qual è lo stipendio medio di un it manager?

19/12/2017 14:48:43

L'Information Technology Manager è una figura professionale fortemente operativa ed organizzativa con ruolo di dirigenza: è il consulente per prodotti informatici e telematici, responsabile dei servizi IT, oltre che responsabile della gestione, manutenzione ed esercizio dei sistemi informativi all'interno dell'azienda.

Dal punto di vista pratico, le principali mansioni l'IT Manager comprendono il controllo del corretto funzionamento di software antivirus, antispam e per la security, la configurazione di nuove macchine e apparecchiature, il garantire il funzionamento delle infrastrutture informatiche e la corretta gestione del database aziendale, la pianificazione di progetti di miglioramento dei sistemi ICT, lo sviluppo dei progetti IT dell’azienda, la redazione di procedure funzionali, la gestione del budget e l’identificazione delle esigenze organizzative. 
Un bravo Manager IT deve inoltre essere in grado di illustrare le proprie soluzioni anche a persone non esperte di IT quali potrebbero essere l'utente, il cliente o il committente, sviluppando ottime doti di comunicazione e capacità di focus sugli obiettivi, come ottenerli e a chi portano vantaggio, avvalorando le proprie soluzioni con cifre e dai concreti.

 L'IT Manager può essere supportato nel proprio lavoro da consulenti esterni e dagli specialisti interni all'azienda, valutando pareri e studi di mercato per individuare i prodotti migliori. Secondo i dati raccolti da HR Trends and Salary Survey 2017 di Randstad, la figura del Manager IT viene retribuita con uno stipendio medio di circa 62.000€ annui, con un minimo di 30.000 ed un massimo di 150.000.

Per ricoprire questo ruolo è preferibile avere un diploma in ambito informatico, capacità di osservazione e analisi, pragmatismo, doti comunicative, abilità nel negoziare e doti di problem solving. Per lavorare come Manager IT è opportuno inoltre avere competenze quali la conoscenza di architetture web, dei principali linguaggi di programmazione, dei tools del project management e una buona conoscenza della lingua inglese.