ecco come scrivere una cover letter che faccia spiccare la tua candidatura

17/10/2017 17:32:52

Una cover letter ben scritta e curata in ogni minimo dettaglio può davvero fare la differenza quando invii il tuo curriculum ad un’azienda per una posizione lavorativa. La tua candidatura spontanea deve infatti spiccare tra le mille che arrivano ogni giorno sotto gli occhi dei responsabili delle Risorse Umane.

Per farlo, evita innanzitutto in modo categorico di allegare una lettera di presentazione pro forma o uno dei modelli che si trovano facilmente online; cerca invece di essere originale e sincero quanto basta per non perdere l’occasione unica di comunicare sin da subito nel modo corretto con il datore di lavoro. Grazie a poche, semplici parole scritte in una forma corretta, potresti infatti essere chiamato per fissare un colloquio.

Ecco allora per te le 5 regole d’oro da seguire per scrivere una cover letter d’effetto.

  1. Sii conciso e arriva dritto al punto senza troppi giri di parole. Non perdere tempo con introduzioni e spiegazioni troppo lunghe; al contrario, chiarisci sin dalle prime righe cosa ti differenzia dagli altri candidati, senza ripetere troppe volte informazioni che potranno essere approfondite leggendo il tuo CV. Una pagina ben scritta e senza troppi paragrafi sarà la scelta vincente per far capire la tua capacità di comunicare e la tua efficienza. Controlla che l’intestazione e tutti i nomi citati siano corretti per non fare brutte figure.

  2. Non essere troppo formale. Evita diciture come “Spett.le ditta”, privilegiando invece un tono diretto, riferendoti direttamente al selezionatore. Fai qualche ricerca su LinkedIn e sul sito aziendale per trovare il nome di chi leggerà la tua cover letter - per far capire che non hai mandato a tutte le aziende la stessa mail. Personalizza più che puoi la tua autocandidatura ed avrai una possibilità in più di arrivare al colloquio.

  3. Indica le tue competenze tenendo presente la richiesta della job description e spiega perché sei esattamente ciò che l’azienda sta cercando. Evita di scusarti per la tua mancata esperienza nel settore o per una qualifica che non hai, perché questo farebbe gettare immediatamente la tua email nel cestino. Punta, invece, a fare un elenco delle caratteristiche positive che hai e spiega nel dettaglio come potresti fare la differenza all’interno dell’azienda in termini di risultati. In alto, quindi, a seconda della posizione lavorativa per cui ti candidi, fai un piccolo elenco delle tue competenze in base al settore. Se l’azienda sta cercando un esperto informatico, ad esempio, aggiungi tutti i principali programmi che sai utilizzare.

  4. Personalizza la lettera per creare empatia. Scegliere un tono informale crea subito un punto di contatto tra chi scrive e chi legge: ricordati però che non stai parlando ad un amico, quindi scendi subito nei dettagli lavorativi. Non fare un copia-incolla delle informazioni che trovi in giro per il web, ma dedica del tempo alla stesura della tua cover letter per trasmettere la passione che metti in quello che fai, aggiungendo qualche dettaglio che ti descriva al meglio. 

  5. Concludi la lettera con una frase ad effetto personalizzata. “Cordialmente”, “In attesa di sue” o “Sperando di risentirla” sono frasi sicuramente molto educate con le quali chiudere una lettera di presentazione ma, ancora una volta, non perdere l’occasione di personalizzare le tue parole. Scrivi sinceramente cosa ti aspetti da questo scambio di email, magari aggiungendo che ti piacerebbe avere la possibilità di continuare questa conversazione dal vivo durante un colloquio. Lascia nel selezionatore la curiosità di conoscerti ed approfondire qualche aspetto di te: solo così si ricorderanno davvero della tua candidatura.
categorie Trovare Lavoro