lo showroom nella moda e i suoi significati: dallo show all’acquisto.

09/03/2017 10:28:08

Qual è il significato della parola showroom? Non esiste una vera e propria definizione: si tratta di uno spazio espositivo, dove lo stylist esibisce e mette a disposizione del cliente la propria collezione e, quindi, si utilizza questo termine soprattutto nel settore moda.

Qual è il cliente? Il privato e anche il compratore che acquistano più capi della collezione per poi rivenderli a propria volta.

Lo scopo dello showroom è quello di presentare, far conoscere e vendere alla clientela, avvalendosi dell’ambiente e dell’esperienza immersiva che lo showroom offre. Lo stilista ha l’occasione di differenziarsi ed emergere rispetto ai brand che il panorama della moda presenta sia a livello nazionale che internazionale.

Il cuore pulsante dello showroom di moda è dato dalla collezione presentata durante la sfilata: lo show in passerella, l’occasione più attesa dagli stilisti per lanciare in anteprima assoluta la propria creatività. Elettrizzare e stupire il pubblico con la ricerca di nuovi tessuti, colori e forme sono le due parole chiave per interpretare il mondo della moda.

Chi lavora nello showroom?

Lo Show approda, successivamente, in showroom e proprio in questa location la showroom manager ha il compito di organizzare l’attività a 360° delle figure professionali che lavorano nel wholesale della moda: vestieriste, modelle, venditrici e order entry.

La vestiarista ha il compito di sistemare il capo che verrà indossato dalla modella: creare l’outfit giusto e saper comporre gli elementi in armonia è un’abilità indispensabile per questa professione, in modo che il cliente possa valutare i capi scelti dopo la prima visione del lookbook. Il cliente deve sentirsi coccolato e gli si deve dedicare tempo e impegno, proprio perché ha fissato un appuntamento riservato.

La venditrice è la figura che ha la fortuna di poter raccontare e vivere in prima persona l’emozione del cliente: dal lookbook della moda al capo indossato dalla modella al momento della scelta/acquisto. Ha un rapporto diretto con la clientela, deve avere la capacità di ascoltare e di soddisfare a 360° le esigenze e le richieste del cliente. L’appuntamento viene gestito in autonomia e si conclude sempre con la conferma di ordini circa i capi presenti all’interno della collezione.

L’ordine entry/back office è la figura che chiude il processo di vendita e acquisto, con l’inserimento di ordini, relativi ai capi, inseriti in base a codici, colori e descrizioni di prodotto.

Gran parte del successo dell’eccellenza e del luxury nella moda è dato proprio da questo “brulicare” di professioni dedicate allo showroom e a tutte le fasi del processo di acquisto, che sono sempre più ricercate e specializzate. Supportate anche dalla diffusione del digitale, che ha aperto nuove frontiere del business al mondo della moda.