agevolazioni assunzioni over 50: tutto quello che le aziende devono sapere

09/05/2016 15:58:32

Gli incentivi introdotti dalla Legge Fornero per le assunzioni di categorie particolari di lavoratori, come quella degli over 50 disoccupati da almeno 12 mesi, sono stati confermati nella recente Legge di Stabilità con l’obiettivo di favorire il reinserimento nel mondo del lavoro di lavorativi considerati svantaggiati. 

Il panorama alquanto variegato degli incentivi comprende anche bonus per le nuove assunzioni a tempo indeterminato e per l’assunzione di categorie come apprendisti, lavoratori in cassa integrazione, in mobilità, disoccupati, giovani, donne di qualsiasi età prive di impiego regolare da almeno 6 mesi e over 50. Tuttavia, è utile ricordare che il bonus per l’assunzione a tempo indeterminato non può essere “cumulato” con l’incentivo previsto, ad esempio, per l’assunzione di donne disoccupate o di lavoratori over 50.

Analizziamo in dettaglio i vantaggi per le aziende che decidono di assumere lavoratori appartenenti alla categoria degli ultracinquantenni che hanno perso il lavoro da almeno 12 mesi.

Indicazioni e regole sullo sconto contributivo previsto per le aziende che assumono over 50

Per l’assunzione di lavoratori ultracinquantenni disoccupati da almeno 12 mesi sono previsti i seguenti sgravi:

  • sgravio contributivo del 50% dei contributi INPS o INAIL fino a un periodo massimo di 12 mesi per le assunzioni a tempo determinato (anche in somministrazione);
  • sgravio contributivo del 50% dei contributi INPS o INAIL fino a un periodo massimo di 18 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato, o  nei casi di trasformazione del contratto.

Incentivi assunzioni over 50: possibili motivi di esclusione

Una condizione importante che l’azienda deve osservare per accedere a tali incentivi è che vi sia effettivamente una crescita occupazionale. In altre parole, vi sono dei casi in cui non basta l’assunzione di un lavoratore over 50 perché l’azienda possa fare richiesta degli incentivi. 

Eccone alcuni in dettaglio:

assunzioni di lavoratori per sostituire lavoratori licenziati dalla stessa azienda nei precedenti sei mesi;

  • assunzioni per obbligo precedente previsto dalla legge;
  • assunzioni in violazione del diritto di precedenza alla riassunzione di un altro lavoratore;
  • assunzioni di lavoratori sospesi in CIGS nei sei mesi precedenti;
  • assunzioni di lavoratori d parte di aziende che attraversano un periodo di crisi o riorganizzazione aziendale.

Infine, in considerazione del fatto che spesso gli incentivi previsti non sono sufficienti per tutti coloro che ne fanno richiesta, è utile che l’azienda tenga in considerazione eventuali scadenze e faccia domanda per ottenere i benefici il prima possibile. 

categorie Norme e Diritti