Una delle professioni attualmente più richieste nel nostro Paese - e che in prospettiva lo sarà sempre di più - è quella del web developer (o sviluppatore web). 

Il report che il sistema informativo Excelsior di UnionCamere ha elaborato - con una previsione dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine, ossia in un arco di tempo che si protrae fino al 2023 - è chiaro. Dall’analisi si può vedere come a crescere sarà soprattutto il mondo legato alla digital transformation: tre aziende su cinque, infatti, richiedono come requisito di assunzione competenze digitali di base.

Tuttavia, a fronte dell’elevata domanda - 646 mila posizioni richiedono “e-skill”, ossia competenze digitali -  il report ha evidenziato difficoltà nel reperimento di personale qualificato.

In un contesto del genere, specializzarsi nello sviluppo di piattaforme e software digitali può aprire le porte ad una vasta gamma di opportunità professionali.

Vediamo, allora, nello specifico chi è un web developer, quali sono le sue competenze, le sue possibili mansioni in azienda e qual è la retribuzione media in Italia.

ragazza al pc
ragazza al pc

scopri tutte le offerte di lavoro come web developer.

vai alle offerte di lavoro

web developer, cosa fa?

Il web developer è uno sviluppatore, un programmatore specializzato nella realizzazione di siti web, piattaforme online e applicazioni per il web. Si occupa di sistemi accessibili attraverso internet e aperti al pubblico, o dedicati a un servizio interno privato (intranet). 

Per semplificare, un web developer è chiamato a progettare siti web e far sì che questi funzionino in maniera corretta (garantendo l’armonia tra front-end e back-end).

Si tratta di una professionalità complessa che racchiude svariate competenze tecniche.

Esistono diverse tipologie di web developer, con esperienze e competenze specifiche. Alcune figure sono specializzate in tutto ciò che riguarda il front-end, altre in back-end e ci sono poi professionisti, cosiddetti full-stack, che padroneggiano entrambi i mondi (leggi anche: professione sviluppatore: ecco svelate le differenze tra front-end, back-end e full-stack developer).

A seconda dei diversi ruoli possono essere richieste specifiche competenze, tra cui: 

  • programmare il codice sorgente
  • pensare all'interfaccia utente seguendo le regole dell’usabilità (UX e UI)
  • inserire un sistema di gestione dei contenuti (il CSM - Content Management Systems)
  • garantire la sicurezza e l'affidabilità dell'architettura progettata

Uno sviluppatore web può essere chiamato a pensare ad un nuovo sito internet dall'inizio alla fine. Ma alcuni aspetti come quelli legati al design, al posizionamento Seo e Sem (sui motori di ricerca e in particolare su Google), all'elaborazione di testi e contenuti vari viene generalmente affidata ad altre persone come il web designer, il SEO Specialist e il Copywriter

le competenze di un web developer.

La prima e principale caratteristica di un web developer è la sua competenza sul fronte della programmazione web, questa implica un'ampia conoscenza dei principali linguaggi di programmazione front-end (HTML,CSS, Javascript), back-end (Python, Java, PHP, C#); senza contare il set di conoscenze legato alla programmazione di database (SQL) e dei protocolli di comunicazione della rete. 

Importantissimo è anche il capitolo dedicato all’esperienza di utilizzo del sito da parte degli utenti (la cosiddetta user experience). 

Serve una conoscenza di programmi di design e di sicurezza informatica (uno dei temi più sensibili del momento visto i problemi di cyber security che le aziende devono affrontare). 

cosa fa un web developer.

Un web developer sviluppa siti web, progetta portali dedicati al commercio online (e-commerce), sviluppa applicazioni web e crea l'intranet di un’azienda.

Ma il suo lavoro non si esaurisce una volta che il codice del sito è stato scritto. Infatti, successivamente è necessario testarne il corretto funzionamento e in un secondo momento bisogna intervenire per risolvere eventuali problemi tecnici che si presentano nel suo utilizzo. 

tipologie di sviluppatori web.

