un cv digitale per farti notare dai recruiter: tool e consigli.

10/10/2017 17:04:19

CV digitale Quando si deve scrivere un curriculum vitae, è possibile ricorrere ad utili modelli di partenza; ma se da un lato questi modelli permettono di strutturare il proprio resume in modo piuttosto semplice, dall’altra tendono a rendere più difficile distinguersi dalla massa. Se desideri raggiungere questo obiettivo e sei in cerca di un formato più originale e personalizzato per il tuo curriculum, puoi sfruttare alcune soluzioni alternative e di sicuro impatto per trasformare il tuo CV in un curriculum digitale. Scopriamo insieme le soluzioni più accattivanti.

Il curriculum vitae in forma di infografica

Innanzitutto dovrai seguire questi consigli per fare un curriculum che valgono in tutte le situazione, sia quando vuoi presentare un CV classico, sia quando vuoi stupire i recruiter con una versione digitale. Un’opzione decisamente creativa è quella di trasformare il tuo CV in un’infografica colorata e sintetica. Questo formato ti permette di utilizzare diversi tipi di grafici, linee del tempo e diagrammi. Esistono diversi siti Internet che permettono di creare il tuo curriculum in forma di infografica: basta scegliere il template di partenza che ti piace di più e apportare modifiche ai colori, inserire fotografie e immagini.

Una volta terminato il lavoro di compilazione e modifica del layout, alcuni siti consentono poi di condividere il proprio CV online, oppure di salvarlo in formato PDF. Per iniziare a creare il tuo curriculum in formato infografica, puoi ricorrere a siti come visualize.me o visualcv.com, che propongono una serie di grafiche gratuite per costruire il tuo CV originale.

Creare un sito web come curriculum vitae

Una delle soluzioni che sicuramente ti aiuteranno a distinguerti da tanti altri candidati è quella di trasformare il tuo curriculum in un sito web. Quest’opzione permette, infatti, di rendere il tuo resume particolarmente interessante e interattivo, utilizzando grafiche accattivanti e mettendo in evidenza le tue esperienze. Non occorre necessariamente conoscere linguaggi di programmazione per realizzare un sito Internet, in quanto esistono diverse piattaforme che consentono di creare un sito gratuitamente, come WordPress.com o Weebly.com.

Puoi decidere di creare una singola pagina web - una landing page - con una grafica particolare, qualche riga di testo per descrivere chi sei e una foto che rappresenti ciò di cui ti occupi, e all’interno di questa pagina inserire poi un bottone che permette di scaricare il tuo CV in formato PDF.

Se invece desideri spingerti oltre, puoi creare un vero e proprio sito web con una pagina dedicata ad ogni voce del curriculum, quindi alla biografia, le esperienze professionali e/o progetti seguiti, la formazione e i contatti. Puoi anche inserire i collegamenti ai tuoi profili social per rendere il tutto ancora più interattivo e, se ne hai la possibilità, riportare qualche recensione sul tuo lavoro lasciata da collaboratori o da clienti.

Come dominio del sito, ti consigliamo di utilizzare un indirizzo come nomecognome.com, che ti renderà più rintracciabile nel caso i recruiter cercassero il tuo nome sui principali motori di ricerca.

Dare al tuo curriculum vitae un formato digitale ti aiuterà a fare colpo sui selezionatori e a migliorare il tuo personal branding, strategia fondamentale per avere maggiori possibilità di emergere tra tanti candidati e trovare un lavoro che ti soddisfi.

