rimani aggiornato.

iscriviti alla newsletter

HR trends and salary research 2020.

scarica la ricerca.

L'Information Technology Manager è una figura professionale fortemente operativa ed organizzativa con ruolo di dirigenza: è il consulente per prodotti informatici e telematici, responsabile dei servizi IT, oltre che responsabile della gestione, manutenzione ed esercizio dei sistemi informativi all'interno dell'azienda.


it manager, cosa fa.

Dal punto di vista pratico, le principali mansioni dell'IT Manager comprendono:

  • il controllo del corretto funzionamento di software antivirus, antispam e per la security;
  • la configurazione di nuove macchine e apparecchiature;
  • la verifica del funzionamento delle infrastrutture informatiche;
  • la corretta gestione del database aziendale;
  • la pianificazione di progetti di miglioramento dei sistemi ICT;
  • lo sviluppo dei progetti IT dell’azienda;
  • la redazione di procedure funzionali;
  • la gestione del budget e l’identificazione delle esigenze organizzative.

Negli ultimi tempi è diventato sempre più strategico il suo ruolo nel predisporre le necessarie difese dagli attacchi hacker e nel redigere tutti i protocolli interni per un'efficace cyber security (spesso in collaborazione con un'azienda esterna).

Un bravo Manager IT deve inoltre essere in grado di illustrare le proprie soluzioni anche a persone non esperte dell’area IT come utenti, clienti o il committente. Sono per questo necessarie ottime doti comunicative.


it manager, le competenze.

Appare quindi evidente come nella moderna realtà lavorativa la funzione deI responsabile IT sia diventata sempre più strategica. La sua utilità all'interno di una impresa è direttamente proporzionale alla digitalizzazione dell'azienda stessa.

Il suo ruolo e la sua capacità di estrapolare e riorganizzare dati dai sistemi gestionali lo hanno reso una figura molto preziosa anche per le decisioni più strategiche, legate al business. Quindi è fondamentale la sua preparazione tecnica. Per lavorare come Manager IT è opportuno avere diverse competenze, in particolare, essere a conoscenza: 

  • dei principali linguaggi di programmazione;
  • di come operano i pacchetti gestionali;
  • di come si strutturano le architetture dei siti web;
  • del funzionamento dei server aziendali e del cloud;
  • delle migliori soluzioni per garantire la cyber security (firewall sempre più efficaci).

Oltre alle competenze tecniche necessarie completano il suo profilo ideale:

  • una spiccata tendenza al problem solving;
  • una forte empatia nei confronti dei colleghi che spesso vivono il mondo tecnologico come un’entità ostile;
  • un'ottima conoscenza della lingua inglese;
  • competenze di project management (con il suo lavoro facilita il lavoro dei colleghi) e gestione dei budget.

it manager, stipendio.

L'IT Manager può essere supportato nel proprio lavoro da consulenti esterni e dagli specialisti interni all'azienda, valutando pareri e studi di mercato per individuare i prodotti migliori. Secondo i dati raccolti dall’HR Trends and Salary Survey 2019 di Randstad, la figura del Manager IT viene retribuita con uno stipendio medio di circa 49.000€ annui, con un minimo di 32.000 ed un massimo di 90.000.

come diventare IT manager.

Per ricoprire questo ruolo è preferibile avere un diploma in ambito informatico o anche una laurea nel settore informatico (Scienze informatiche o Sicurezza informatica). Nel corso di questi anni sono nati anche diversi corsi di alta formazione specialistici, con l’obiettivo di formare e accrescere le competenze di questo profilo sempre più ricercato.

In un mondo nel quale il processo di digitalizzazione è ormai inarrestabile, del resto, la sua capacità di osservazione e analisi, il suo pragmatismo, e l’abilità nel risolvere i problemi possono fare la differenza per il successo di un’azienda.

cerchi lavoro in ambito information technology?

consulta le nostre offerte