come sopravvivere allo stress da lavoro e dormire sonni tranquilli

10/06/2016 09:31:43

Quello dello stress da lavoro non è un problema da sottovalutare, specialmente in Italia dove si registrano alte percentuali (27%) rispetto alla media europea (22%) di lavoratori che accusano malesseri di varia natura attribuendoli a una situazione stressante vissuta nei luoghi di lavoro.

Le cause di questo fenomeno possono essere tante: un cattivo rapporto con il capo o con qualche collega, un clima pesante in ufficio, un carico eccessivo di lavoro e di aspettative che fanno sentire sotto pressione. Cercare di intervenire, laddove possibile, è comunque importante anche per prevenire o anticipare eventuali situazioni più difficili. Vediamo cosa consigliano generalmente gli esperiti per sopravvivere allo stress da lavoro.

  1. Migliora il rapporto con i colleghi: spesso all’origine dello stress del lavoro vi è un rapporto di scarsa collaborazione o di competizione eccessiva con i colleghi che, invece di stimolare a una maggiore produttività, finisce per rivelarsi del tutto controproducente. Per questo è importante curare le relazioni con i propri compagni di lavoro puntando molto su disponibilità e collaborazione, evitando atteggiamento sbagliati, pettegolezzi o sarcasmo. Se non lo hai già fatto, anche cercare di fare amicizia con qualche collega può essere una buona idea per alleviare lo stress e sentire di avere qualcuno dalla propria parte. 
  2. Non cedere alle angherie del capo: in alcuni casi a causare un forte stress sul posto di lavoro è proprio il cattivo rapporto del capo con i suoi dipendenti. Di fronte a pressioni eccessive o a critiche incessanti, cerca di reagire da “professionista”, senza prendere tutto sul personale. Puoi anche mettere in atto strategie specifiche per instaurare un dialogo il più possibile costruttivo con il tuo superiore cercando, ad esempio, di spostare sempre l’attenzione sulle cose da fare o su come risolvere un problema.
  3. Non rispondere alle provocazioni: se non ti trovi bene con qualcuno che lavora nel tuo stesso ufficio e non c’è modo di migliorare o cambiare la situazione, l’unica soluzione è quella di non rispondere alle eventuali provocazioni e rimanere il più possibile imperturbabile. Là dove non arriva il buon senso, l’assenza di reazioni può essere d’aiuto. 
  4. Approfitta delle pause e cura la salute: qualcuno preferisce riposarsi, altri finiscono per non staccarsi dal computer. Eppure, per combattere lo stress da lavoro è importante innanzitutto pensare alla propria salute e alle esigenze del corpo. Una boccata d’aria aperta, un po’ di esercizio fisico o anche una semplice passeggiata possono influire notevolmente sull’umore e sulla capacità di superare situazioni stressanti senza lasciarsi coinvolgere troppo emotivamente. 
  5. Organizza il lavoro al meglio: per gestire un carico di lavoro pesante è necessario essere molto organizzati. Una strategia da mettere in atto può essere quella di fare una lista scritta delle cose da fare, depennando poi progressivamente i vari punti mano a mano che sono svolti. Alla fine della giornata potrai toccare con mano gli obiettivi raggiunti, traendone una importante soddisfazione. Inoltre, per redigere la lista puoi utilizzare qualche piccolo accorgimento utile a limitare lo stress da lavoro: inserisci ai primi posti compiti semplici, da svolgere in poco tempo. In questo modo eviterai di trovarti subito “bloccato” di fronte a un compito difficile.