rimani aggiornato.

iscriviti alla newsletter

L’Italia dispone di un enorme capitale umano: un bacino di potenziali lavoratori che può rivelarsi determinante per le imprese e per la ripresa economica. Parliamo di 26 milioni di inattivi – persone che non studiano, non lavorano e non sono alla ricerca di un'occupazione – 5,3 milioni dei quali sono giovani (fonte: Rapporto “ripartiamo da 26 milioni di inattivi” Randstad Research Institute).

Tra i settori maggiormente in ritardo nel nostro Paese spicca quello della formazione e sviluppo. 

Un ritardo che interessa non solo lo sviluppo delle competenze tecniche (le “hard skills”), ma anche quello delle “soft skills”, i tratti trasversali e per certi versi intangibili, che rendono il proprio profilo professionale più competitivo nel mondo del lavoro.

Per questo esiste Enactus: un’organizzazione internazionale, senza scopo di lucro, presente in 37 Paesi, nata come raccordo tra realtà imprenditoriali, mondo accademico e studenti universitari, che ha come intento lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile legata a finalità sociali

enactus
enactus

cos’è enactus e perché é importante contribuire a rendere il mondo migliore.

Fondata nel 1975 negli Stati Uniti, Enactus è la più grande comunità economico-accademica al mondo:  studenti, accademici e aziende collaborano insieme per creare un futuro più sostenibile.

Con oltre 4.900 progetti sviluppati e un impatto diretto sulla vita di oltre 1.950.000 persone, Enactus riunisce le conoscenze del mondo accademico e l'esperienza dei business leader per preparare gli studenti a diventare manager e dirigenti dotati di una profonda sensibilità verso i temi sociali a beneficio delle persone e del pianeta.. 

Per le imprese, sostenere il progetto Enactus significa non solo entrare a far parte di un network nazionale ed internazionale di università prestigiose  e realtà aziendali con mission, valori, obiettivi e interessi comuni. Vuol dire anche poter contribuire in maniera tangibile e diretta alla crescita dei giovani leader di domani, sempre più attenti ai cambiamenti e alle opportunità sociali.

enactus in Italia.

Enactus Italia è stata costituita nel 2016 come parte del progetto global. Anche nel nostro Paese, l’obiettivo principale di Enactus è guidare le nuove generazioni verso l’innovazione e l’applicazione dei principi del business sostenibile, cercando di avvicinare le competenze dei ragazzi al mercato del lavoro, e colmando il divario tra il mondo accademico e quello professionale. 

Ma come funziona concretamente? Ogni anno Enactus Italia organizza un concorso nazionale in cui tutte le squadre universitarie si sfidano davanti a una giuria del mondo imprenditoriale, non solo per celebrare i risultati raggiunti durante l'anno accademico, ma anche per rappresentare l'Italia alla Coppa del Mondo Enactus. Ciascun team è incoraggiato a sviluppare progetti sostenibili volti ad affrontare le problematiche presenti nelle comunità in cui opera.

enactus world cup 2021.

Anche quest’anno Randstad ha partecipato in qualità di mentor alla Enactus World Cup, supportando i giovani talenti nella creazione di progetti d'impresa all'insegna dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu. 

Durante la competizione mondiale, vinta quest’anno dalla giovane delegazione egiziana, sono stati presentati progetti innovativi volti a generare un impatto positivo sulle persone e sul pianeta. I temi più importanti affrontati nel corso di queste giornate sono stati:

  • il cambiamento climatico
  • l’ambiente
  • l’uguaglianza
  • il futuro della plastica, del cibo 
  • il futuro del lavoro e dell'istruzione.

Per le imprese, oggi, integrare negli obiettivi di business la dimensione sociale e ambientale è diventata una priorità (leggi anche: economia e sostenibilità nel settore moda). Allo stesso tempo, gli investitori nel campo del risparmio prestano sempre maggiore attenzione ai fattori ESG (Environmental, Social and Governance). Ecco perché le nuove generazioni di business leader devono confrontarsi fin da subito con queste sfide.

l’esperienza di clevertech come sostenitore di enactus.

Clevertech è un’azienda di automazione industriale nata negli anni 80 come impresa familiare e cresciuta esponenzialmente negli ultimi vent’anni grazie alla spinta nell’innovazione e all’introduzione di nuove tecnologie.

