cos'è l'elevator pitch e quali sono i consigli per farlo al meglio.

01/08/2018 17:40:04

L’elevator pitch è la presentazione di una nuova idea di business a una platea di possibili investitori. È breve (la durata massima è di 10 minuti), ha l’obiettivo di catturare l’attenzione degli interlocutori e lo deve fare nel tempo di una corsa in ascensore. Da qui il termine “elevator”. Andare dritti al punto, essere convincenti, sintetici e precisi: sono questi gli elementi che la startup innovativa - o un giovane imprenditore - deve tenere a mente durante il pitch. Se non lo fa, il rischio è di non coinvolgere chi ascolta. E chi ascolta ha un grande potere, quello di finanziare il progetto.  

È per questo motivo che bisogna gestire il poco tempo a disposizione in maniera efficace.  La società italiana di business angel (IBAN), ha pubblicato sul suo sito una guida dove svela i segreti per realizzare al meglio un elevator pitch. Eccoli. 

Segui la regola del 10/10/30

Poco tempo, quindi, per far conoscere a investitori, clienti, business angel un’idea imprenditoriale. Alla fine del discorso bisogna spingere gli interlocutori a fare domande, a chiedere approfondimenti: l’interesse si misura in questo modo. Il primo suggerimento è quello di seguire la regola del 10/10/30. Un discorso di 10 minuti, a supporto di una presentazione in PowerPoint di 10 slide e il carattere usato deve essere di almeno 30 punti. 

La prima parte è dedicata all’idea
Hai impostato la tua presentazione, ora devi scrivere il contenuto. La prima parte dell’elevator pitch dovrà contenere la descrizione dell’idea. In una fase iniziale, gli investitori sono interessati a conoscere gli aspetti qualitativi del progetto, non dilungarti troppo in aspetti tecnici, avrai tempo per farlo in seguito. Punta, invece, sui dettagli pratici, sulle opportunità di profitto, sulle esigenze soddisfatte. 

Il background del progetto

La seconda parte del pitch dovrà contenere il contesto all’interno del quale il progetto è nato. Importante la presentazione di tutti i professionisti coinvolti, del loro background e delle loro competenze. In questa sezione è bene inserire anche tutti i risultati che l’idea ha raggiunto nel tempo: assegni di ricerca, collaborazioni con università e istituti, finanziamenti pubblici, premi ricevuti, contest vinti. 

Il business model 

Raccontata l’idea e descritto il team di lavoro, arriva il momento di esporre il modello di business. Dal vantaggio competitivo che il progetto fornisce ai destinatari, ai competitor, al mercato di riferimento: questa parte dell’elevator pitch dovrà essere formata da grafici, tabelle e analisi che spieghino al meglio quali sono gli elementi che rendono l’idea sostenibile. “Perché il mio progetto è migliore degli altri, cosa ha in più?” È questa la domanda che deve guidare il tuo lavoro in questa sezione.  

Le prospettive future 

Qual è la strategia che la società intende mettere in atto per raggiungere i risultati? Quali sono i tassi crescita? La penultima sezione del pitch dovrà contenere la SWOT Analysis, ovvero la pianificazione strategica dell’attività, facendo un calcolo dei punti di forza e di debolezza del progetto, incrociati con le opportunità e le minacce. In questa parte dovrà essere specificata la misura dell’intervento richiesto al business angel.

Le proiezioni economico-finanziarie

Siamo arrivati all’ultima parte del pitch: il financing. Qui dovranno essere riassunti tutti i dati finanziari, con una previsione della profittabilità del progetto. Si tratta di un’ipotesi  economico-finanziaria che si prevede di raggiungere in un arco temporale che va dai 3 ai 5 anni. In questa sezione, inoltre, dovranno essere riassunti i finanziamenti di cui il progetto ha bisogno per partire e se già si collabora con qualche investitore, specificando timing e ripartizione di fondi. In chiusura, sarà bene che si riassumano le motivazioni per le quali un business angel dovrebbe credere nel progetto e finanziarlo.  

Concludendo, l’idea di business deve essere presentata con decisione, in maniera diretta e sintetica. L’elevator pitch deve incuriosire l’investitore e contenere tutte le informazioni di cui ha bisogno per farsi un’idea chiara del progetto sul quale scommetterà.

categorie Fare Carriera