Chi lavora stando seduto, più o meno tutto il giorno di fronte a uno schermo, sa quanto influisca sulla propria vita il mantenere una postura corretta al pc: vista affaticata, dolori al collo, alle spalle, ma anche a gambe e braccia, possono diventare, purtroppo, inseparabili compagni di viaggio se non si impara a combattere le cattive abitudini posturali in fretta. 

La posizione che assumiamo è infatti estremamente importante quando lavoriamo davanti a un computer per lunghi periodi. Ma non solo: anche il nostro stato d’animo e i livelli di stress possono spingerci ad assumere posizioni poco salutari, mettendo a rischio la salute muscolare e scheletrica. 

Contrastare queste tendenze non solo è possibile, ma necessario. Oltre all’aiuto di uno specialista esistono anche dei suggerimenti generali e delle buone pratiche che possono portare benefici immediati. In questo articolo, forniremo alcuni consigli pratici per sradicare le cattive abitudini

argomenti di questo articolo:

postura corretta al pc
postura corretta al pc

il mal di schiena e il mal di collo da ufficio: un problema diffuso.

Spesso, a causa delle nostre routine quotidiane, finiamo per trascorrere gran parte del giorno con la schiena curvata in avanti. Questa posizione, apparentemente innocua, può causare problemi a lungo termine. 

Quando ci pieghiamo per sederci, lavorare, studiare o eseguire attività quotidiane come vestirsi o fare il bagno, la schiena è spesso in una posizione flessa. Questo comporta il rischio di sviluppare una lombalgia posturale.

E non è solo la nostra schiena ad essere messa a dura prova. Consideriamo il collo: quando lavoriamo o studiamo per lunghi periodi alla scrivania, tendiamo a tenere la testa china. Questa posizione di flessione prolungata può essere molto dannosa, aumentando il rischio di cervicalgia e altri problemi. Questo perché la testa, che pesa mediamente 5 kg, gravita in modo naturale quando allineata con il tronco, mentre si trasforma in un peso quando flettiamo il collo. 

Per capire meglio, immaginate di portare un peso di 5 kg allineato al vostro corpo rispetto a estenderlo di fronte a voi. In quest’ultima posizione sentirete una pressione maggiore, proprio come la vostra colonna vertebrale quando tenete il collo flesso per lunghi periodi. La conseguenza è che il collo perde la sua naturale curvatura, diventando meno elastico e più propenso a infortuni.

come faccio a sapere se la mia postura è corretta?

Prima ancora di intervenire con accorgimenti pratici, è importante verificare la propria postura. Questo passo preliminare è fondamentale per identificare eventuali squilibri e capire dove potrebbe bisogna intervenire. Per farlo, è possibile appoggiare il dorso contro una parete e controllare se le curvature naturali della schiena sono rispettate. Un ulteriore controllo può essere effettuato di fronte allo specchio, in modo da osservare da una prospettiva differente eventuali asimmetrie o alterazioni posturali.

Un altro aspetto fondamentale è ascoltare il proprio corpo. Se si avverte un fastidio persistente o un dolore, è essenziale non ignorarlo. Il corpo utilizza questi segnali per comunicare che qualcosa non va, e ignorarli potrebbe portare a problemi più seri. Quindi, se notate qualcosa di strano o incongruo nella vostra postura o nel modo in cui vi sentite mentre siete seduti al computer, prendetevi del tempo per ascoltare questi segnali.

come deve essere la posizione corretta davanti al computer?

Adattare la propria postura davanti al computer non è solo questione di comfort, ma anche di benessere a lungo termine. Oltre ai già citati problemi muscolo-scheletrici, una posizione scorretta può influenzare negativamente sia la produttività lavorativa che la qualità della vita. 

Ma come deve essere la posizione corretta davanti al computer?

Per mantenere una postura corretta davanti al pc, è importante:

  • mantenere la schiena dritta e appoggiata alla sedia
  • allungare il collo
  • rilassare le braccia
  • appoggiare i piedi a terra 
  • assicurarsi che la seduta sia comoda per le cosce.

Questi non sono solo elementi fondamentali per assumere una postura corretta, ma sono anche la base per trovare una posizione naturale, senza forzature, quando si è costretti a rimanere seduti per lunghi periodi. 

dove posizionare il computer sulla scrivania?

Il monitor dovrebbe essere posizionato direttamente di fronte a voi, non di lato, per evitare di dover ruotare il collo o la schiena. Il bordo superiore dello schermo dovrebbe essere a livello degli occhi o leggermente al di sotto. Questo perché, se il monitor è troppo alto o troppo basso, potrebbe costringervi a inclinare il collo, un movimento che rischia di mettere pressione sulla colonna vertebrale.

Per quanto riguarda la distanza, lo schermo del pc va posizionato ad una distana tale da permettere una lettura confortevole che non affatichi gli occhi. Inoltre, ricordate di regolare la luminosità e il contrasto del monitor per evitare sforzi alla vista.

qual è la posizione più corretta delle braccia quando lavoriamo al computer?

