legge sulla sicurezza sul lavoro: cos'è e cosa prevede?

29/04/2016 10:43:18

Emanato con il decreto legislativo 9 aprile 2008 n.81 e successivamente modificato con ulteriori decreti negli anni successivi, il Testo unico sulla sicurezza sul lavoro è quel complesso di leggi che si esprimono in materia di sicurezza e salute sul lavoro. 

Si tratta, in particolare, di una normativa attraverso cui il legislatore ha cercato di armonizzare, riunire insieme e aggiornare le svariate disposizioni previste precedentemente in materia.

La normativa affronta, in particolare il tema della gestione della sicurezza e della prevenzione attraverso l’intervento su alcuni punti fondamentali:

  • individuazione dei principali fattori di rischio
  • riduzione al minimo del rischio
  • controllo delle misure preventive in atto
  • elaborazione di strategie aziendali a tutto campo (tecnologie, organizzazioni, condizioni di lavoro etc.).

Si tratta, dunque, di temi che riguardano da vicino sia i lavoratori che i datori di lavoro, su cui ricade essenzialmente la responsabilità dell’adozione di tutte le misure necessarie a tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Tuttavia, anche i lavoratori hanno il dovere di attenersi a quanto è loro richiesto. 

Analizziamo nel dettaglio quali sono gli obblighi per i datori di lavoro previsti dalla legge sulla sicurezza.  

I principali obblighi per i datori di lavoro per la sicurezza sul luogo di lavoro

  • I datori di lavoro sono tenuti non solo ad adottare tutte le misure necessarie per la tutela dei dipendenti, ma anche a informarli sui rischi specifici a cui vanno incontro nel loro lavoro; in altre parole i datori di lavoro devono insegnare ai lavoratori le norme fondamentali di prevenzione, e hanno l’obbligo di addestrarli nel corretto utilizzo di macchinari e strumentazioni e di metterli in guardia nei confronti di un utilizzo non idoneo (contro il mancato rispetto di questi punti, il decreto legislativo 106/2009 ha inasprito le sanzioni penali rispetto a quello del 2008).
  • I datori di lavoro hanno l’obbligo di vigilare e controllare che le norme sulla sicurezza, e in particolare quelle antinfortunistiche, siano rispettate.
  • Tra gli adempimenti che spettano ai datori vi è quella della valutazione dei rischi che confluirà poi nella redazione del Documento per la Valutazione dei Rischi (DVR), attestante le misure di prevenzione e protezione adottate dall’azienda. 
  • I datori sono tenuti a nominare figure preposte ai servizi antincendio e di primo soccorso; inoltre, per i lavoratori soggetti a particolari rischi è previsto un piano di sorveglianza sanitaria che obbliga il datore a nominare un medico competente aziendale che sottoporrà i lavoratori a visite di routine.
  • È prevista infine l’erogazione di corsi sulla sicurezza per i dipendenti in funzione di diverse categorie di rischio a cui sono sottoposti. La frequenza di questi corsi, in presenza di gravi rischi specifici, è in alcuni casi obbligatoria.