come diventare interior designer.

03/05/2019 18:40:12

Hai una passione sfrenata per la progettazione e l’organizzazione degli spazi interni? Sei appassionato di moda, architettura e nuove tendenze? Ecco una guida su come diventare interior designer. Gli sbocchi professionali per chi sceglie un percorso formativo in questa direzione sono davvero tantissimi ed è un mestiere molto affascinante e creativo.

Percorsi formativi: Università pubbliche e istituti privati

Sul territorio italiano esistono diversi enti garantiti che rilasciano certificazioni valide per intraprendere questo mestiere così versatile. Il Consiglio Europeo degli Architetti di interni e designer ha sviluppato una Carta che viene costantemente aggiornata proprio sugli argomenti e le tematiche che devono essere inserite all’interno di un percorso formativo che ti consenta di acquisire il titolo ufficiale di interior designer. Prima di iscriverti a un Corso di Laurea pubblico o conseguire un diploma privato, verifica per prima cosa che il piano di studi sia davvero valido e se la certificazione rilasciata è riconosciuta ufficialmente anche in Italia.

Come diventare interior designer

Fino a qualche anno fa, l’unico modo per diventare interior designer era iscriversi alla Facoltà di Architettura, ma dal 1993 il Politecnico di Milano ha istituito il primo Corso di Laurea in Disegno Industriale, diventato poi nel 2000 la Facoltà del Design, oggi conosciuta come Scuola del Design. Le materie di studio affrontate durante il percorso formativo spaziano dall’arte e il design all’architettura moderna, passando per le tecniche grafiche, l’antiquariato, lo studio dei materiali, la bio-edilizia e la progettazione e l’arredamento. Se vuoi iscriverti ad un corso universitario,ti consigliamo anche il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, la Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano e il Politecnico di Bari.

Se preferisci, invece, un corso privato che ti indirizzi alla professione dell’interior designer puoi scegliere l’Istituto di Design Polo Michelangelo, l’Università Europea del Design di Pescara, il Poliarte di Ancona (ossia l’Accademia di Belle Arti e Design), la Nuova Accademia del Design a Verona e Milano, l’Accademia di Design & Comunicazione a Firenze, lo IED (l’Istituto europeo del design) o l’ISIA, l’istituto superiore per le industrie artistiche che si trova in diverse regioni italiane. Qualunque sia la tua scelta formativa, cerca in ogni caso di essere sempre aggiornato in materia di materiali e tecnologia per stare al passo con i tempi e non rimanere indietro. Il campo del design di interni è, infatti, in continuo mutamento e, per questo motivo, cerca di fare tante esperienze lavorative diverse, sia in Italia che all’estero, e mantieniti informato sul settore leggendo sempre tante riviste e seguendo siti specializzati.

Associazioni di professionisti: a quale rivolgersi

In alcuni casi, iscriversi a un’associazione di professionisti può essere molto utile per un aspirante interior designer perché garantisce molta visibilità e sicurezza. In Italia ne esistono diverse che organizzano percorsi formativi e fanno da garante per i clienti. Le principali sono:

  • L’AIPI, l’Associazione italiana professionisti d’interni, nata nel 1969, è presente sul territorio nazionale con specifiche delegazioni su base regionale. Non organizza direttamente i corsi, ma riconosce e accredita i centri formativi specializzati e quelli riconosciuti dal MIUR, le Università e gli enti che possono rilasciare lauree o qualifiche professionalizzanti.
  • L’AIAP, l’Associazione italiana design della comunicazione visiva, offre due tipologie di adesione: i soci professionisti, senior e junior e la formazione nel settore della progettazione grafica per studenti, associati vari e sostenitori generici. Per tutti, organizza mensilmente varie attività tra cui seminari ed eventi da seguire per essere sempre aggiornati nel campo del design per interni.

Se sei invece interessato a una nicchia del settore ti consigliamo di visitare i siti internet della AILD, l’associazione italiana lighting design, o dell’ADI, l’associazione per il disegno industriale. In Italia le possibilità per iniziare questo percorso professionale sono davvero tante, devi solo decidere da dove partire e seguire passo dopo passo la corrente, fino a diventare un vero interior design.