come diventare assistente di volo: il percorso di selezione

07/12/2016 10:13:58

Come diventare assistente di volo

La figura dell’assistente di volo ti ha sempre affascinato e spesso, durante i tuoi viaggi in aereo, ti sei chiesto se è una professione che ti piacerebbe intraprendere?
Se vuoi saperne di più sulle modalità di assunzione di hostess e steward e sei curioso di conoscere le competenze necessarie per entrare a far parte del cabin crew di una compagnia aerea, ecco qualche informazione che può esserti utile.

Mansioni e competenze del personale di cabina

Quali sono, innanzitutto, le responsabilità di un assistente di volo? Si tratta principalmente di compiti di assistenza della clientela durante tutte le fasi del volo: dall’accoglienza iniziale a bordo dell’aereo all’illustrazione di norme e misure di sicurezza; dall’assistenza nel sistemare i bagagli negli appositi scompartimenti alla distribuzione di riviste, cibo e bevande; dal provvedere alle richieste dei passeggeri alla prestazione del primo soccorso in caso di emergenza.
Il personale di cabina deve insomma far sì che la clientela si trovi sempre a suo agio durante il volo; per questo è indispensabile mostrare gentilezza, cordialità, disponibilità, calma e sangue freddo.


Quali sono le competenze richieste ad un assistente di volo, perché possa svolgere al meglio i suoi compiti? Se si escludono requisiti molto specifici imposti da alcune compagnie aeree (make up particolare, capacità di sollevare un certo numero di kg di peso, divieto di indossare gli occhiali da vista…), queste sono le competenze condivise dalla maggior parte di esse:

  • diploma di istruzione secondaria superiore
  • ottima conoscenza della lingua inglese e, possibilmente, anche di un’altra lingua straniera
  • altezza minima di 1,65 metri per le donne e di 1,70 metri per gli uomini
  • buone capacità natatorie
  • assenza di tatuaggi e piercing visibili

Cabin crew: come avviene il processo di selezione?

Ogni compagnia aerea ha, all’interno del proprio sito web, una sezione dedicata al recruiting - “Lavora con noi” o “Careers” - in cui è possibile trovare informazioni circa eventuali processi di selezione in corso. La maggior parte delle compagnie, infatti, organizza periodicamente giornate di selezione del personale - i cosiddetti “recruitment day” - cui è possibile partecipare previa iscrizione online. Sulla base dei dati forniti al momento dell’iscrizione, la compagnia convoca i candidati per sottoporli a colloqui, individuali e/o di gruppo, che prevedono almeno un test di cultura generale e uno di inglese. Superati i test, il candidato è invitato a frequentare un corso di preparazione a terra della durata di circa 6 settimane.

Il corso può essere a pagamento, gratuito o retribuito; ha per oggetto temi inerenti la sicurezza, il comportamento da assumere in situazioni di emergenza e può includere il conseguimento di un brevetto di nuoto. Al termine del corso di solito ha inizio la fase di praticantato, consistente in 100 ore di volo e in un test finale presso la compagnia aerea finalizzato all’ottenimento del brevetto ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) per assistente di volo, con il quale è possibile iscriversi al relativo Albo e cominciare a lavorare.
In alternativa alla candidatura presso una compagnia aerea, per diventare assistente di volo è possibile seguire i corsi organizzati dagli enti specializzati per sostenere poi l’esame ministeriale direttamente presso l’ENAC.