Come creare un CV 3.0

Per strutturare un CV più accattivante, iniziamo dalle basi. Ecco qualche consiglio utile per iniziare a sistemare il tuo curriculum in un’ottica più digitale:

  • Rendilo più semplice che puoi e personalizzalo. Non confondere il tuo lettore con design troppo complessi, un lessico poco fluente o una struttura confusa. Concentrati sulle informazioni più significative e pertinenti che descrivono la tua carriera lavorativa tenendo bene a mente l’azienda a cui stai inviando il CV. Un’informazione specifica che fa capire a quel datore di lavoro che sei un esperto del settore è meglio di un elenco infinito di attività che non gli interessano. Se sai che, ad esempio, quell’azienda pone il servizio clienti come suo valore fondamentale, sottolinea la tua esperienza e le competenze che hai in quel campo.
  • Inserisci le tue soft skills. Non dimenticare di citare tutte quelle competenze trasversali fondamentali come la leadership, il lavoro di squadra, le capacità comunicative e la creatività. Sempre più spesso inserire delle soft skills porta in vetta il tuo CV perché dici qualcosa che molti altri candidati tralasciano.
  • Racconta la tua storia. Non avere paura di superare il limite di una pagina se riesci a mostrare uno scorcio della tua personalità raccontando i risultati che hai raggiunto con altre aziende. Citare un aneddoto particolare potrebbe infatti dare al tuo CV un sapore molto particolare e catturare in questo modo l’attenzione dei responsabili HR. 
  • Fai attenzione alle parole chiave. Se il tuo curriculum passerà sotto lo scanner di un sistema di tracciamento, ma anche nel caso in cui venga letto da qualcuno in carne ed ossa, non dimenticare mai di inserire le parole chiave più pertinenti al tipo di posizione lavorativa che vuoi ricoprire.
  • Non dimenticare il tuo personal brand. Punta tutto su te stesso e cerca di descriverti con frasi che riassumano in modo accattivante il tuo marchio personale. 
  • Rendilo cliccabile. I curriculum inviati in modo elettronico devono essere interattivi e facilmente selezionabili. Se hai un portfolio online o hai pubblicato articoli su altri siti, crea un link con queste pagine per mostrare il tuo lavoro in modo tangibile.
  • Rendi il tuo CV pronto per il mobile. Scegli un modello che si legga bene anche da dispositivi mobili, oltre che da pc, e prima di inviarlo provalo su telefono e tablet dei tuoi amici. Finché questo punto non è sistemato non mandarlo a nessuno, un CV facile da leggere vince su tutti. 

Curriculum 3.0: quali tool digitali utilizzare?

Adesso che hai seguito questi semplici consigli, sei pronto per la parte più eccitante: l’upgrade digitale vero e proprio. Attraverso alcuni tool che abbiamo selezionato potrai rendere il tuo curriculum ancora più moderno ed efficiente. Forse non lo sai ma circa il 90% dei CV viene selezionato attraverso dei sistemi robotici che fanno una scrematura – i cosiddetti Applicant Tracking System (ATS) – prima di essere inoltrato ai responsabili delle HR. Per arrivare sulla scrivania dei selezionatori senza intoppi ed eludere i bot ATS ecco per te i migliori tool digitali per hackerare il tuo CV:

  • Jobscan è in grado di formattare il curriculum in base alla job description che potrai inserire in homepage per fare tutti i test che vuoi finché non sarai soddisfatto del risultato raggiunto. Un’intelligenza artificiale riesce infatti a comparare il tuo CV con la job description e ti dice cosa correggere e cosa eliminare. 
  • VisualCV è un tool gratuito che ti consente di rendere il curriculum un vero e proprio documento digitale come fosse un sito, un pdf che potrai inviare e condividere, un portfolio online o la tua landing page. Davvero molto intuitivo: potrai inserire immagini, file audio, grafici e tutto quello che vorrai e tenere sotto controllo il successo del documento, con tutti gli analytics a tua disposizione.  
  • EnhanCV ti aiuta a selezionare i contenuti da inserire, correggendo anche eventuali errori grazie alla possibilità di condividerlo con i tuoi amici per ricevere importanti feedback. Ti aiuta passo passo a capire, in base alla job description, cosa inserire e cosa evitare in modo categorico. “Customizzazione” ed esportazione sono semplicissime anche per utenti poco esperti.