trattamento speciale di disoccupazione per lavoratori edili: condizioni e requisiti d'accesso

16/05/2016 16:03:23

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nella recente circolare n.16 del 20 Aprile 2016 ha reso chiari i requisiti che devono essere soddisfatti o perfezionati entro il 31 dicembre 2016 per poter avere ancora la possibilità di accedere al trattamento speciale di disoccupazione previsto dall’articolo 11 della legge n. 223/91 che sarà abrogato a partire dal 1 Gennaio 2017. Tale trattamento speciale è riservato ai lavoratori edili in aree con un grave stato occupazionale accertato. 

Analizziamo in dettaglio di cosa tratta tale articolo e qual è il suo ambito di applicazione specificato dalla circolare in questione. 

Che cosa dispone l’articolo 11 della legge n. 223/91:

Nelle aree in cui sia accertato dal Ministero del Lavoro uno stato di grave crisi occupazionale, ai lavoratori edili che siano stati impegnati nel completamento di impianti industriali o grandi opere pubbliche per un periodo di lavoro non inferiore ai 18 mesi, e che siano stati licenziati quando l’avanzamento dei lavori aveva raggiunto almeno il 70%, viene riconosciuto dallo stato un trattamento speciale di disoccupazione. La misura di tale trattamento è prevista dall’articolo 7 della stessa legge ed è stabilita per un periodo di tempo non superiore ai 18 mesi elevabile a 27 mesi in aree particolari (elencate nel Testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 6 marzo 1978, n. 218).

Termini e condizioni di applicazione:

  • Il numero di lavoratori edili licenziati non deve essere inferiori alle 40 unità nelle aree elencate dal suddetto Testo Unico e in tutte le circoscrizioni che presentino un rapporto tra iscritti alle liste di collocamento e la popolazione residente in età di lavoro superiore alla media nazionale; questo numero, tuttavia può essere ridotto fino a 30 unità qualora il rapporto sia superiore al 30% della media nazionale.
  • Nelle altre aree, il numero dei lavoratori licenziati non può essere inferiore a 80 unità.
  • Il numero totale dei licenziamenti deve essere compreso in un periodo di massimo sei mesi dalla data del primo licenziamento (anche se la tutela si estende poi ai lavoratori licenziati nei sei mesi successivi se impegnati nelle stesse opere). 

Tali condizioni sono da considerarsi valide se perfezionate entro e non oltre il 31 Dicembre 2016. Dal 1° Gennaio 2017, infatti, l’articolo 11 della legge n. 223/91 sarà abrogato. Entro la stessa data dovrà anche essere considerata conclusa la procedura sindacale volta all’accertamento dello stato di grave crisi occupazione dell’area presa in considerazione. 

categorie Norme e Diritti