Le mansioni e responsabilità di questo lavoro dipendono dalla tipologia di web developer:

  • back-end developer, lavora sugli aspetti più tecnici del sito, dalla business logic alla gestione dei database
  • full-stack developer, è la figura che ha profonde conoscenze sia lato back-end sia lato front-end, e fra le altre attività si occupa anche di fare comunicare questi due mondi tramite data binding 
  • front-end developer, si occupa di sviluppare l’interfaccia utente del sito web con lo scopo di renderlo fruibile agli utenti.
  • webmaster, è il responsabile dello sviluppo, gestione e mantenimento del sito e il referente per qualsiasi problema relativo alla piattaforma

come si diventa web developer: competenze e requisiti

Non è sempre lineare il percorso di studi per diventare uno sviluppatore web. Certo, in molti casi si tratta di laureati in informatica o in ingegneria informatica. Ma in realtà sono le conoscenze tecniche dei vari programmi specifici a fare la differenza professionale.

In linea generale, ad oggi non esistono certificazioni uniche e/o standard che attestano le effettive competenze di un web developer. Le tecnologie sono talmente in evoluzione che i professionisti sono misurati “sul campo” per le reali competenze, tanto che alcuni enti stanno iniziando ad eliminare alcune certificazioni dalle loro offerte formative (es. Microsoft ha già tolto alcune certificazioni). Ciononostante, esistono dei corsi o delle certificazioni che possono supportare o attestare le competenze acquisite sul campo:

Spesso i web developer sono diplomati in informatica che hanno aggiunto al loro bagaglio tecnico dei corsi specifici come ad esempio:

Oltre a queste certificazioni esistono proprio corsi propedeutici per imparare a sviluppare e approfondire conoscenze basiche.

I più noti sono quelli di Boolean Career oppure Aulab

In fondo il percorso formativo di un web developer non si arresta mai: cambiano i programmi, crescono i bisogni degli utenti, nuove tecnologie si affacciano sul web e l’esigenza di aggiornamento è continua. 

web developer: lo stipendio.

C'è fame di web developer nel mercato del lavoro, sia all'interno delle aziende sia come fornitori e collaboratori esterni. Si tratta in fondo di un lavoro molto flessibile che in tempi di smart working è particolarmente apprezzato.

quali sono i fattori che incidono sullo stipendio

Sono diversi i parametri in base ai quali può variare la retribuzione di un web developer:

    a) costo della vita

Lo stipendio può variare, come accade in ogni professione, in base al costo della vita parametrato alla località in cui si lavora e, soprattutto, alla domanda di sviluppatori web. E ciò a prescindere dal fatto che si lavori in presenza o da remoto.

    b) dimensione dell’azienda

La dimensione dell’azienda è un parametro chiave da valutare se si vuole uno stipendio più alto. Le multinazionali hanno budget più ampi, mentre le start-up possono risultare più limitate in questo senso.

    c) livelli di esperienza, soft skills e posizione

Lo stipendio di un web developer, poi, è determinato anche dal suo skillset e dal livello di esperienza maturato nel corso della carriera. 

Ne consegue che le posizioni di entry-level offrono stipendi più bassi della media, che però possono crescere lavorando sulle proprie soft skills e sull’esperienza di gestione.

lo stipendio medio di un web developer.

Secondo i dati emersi dall’ultimo report dell’Osservatorio competenze digitali, la retribuzione media totale annua lorda di un web developer inquadrato nella posizione di impiegato è di 27.141 euro.

Ci sono, poi, diversi parametri che impattano sullo stipendio di uno sviluppatore. In primo luogo, l’area geografica: le retribuzioni più alte si registrano nelle regioni del nord ovest (28.026 euro), le più basse al sud e sulle isole (23.635 euro).

Come abbiamo visto, anche le dimensioni dell’azienda per cui si lavoro sono un fattore. Nelle grandi imprese, ad esempio, un web developer può arrivare a percepire quasi 31 mila euro, mentre nelle microimprese la cifra è inferiore ai 27 mila euro (26.539).

La retribuzione, infine, aumenta in proporzione all’età (over 50, 35.840 euro) e all’anzianità professionale (più di 5 anni di anzianità, 29.588 euro).

Ovviamente, lo stipendio può aumentare in modo proporzionale alla complessità dei progetti di cui ci si occupa (se si lavora a progetto da libero professionista) e alle ore di straordinario effettuate.

rimani aggiornato

iscriviti alla newsletter