busta arancione inps: cos'è e quali informazioni contiene.

01/03/2019 11:52:04

L’INPS ha recentemente annunciato che entro fine anno invierà a milioni di lavoratori italiani l’estratto contributivo insieme alla simulazione dell’importo della pensione corrisposta in futuro. La previsione dell’assegno pensionistico che spetterà ai lavoratori una volta raggiunti i requisiti per il pensionamento, ha subito preso il nome di “busta arancione”, proprio per il colore acceso che la caratterizza. Fino ad oggi, per prendere visione del proprio prospetto, si poteva infatti solamente visitare il sito dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale attraverso il servizio “Calcola la mia pensione INPS”. A breve questo prospetto anticipatorio della pensione, che verrà percepita a fine carriera lavorativa, arriverà invece direttamente a casa. 

La busta arancione INPS consentirà a oltre 7 milioni di lavoratori italiani di capire e stimare sin da subito l’ammontare dell’assegno pensionistico futuro. Il documento si basa, infatti, sui dati in possesso dall’Istituto, come ad esempio la differenza percentile tra l’ultima retribuzione e l’assegno pensionistico effettivamente erogato dall’INPS che si troverà nella prima pagina del documento, alla voce “tassazione di sostituzione netto”. Altri dati che saranno comunicati sono l’ammontare totale dei contributi versati finora e la previsione dell’anno in cui si avrà diritto ad andare in pensione. 

Chi riceverà a casa la busta arancione INPS

Quest’anno i lavoratori italiani che riceveranno la cosiddetta busta arancione saranno quelli impiegati nel settore privato, i lavoratori autonomi - come ad esempio artigiani, commercianti e coltivatori diretti - e i titolari di Partita IVA iscritti alla Gestione Separata INPS. I dipendenti pubblici e i lavoratori con contributi versati ad altri Fondi e Gestioni, potranno invece continuare a utilizzare il servizio online “La mia pensione INPS”. Per farlo è necessario essere già in possesso del PIN INPS dispositivo o del PIN unico PA. 

Cosa contiene la busta arancione INPS

Se anche tu sei tra i milioni d’italiani che riceveranno a casa il documento INPS, vediamo insieme come leggere le 4 pagine che lo compongono: 

  • Sulla prima pagina della busta arancione INPS il contribuente troverà una tabella con la simulazione del futuro assegno pensionistico. Sotto la voce “tasso di sostituzione netto” sarà possibile verificare la differenza percentile tra l’ultima retribuzione e l’assegno che sarà erogato dall’Istituto. 
  • Alla seconda pagina sarà possibile consultare il proprio estratto conto contributivo con l’ammontare totale dei contributi versati, con specifiche sul datore di lavoro, l’azienda e le ore di lavoro svolte. Consultate con attenzione questa pagina per escludere irregolarità nel versamento dei contributi e verificare i propri dati. 
  • La terza pagina riporta la simulazione dei contributi futuri stimati sulla base dell’attuale situazione contributiva del ricevente. Se il lavoratore dovesse cambiare lavoro, questa stima sarebbe di conseguenza destinata a cambiare. 
  • Nella quarta pagina della busta arancione INPS si potrà infine consultare la guida per richiedere il nuovo SPID o il PIN dispositivo per accedere al servizio “La mia pensione” dal sito INPS.