categorie protette e opportunità lavorative: randstad hopportunities insieme alla lega italiana fibrosi cistica.

01/10/2020 18:59:12

Quello dell'inserimento al lavoro delle persone con disabilità e appartenenti alle categorie protette è un tema molto caro per noi di Randstad, tanto da creare una divisione dedicata: HOpportunities.  Abbiamo, infatti, stretto nel tempo, e continuiamo a farlo anche oggi, partnership con varie associazioni senza scopo di lucro. La finalità è quella di aumentare le possibilità di integrazione lavorativa di persone che spesso non hanno immediato accesso al mondo del lavoro. Tra queste c’è Lega Italiana Fibrosi Cistica (LIFC) che si occupa di garantire una qualità di vita migliore e cure ai malati di fibrosi cistica. 

cos’è la fibrosi cistica.

La fibrosi cistica è una malattia genetica grave molto delicata e poco conosciuta. Riguarda una mutazione del gene CFTR (che regola il movimento del cloro e dell’acqua nelle cellule delle ghiandole mucose) e altera in questo modo le secrezioni di molti organi. I problemi maggiori si hanno a livello di bronchi e polmoni: questa malattia impedisce progressivamente il respiro. 

Come capita spesso in questi casi, in pochi sanno cosa sia la fibrosi cistica e la mancanza di informazione la rende ancora più grave. Ecco perché è la malattia genetica più diffusa. Negli anni sono stati fatti molti progressi, ma la strada da fare è ancora tanta. Si contrae quando un bambino eredita due copie alterate, cioè mutate, del gene CFTR, una da ciascun genitore.

La frequenza dei portatori sani di mutazioni del gene FC in Italia è di circa 1 ogni 25/26 persone. Quando due genitori portatori sani, cioè portatori entrambi di una mutazione, hanno un figlio, esiste 1 probabilità su 4 che il bambino nasca con FC. 

La Lega Italiana Fibrosi Cistica (LIFC) organizza annualmente un forum nazionale dedicato ai pazienti e alle loro famiglie. L’evento rappresenta il principale appuntamento con l’informazione e l’aggiornamento sulla malattia ed ha lo scopo di riunire tutti gli attori nel campo per migliorare la qualità di vita dei malati e dare alla ricerca il sostegno che merita. Da tre anni, la nostra divisione HOpportunities collabora con la LIFC per agevolare l’inserimento lavorativo dei giovani con fibrosi cistica. 

Collaborazione tra Randstad e Lega Italiana Fibrosi Cistica

la collaborazione randstad e LIFC. 

Il progetto nasce dall’esigenza di ampliare le opportunità di lavoro per i giovani pazienti affetti da fibrosi cistica. Molte sono le iniziative che portiamo avanti con l’Associazione, come ad esempio: presenza ai forum nazionali e divulgazione degli annunci di lavoro della specialty HOpportunities dedicati alle categorie protette sul portale LIFC trovoilmiolavoro.it, volto all'inserimento professionale dei pazienti.

 In un contesto sociale mutato dall’emergenza sanitaria, anche quest’anno abbiamo scelto di supportare l’associazione attraverso tre workshop dal tema "Trovo il mio lavoro - Strategie di orientamento professionale per le persone con fibrosi cistica". 

Durante i tre appuntamenti on line, Raffaella Meloni, Specialty Manager Hopportunities, ha illustrato lo scenario attuale del mondo del lavoro, non solo legato alla legge 68/99 che interviene appunto in favore delle persone con disabilità per favorirne l’inserimento in azienda, ma anche alla situazione nata dall'emergenza coronavirus e dal conseguente lockdown. L'obiettivo principale è stato individuare le opportunità che il mercato offre attualmente e quali sono i settori in crescita nonostante la crisi. Parallelamente sono stati offerti alcuni suggerimenti pratici sul modo migliore per gestire il tema della disabilità sia durante il colloquio di lavoro sia nella fase di preparazione del curriculum. Argomenti particolarmente delicati perché si collocano sul labile confine tra privacy e informazioni che necessariamente bisogna fornire ad un potenziale datore di lavoro. 

orientarsi nella ricerca del lavoro, i tre workshop. 

Cercare un lavoro è anche una questione di strategia, nel primo incontro Raffaella ha fornito diversi consigli utili per i candidati disabili, in particolar modo affetti da fibrosi cistica, nella fase di elaborazione del curriculum e di ricerca degli annunci di lavoro. La sessione ha avuto un risvolto pratico e mostrato ai partecipanti come orientarsi in un territorio che a volte può intimorire per la sua complessità. Dai canali migliori per le ricerche alla possibilità di rivolgersi a Centri per l’Impiego e alle Agenzie per il lavoro sono state diverse le soluzioni esaminate. 

Il secondo workshop è entrato ancora più nello specifico guardando al mondo della disabilità da un contesto attuale, quello nato nel post Covid-19, con la conversione in legge del decreto Cura Italia e del decreto Rilancio. Inoltre, nell’incontro è stata sottolineata l’importanza della formazione, specie in un momento di grandi incertezza (leggi anche: skilling, reskilling e upskilling: come gestire al meglio il capitale umano). Sfruttare le numerose offerte formative presenti in questa fase storica è infatti il miglior modo per farsi trovare pronti dai cambiamenti in corso. Perché se è vero che molti settori sono entrati in crisi, è anche vero che non bisogna generalizzare: la crisi nata con il lockdown ha determinato nuovi bisogni presso le imprese che si sono tradotti in nuove professionalità specifiche.  

Il terzo incontro, anch’esso concentrato sulle opportunità di lavoro per persone affette da fibrosi cistica, prendeva le mosse dalla legge 68/99. La normativa, finalizzata all’inserimento e all’integrazione delle persone con disabilità, è sostenuta da incentivi validi sia per l’assunzione di persone con problematiche di salute sia per il necessario adeguamento degli ambienti di lavoro.

Quello che è emerso più chiaramente da questa sessione di appuntamenti è quanto sia difficile orientarsi nella ricerca di un impiego per quanti sono afflitti da una qualche disabilità. Lo è a maggior ragione in questo periodo di incertezza. Ma le opportunità non mancano e con la guida della specialty HOpportunities non si è soli nell’affrontare questo cammino. 

scopri HOpportunities 

clicca qui