invio o non invio? la rapida checklist per un curriculum perfetto.

08/08/2017 11:19:01

Checklist curriculum vitae È capitato a tutti di trovarsi a modificare il proprio curriculum vitae proprio prima dell’invio e di controllarlo ripetutamente per paura di inviarlo con qualche errore grammaticale o di battitura. Va bene verificare attentamente che tutte le informazioni inserite siano giuste, ma è ancora più importante farlo con metodo, al fine di ottenere un risultato davvero ottimo.

Ecco allora una pratica e veloce checklist per revisionare il tuo CV in poco tempo, prima che arrivi nelle mani del selezionatore aziendale.

Informazioni di contatto

Evita errori grossolani come una lettera sbagliata all’interno di nome e cognome. Controlla poi di aver inserito il giusto indirizzo email, e che questo abbia un nome utente serio e professionale - ad esempio nome.cognome@gmail.com - per non fare una cattiva impressione sin dalle prime righe. Hai cambiato numero telefonico o indirizzo di recente? Ricordati di aggiornare queste informazioni, altrimenti sarà più difficile per l’azienda contattarti.

Foto personale

Aggiungere al CV anche una piccola foto che mostri chi sei è una di quelle scelte che può fare la differenza. Associare un viso alle tue competenze ed esperienze, infatti, aiuterà a renderti più riconoscibile. Evita però foto a figura intera, con sfondi marini o di vacanze in genere, con espressioni troppo ammiccanti o troppo tristi, e foto in cui sei ritratto al cellulare o intento in qualsiasi altra attività. Lo scatto selezionato, infine, non deve essere troppo piccolo, né occupare una porzione eccessiva del tuo curriculum.

Interessi personali, passioni e tempo libero

Scrivere qualcosa di te al di fuori della carriera lavorativa può aiutare il selezionatore a capire chi sei, ma fallo senza esagerare. Anche se questa sezione sembra uno spazio confidenziale, in realtà non lo è affatto. Non scrivere quindi, ad esempio, che ami il cinema e lo sport, perché sono informazioni troppo generiche che non arricchiscono la tua immagine. Sì invece ad esperienze di volontariato, a pratiche di sport a livello agonistico (che faranno trapelare grande costanza ed attitudine al lavoro intenso) e a dare cenni su quelle soft skill che potranno esserti utili anche in ambito lavorativo. 

Lunghezza

L’obiettivo dell’invio del CV è quello di essere selezionati per sostenere un colloquio, occasione in cui davvero si giocherà tutta la partita. Evita quindi di raccontare al suo interno tutta la tua vita, ma seleziona invece le informazioni più interessanti in base all’azienda che visualizzerà il tuo CV. Fai quindi delle ricerche mirate sulla società che ti interessa ed inserisci solo le attività più attinenti alla posizione lavorativa che vorresti occupare. La lunghezza consigliata è di massimo due pagine, scritte in modo ordinato e suddivise per paragrafi, prestando attenzione all’impaginazione.

Formato e nome del file

Il formato word non è la scelta ideale perché non sei certo di come questo sarà visualizzato dall’altra parte dello schermo. Righe che si interrompono proseguendo a capo e spaziature improbabili non sono quello di cui hai bisogno per fare un’impressione di ordine e professionalità. Prima di inviare il tuo CV salvalo in formato PDF e sarai sicuro che tutte le informazioni inserite arriveranno a destinazione così come le hai pensate. Per quanto riguarda il template da scegliere, cerca di evitare il formato europeo, perché sembra non piacere a molti responsabili HR. 
Infine, prima di premere “invio”, controlla come hai nominato il file del tuo CV. Presta attenzione a non lasciare diciture come “nuovo”, “aggiornato” o altre parole scritte di fretta. La scelta migliore è scrivere nome, cognome e al massimo il tuo titolo professionale. Ricordati che il nome dell’allegato sarà la prima cosa che il selezionatore leggerà ancor prima di aprire il file.

Dopo aver controllato attentamente il tuo curriculum in questi pochi e semplici passaggi, rileggilo un’ultima volta per assicurarti che non ci siano errori di battitura e invia. Ora che il tuo CV è davvero impeccabile, ci saranno più possibilità che ti faccia ottenere un colloquio con l’azienda che hai scelto.