Anche la posizione delle braccia svolge un ruolo importante. Quando si lavora al computer, i gomiti devono formare un angolo di 90 gradi, mentre le mani vanno posizionate in linea con i polsi e le spalle. Evitate di sollevare le spalle o di incurvarle in avanti.

Inoltre, l'altezza della scrivania e della sedia dovrebbe essere regolata in modo tale che, quando si è seduti, le braccia possano appoggiarsi comodamente alla scrivania o al bracciolo della sedia, senza dover alzare o abbassare le spalle. Se notate tensione o affaticamento alle braccia, al collo o sulle spalle, potrebbe essere necessario regolare l'altezza della sedia o della scrivania.

scopri come bilanciare vita privata e lavoro

scopri ora

come migliorare la postura in ufficio? consigli pratici.

Come abbiamo visto, trascorrere lunghe ore seduti alla scrivania può creare non poche difficoltà a collo, spalle e schiena, ma con qualche accortezza è possibile migliorare notevolmente la nostra postura, prevenendo l'insorgere di dolori e disagi. 

Ecco alcuni consigli pratici:

1. schiena dritta

Un elemento fondamentale per una postura corretta al pc è mantenere la schiena dritta. Molti di noi tendono a scaricare il peso del corpo sul coccige quando siamo seduti, una posizione che limita la mobilità dell’osso sacro.

Per combattere questa cattiva abitudine, è fondamentale cercare di stare dritti con il dorso appoggiato allo schienale della sedia, non solo quando lavoriamo al computer, ma anche durante i momenti di riposo o di svago, come guardare la televisione.

2. rilassare le spalle

Il collo e le spalle sono tra i punti più a rischio di tensioni e dolori. 

Le spalle devono restare il più possibile appoggiate alla sedia, evitando di alzarle o di portarle in avanti. Il collo, invece, deve rimanere allungato, distanziando il mento dalle spalle, per prevenire la formazione di nodi e tensioni muscolari.

3. appoggiare i piedi a terra

Un'altra abitudine che può aiutarci a migliorare la postura è quella di appoggiare saldamente i piedi a terra. Questo consente di distribuire meglio il peso del corpo e favorisce una corretta posizione della colonna vertebrale. Se la vostra sedia o la vostra scrivania sono troppo alte, potete utilizzare un poggiapiedi.

4. giusta distanza dallo schermo

La distanza dallo schermo è un altro aspetto fondamentale per la postura corretta al pc. 

Come abbiamo già detto, lo schermo dovrebbe essere a circa un braccio di distanza e a livello degli occhi, per evitare di dover inclinare il collo. Se lo schermo del vostro computer è troppo basso, potete utilizzare un supporto per alzarlo.

5. la posizione del mouse

Infine, un elemento spesso sottovalutato: il mouse. 

Per garantire una postura corretta, il mouse dovrebbe essere posizionato in modo da non dover allungare il braccio o ruotare il polso per raggiungerlo. Idealmente, andrebbe posto alla stessa altezza della tastiera e abbastanza vicino da poterlo utilizzare senza sforzi eccessivi.

Adottare una postura corretta al pc è fondamentale non solo per prevenire dolori e disturbi muscolo-scheletrici, ma anche per migliorare produttività e benessere generale. Prendetevi il tempo necessario per regolare la vostra postazione di lavoro e fare piccole pause durante la giornata, il vostro corpo vi ringrazierà!

postura scorretta al pc quando si fa smartworking.

Molte persone sanno quanto sia importante mantenere una postura corretta quando si lavora al computer, ma quando si tratta di smartworking, spesso ci dimentichiamo di farlo. Sedere davanti al computer per lunghe ore può portare a problemi muscolari, dolori al collo e alla schiena, e persino a gravi disturbi muscolo-scheletrici nel tempo. Ma non temete, con alcune semplici abitudini e regole di base, potete evitare questi fastidi e lavorare in modo più confortevole ed efficiente.

Oltre a seguire le linee guida indicate nei paragrafi precedenti, è fondamentale prendersi cura di sé durante il lavoro da casa. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Pause Regolari: Non dimenticate di fare brevi pause ogni ora per stirare le gambe, allungare il corpo e rilassare gli occhi.
  • Esercizi di Stretching: Praticate esercizi di stretching per collo, spalle, schiena e polsi per mantenere la flessibilità e ridurre le tensioni muscolari.
  • Ergonomia: Investite in una sedia ergonomica e una tastiera e un mouse comodi per migliorare ulteriormente la vostra postura e il comfort.
  • Monitorare l'Altezza del Monitor: Assicuratevi che il monitor rimanga sempre all'altezza degli occhi anche durante la giornata, in modo da non perdere la postura corretta nel tempo.

Mantenere una postura corretta al PC in ufficio ma anche durante il lavoro da casa è essenziale per preservare la salute del vostro corpo e aumentare la vostra produttività. Seguite i consigli forniti in questo articolo e formate buone abitudini per garantire una postura corretta. Non sottovalutate l'importanza di prendervi cura di voi stessi mentre lavorate: la vostra salute ne beneficerà.

stai cercando un lavoro ma non sai da dove iniziare?

scarica la guida gratuita