Enrico Reggiani, CFO dell’azienda, racconta il percorso che l’ha portato a sostenere Enactus: “Educazione e formazione sono due elementi importantissimi, purtroppo in Italia troppo poco valorizzati. Ho deciso di aderire quando il nostro Paese non era ancora rappresentato con un proprio team all’Enactus Work Cup,  perché credo fermamente nel valore dell’educazione e dell’incontro tra persone appartenenti a mondi diversi. Inoltre, un altro aspetto che mi ha fatto cogliere l’importanza e il carattere innovativo  del progetto è che Enactus non mette barriere all’entrata. Ci sono atenei di ogni genere, i più prestigiosi atenei privati devono competere con le stesse armi delle università pubbliche. Questo significa offrire a tutti gli studenti di valore le stesse opportunità.”.

Enactus consente anche alle piccole e medie imprese di stabilire contatti interessanti e di sviluppare un’attrattività diversamente difficile da raggiungere. 

“Le aziende devono essere attrattive agli occhi dei candidati più talentuosi – conferma Reggiani -. Di solito, le multinazionali, sono più avvantaggiate perché hanno una strategia di talent attraction consolidata.. Una media realtà deve invece farsi notare, presentare le opportunità di sviluppo e di crescita personale e professionale per i candidati. Noi cerchiamo talenti capaci non di seguire un percorso segnato, una carriera prestabilita, ma di sposare i valori dell’azienda e di farla crescere”.

l’importanza dei concorsi e delle competizioni.

Tra gli elementi distintivi del programma Enactus, Reggiani ricorda l’organizzazione dei concorsi nazionali e internazionali. “La competizione è la chiave del successo – commenta -. Avere una buona idea non significa necessariamente essere in grado di portarla a termine. Quello che fa Enactus è permettere ai giovani di sviluppare la capacità di analisi. Durante le competizioni nazionali e internazionali devi analizzare un problema e trovare la migliore soluzione, per poi esporla con capacità di sintesi e di argomentazione. Tutto ciò non è affatto scontato. Il consiglio che mi sento di dare ai ragazzi che partecipano al progetto  è di godersi pienamente il momento, cogliendo l’opportunità di mettersi in luce e di vivere in tutti i suoi aspetti questa occasione di cambiamento e di sviluppo”.

l’impatto sulle persone e sul territorio: il contributo di UniCredit.

Anche UniCredit ha scelto di sostenere Enactus. Perché “è un’organizzazione internazionale che stimola i giovani talenti nell’investire le proprie energie e potenzialità in un'azione imprenditoriale capace di generare un impatto sociale positivo nel mondo. - ci spiega il dott. Renzo Chervatin - Inoltre, rappresenta un ottimo bacino di giovani talenti con grandi potenzialità cui attingere per un inserimento nel Gruppo”.

UniCredit sostiene attivamente Enactus Italia nella formazione degli studenti e nello sviluppo dei progetti durante tutto il loro percorso, dalla National Competition fino alla Enactus World Cup.

“Supportare organizzazioni come Enactus fornendo non solo supporto finanziario, ma anche condividendo le competenze e offrendo accesso a reti di relazioni, è una strada che abbiamo deciso di percorrere per generare un impatto sociale positivo sia per le persone che per il territorio. Riteniamo che la creazione di una rete di stakeholder sia essenziale per il successo dei progetti che supportiamo. Lavoriamo per creare connessioni tra diversi attori, condividere esperienze positive e dare visibilità alle realtà meritevoli contribuendo a far   il loro impatto complessivo sul sistema economico”.

un consiglio ai ragazzi: mettetevi in gioco.

Abbiamo chiesto al dott. Renzo Chervatin di dare un consiglio ai giovani:: “Mettetevi in gioco,, uscite dalla vostra area di comfort per crescere, non abbiate paura di misurarvi con obiettivi ambiziosi, perché anche un non successo può rappresentare un ottimo trampolino di lancio!” 

Per questo i concorsi sono importanti: “Le competizioni servono a stimolare e far emergere talenti ed idee innovative. Enactus, poi, con la sua rete internazionale, permette una contaminazione di talenti che va oltre le barriere territoriali e culturali, capace di generare una nuova classe imprenditoriale sostenibile”.

 

formazione aziendale e apprendimento continuo sono elementi strategici.