l'idea di chiedere un aumento di stipendio ti mette a disagio? prova con queste 4 semplici mosse

15/12/2020 12:02:58

È trascorso un po’ di tempo dal vostro ingresso in azienda e sentite che i tempi sono maturi per chiedere un aumento di stipendio? Porre la fatidica domanda al proprio capo rischia di essere più complicato del previsto: la paura di ricevere un rifiuto può creare ansia e insicurezza, mentre la scelta di una strategia sbagliata molto probabilmente non vi porterà ad ottenere il risultato sperato. Come fare allora per ottenere quanto ritenete di meritare? L’importante è prepararsi a dovere. 

come chiedere un aumento di stipendio

le 4 mosse per chiedere un aumento di stipendio.

Dall’analisi del mercato al tono da utilizzare, ecco i 4 passi da seguire per chiedere un aumento di stipendio. 

  1. Studiate il mercato. Prima di tutto è necessario informarsi su cosa succede nelle aziende simili alla vostra: quanto percepisce un dipendente che svolge la vostra stessa mansione e ha il vostro stesso livello contrattuale? Scoprirlo vi darà parametri utili per orientarvi sulla somma da chiedere, così non correrete il rischio di proporre cifre talmente alte da irritare il vostro capo, ottenendo un rifiuto deciso.   
  2. Fate pratica con l’argomento “denaro”. Alcune persone possono sentirsi un po’ a disagio a parlare di soldi. L’insicurezza e l’imbarazzo, però, non saranno d’aiuto quando ci si troverà di fronte al proprio responsabile per chiedere un aumento. Se questo è anche il vostro caso, prendete confidenza con il tema facendo pratica al di fuori del lavoro.
  3. Scegliete il momento giusto. La tempistica è un fattore fondamentale. Se il vostro capo è di fretta o è nervoso, allora è il caso di rimandare la questione. Un periodo particolarmente propizio per richiedere un aumento è dopo la pubblicazione dei dati di bilancio, a patto che siano positivi. Oppure dopo che si è ottenuto un brillante risultato di cui siete stati riconosciuti come i responsabili principali.
  4. Fate attenzione al tono e ai punti su cui fare leva. È importante, prima di affrontare il responsabile a cui presentare la richiesta, avere ben chiari i risultati raggiunti, gli obiettivi consolidati con il proprio lavoro, i problemi affrontati e risolti. Durante la presentazione bisogna essere decisi ma non aggressivi, fermi e non remissivi anche se all'inizio può sembrare che l'interlocutore reagisca negativamente alle vostre richieste. 

Ma un buon stratega non si accontenta di questi quattro, importantissimi, accorgimenti. Spesso la differenza tra chiedere e ottenere un aumento passa anche da altri dettagli.

in che modo chiedere un aumento.

Un fattore importante è come porre la domanda al vostro responsabile. Partiamo dal tono: chiedete gentilmente, ma dimostrandovi sicuri di voi stessi, se può dedicarvi qualche minuto di tempo. Siate curati nell'aspetto e nei modi. Fondamentale tenere sotto controllo le emozioni e avere un atteggiamento il più rilassato possibile. 

niente mail o telefonate.

Non affidatevi ad una mail o ad una telefonata, questo è un argomento che va affrontato di persona e che necessita del suo giusto tempo per una negoziazione serena. Per altro affrontare questo tema attraverso la posta elettronica o con l'intermediazione del telefono rischierebbe di mettervi in cattiva luce e farvi passare per una persona timorosa. 

valutate il periodo storico.

Cercate di valutare con obiettività la situazione economica e di mercato della vostra azienda. Se viaggia in cattive acque, se si parla di tagli al personale forse non è il momento più giusto per avanzare nuove richieste. Al contrario, se si è in una fase di espansione o di andamento positivo sarà più facile sostenere la propria richiesta.  

A questo punto dovreste essere pronti a chiedere un incontro al vostro datore di lavoro.

il momento del colloquio con il capo.

Quando sarà arrivato il momento, chiedete l’aumento di stipendio mettendo in luce il fatto che avete lavorato bene e che avete raggiunto dei buoni risultati, contribuendo alla crescita aziendale sempre con un fare gentile ed educato. Esponete i dati che avete raccolto sugli stipendi nelle altre aziende simili e iniziate a parlare di cifre oppure, ancora meglio, della percentuale di aumento in busta paga. Non mancate di sottolineare il fatto che siete comunque interessati a continuare a lavorare nell’azienda dove vi trovate. Non presentate la richiesta come una sorta di ultimatum, ma come un progetto di crescita all'interno della società. Alla fine della discussione, comunque sia andata, ringraziate sempre. 

dopo la negoziazione cosa succede. 

Ma come comportarsi una volta ottenuta la risposta? Ecco i suggerimenti, sia in caso di rifiuto sia in caso di aumento riconosciuto

cosa fare in caso di risposta negativa? 

Potete provare a richiedere altre forme di benefit, come la partecipazione a corsi di formazione. In ogni caso, chiedetegli quale potrebbe essere, in futuro, un momento migliore per affrontare di nuovo la questione “aumento di salario”. 

cosa fare nel caso otteneste l'aumento? 

Intanto, non bisogna vantarsi con i colleghi e con lo staff con cui si lavora. Evitare di generare dissidi in azienda è importante. Quindi si riprendono i propri compiti operando per non deludere le aspettative e la fiducia dimostrata dai propri superiori. 

scopri le nostre migliori offerte per trovare o cambiare lavoro

vai alle offerte di lavoro