse services