somministrazione di lavoro e aggiudicazione di bandi pubblici: la pronuncia del consiglio di stato

08/05/2017 10:07:11

Il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 02014/17 pubblicata il 2 maggio 2017, ha chiarito che, in caso di bandi pubblici aventi ad oggetto la somministrazione di lavoro, il criterio direttivo per l’aggiudicazione degli stessi debba essere quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Nel caso di specie, il Consiglio di Stato si è pronunciato sul ricorso proposto da Randstad Italia ad un bando pubblicato dalla ASL di Salerno per l’individuazione di una Agenzia per il lavoro cui affidare la somministrazione di personale infermieristico e tecnico-sanitario. Il criterio di aggiudicazione scelto dalla Stazione appaltante è stato quello del “prezzo più basso” sul dichiarato presupposto che si trattasse di “servizio con caratteristiche standardizzate”. 

La sentenza del Consiglio di Stato, che ha accolto il ricorso proposto da Randstad Italia e ha annullato il bando, ha chiarito che, trattandosi di contratti relativi ai servizi ad alta intensità di manodopera, l’aggiudicazione debba avvenire “esclusivamente sulla base del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, escludendo l’applicazione del solo criterio di aggiudicazione del prezzo più basso o del massimo ribasso d’asta”. 

categorie Norme e Diritti