dietro ad ogni lavoro c'è tantissimo lavoro.

Abbiamo voluto raccontarvi cosa significa per noi l'incontro tra umanità e tecnologia, ed è proprio così che questo video, anche nella sua stessa realizzazione, coniuga al meglio innovazione e artigianalità.


guarda il video di making of

oltre 7 metri e mezzo di scenografia costruita a mano

Tutti i macchinari che appaiono durante il video sono stati realizzati interamente a mano con legno, chiodi, colla e vernice.

La componente tecnica è molto importante infatti i macchinari sono tutti meccanizzati con Arduino. 

leggi l'intervista allo studio

#6 macchine, una sola storia

Per realizzare l'intero percorso sono stati costruiti sei diversi macchinari, ognuno dei quali protagonista di una fase del racconto.

Si tratta di modelli a grandezza reale pensati per essere in scala con i device presenti sul set, che vengono attivati grazie ad una app studiata appositamente.

Ogni singolo, dà vita al tutto.

È stato un lavoro basato principalmente sulla scenografia dove registra e scenografo si sono sovrapposti in maniera naturale in un'unica persona. La vera sfida è stata riuscire a trasporre in maniera tridimensionale una grafica bidimensionale. Ma è stato uno stimolo ad andare oltre. Si è trattato di un progetto realmente vicino alle nostre corde e in qualche maniera ci rappresenta per come siamo.

Francesco De Meo - regista

Abbiamo cercato di raccontare la filosofia di Randstad nel mondo più semplice e spettacolare. Randstad è come la nostra pallina che procede verso un futuro post-digitale spinta e sostenuta da una successione di simboli tecnologici. Il suo vero obiettivo però, quello che davvero la pallina fa' alla fine del suo percorso è attivare una connessione reale, quella umana.

Mario Esposito - Associate Creative Director, Grey
guarda il video human forward