come diventare copywriter: compiti e requisiti.

24/01/2018 11:02:24

Per copywriter, o redattore pubblicitario, si intende una figura professionale che si occupa in generale di scrivere testi destinati a vari settori e mezzi di comunicazione, come annunci stampa, pubblicità, web, spot per la radio o per la televisione. Il suo compito principale è quello di creare messaggi mirati in base alle esigenze del cliente, al target cui ci si rivolge e alle caratteristiche del prodotto in oggetto. Con un ruolo centrale nel marketing moderno, essenzialmente il copywriting consiste in una tecnica di scrittura persuasiva che adotta strategie differenti a seconda del mezzo di comunicazione scelto. 

Cosa fa un copywriter?

Un tempo principalmente impiegato nel campo pubblicitario, ad oggi il copy occupa sempre più spazio all'interno del digital marketing nella gestione della comunicazione su Internet e dei contenuti testuali online, come articoli per blog aziendali ottimizzati in ottica SEO, oppure advertising sui social media. L'obiettivo finale del messaggio di un redattore è attirare l’attenzione del lettore o ascoltatore per portarlo a compiere una determinata azione, come ad esempio l’acquisto di un prodotto o di un servizio.

Coordinandosi perciò con il cliente sul tono da adottare, il target a cui rivolgersi e gli obiettivi da raggiungere, il copywriter deve scegliere la modalità più efficace per veicolare il messaggio avvalendosi delle differenti tecniche di comunicazione a sua disposizione. Può ad esempio focalizzarsi su temi interessanti per l’utente, porre domande per coinvolgerlo nella discussione o incentivarlo a cliccare su un annuncio ed interagire con il brand stesso. 

Quali sono i requisiti che deve avere un bravo copywriter?

A tale scopo è necessario che un bravo copywriter possegga prima di tutto alcuni requisiti indispensabili quali l’amore per la lettura, l’attenzione alle novità, comunicatività, conoscenza di almeno tre lingue, costanza, creatività, interesse per l'attualità, padronanza della grammatica, passione per la scrittura, poliedricità e socievolezza. Ma non basta. Anche se non è richiesto esplicitamente un titolo di studio specifico, la formazione di un copywriter deve comprendere un percorso universitario che includa almeno le conoscenze base sul linguaggio del marketing, lingue straniere e materie umanistiche. È pertanto preferibile una laurea in lingue o in ambito umanistico, come anche lo svolgimento di corsi di formazione specifici sulla comunicazione pubblicitaria.

Iscriviti a LinkedIn

Per chi vuole intraprendere questa strada professionale, il consiglio è di partire dalla rete iscrivendosi a gruppi su LinkedIn e Facebook, leggere tanto, seguire il settore della pubblicità e magari aprire un proprio blog di approfondimento.

Anche specializzarsi su alcuni argomenti specifici può essere molto utile, come utilizzare Google Analytics, Google Search Console o altri SEO tool per perfezionare gli articoli, accettare collaborazioni a titolo gratuito in agenzie, seguire corsi online sul Digital Marketing, sulle strategie SEO e sul Social Media Marketing. 

Quali sono gli sbocchi professonali?

Il copywriter ha possibilità di sbocco professionale nelle agenzie di pubblicità e di comunicazione oppure può gestirsi autonomamente il proprio lavoro come freelance. A tale scopo esistono numerosi portali che mettono in relazione diretta chi scrive i contenuti con i clienti.

ecco le offerte di lavoro marketing & comunicazione.

candidati qui