recupero crediti: do's and don'ts delle aziende di successo.

29/03/2016 09:44:43

Il recupero dei crediti è, da sempre, una questione molto delicata per le aziende. E forse oggi è diventata più delicata che mai. La crisi economica e la scarsità di denaro in circolazione sul mercato hanno infatti aumentato di molto il numero dei clienti insolventi, e tale processo ha finito per esasperare alcune delle tradizionali pratiche di recupero crediti da parte delle imprese. 

Il recupero crediti aggressivo, tuttavia, principale conseguenza di questa situazione, rischia spesso di risolversi in azioni controproducenti per le aziende stesse, ed è sempre sconsigliabile.

La legge infatti stabilisce chiaramente i limiti entro i quali l'attività di recupero crediti può esercitarsi, e oltrepassare tali limiti è molto rischioso, in quanto c'è la possibilità di incorrere in pesanti sanzioni legali.

Per rispondere alle nuove sfide che la situazione economica ci pone davanti, piuttosto, è necessario essere creativi, preparati, e saper sfruttare tutta la gamma di possibilità a nostra disposizione.

Vediamo dunque alcune regole di buona condotta alle quali ogni azienda impegnata in un recupero crediti dovrebbe attenersi per avere successo:

  • Contattare il cliente debitore alle prime difficoltà 

Nel campo del recupero crediti spesso la perdita di tempo si trasforma in una perdita di denaro. Per questo motivo è sempre un'ottima idea quella di contattare i propri clienti non appena iniziano a verificarsi le prime irregolarità nei pagamenti. In tal modo avremo un’ampia scelta di opzioni per gestire il problema con tranquillità prima che interessi e more aumentino, in quanto si tratterà di  cifre ancora relativamente piccole. 

  • Sviluppare e mantenere una relazione con il cliente 

Agendo tempestivamente e cercando la via della negoziazione svilupperemo una relazione costruttiva con i nostri clienti ed eviteremo problemi e perdite maggiori per il futuro.

  • Valutare la possibilità di utilizzare degli operatori specializzati 

Gli approcci tradizionali al recupero crediti oggi non sono più efficienti come una volta. Per avere successo sono necessari creatività, impegno e massima efficienza. Il recupero dei crediti è un lavoro difficile, vale la pena in alcune situazioni rivolgersi a degli agenti specializzati in grado di occuparsi dei casi più complessi. 

  • Non sollecitare con una frequenza eccessiva 

Sarà bene assicurarsi che il vostro addetto al recupero del credito eviti una frequenza di telefonate di sollecito superiore alle reali necessità di comunicazione: un'insistenza eccessiva non porterà a nulla di buono e vi farà guadagnare una pessima fama. Evitate anche telefonate in orari irragionevoli, e qualsiasi tipo di ingiunzione o minaccia, che potrebbe ritorcersi contro di voi in sede legale.

  • Non inviare mai degli esattori aziendali

È assolutamente controproducente inviare delle persone fisiche da voi incaricate alla riscossione dei debiti. Questa pratica infatti è inevitabilmente percepita come molto invasiva e difficilmente otterrà dei buoni risultati. Inoltre, non essendo i vostri esattori dotati di alcuna autorità pubblica, la società debitrice avrà tutto il diritto di rifiutare la visita senza dare spiegazioni.

  • Valutare l'azione legale solo dopo un'indagine sul debitore

Prima di intraprendere una azione legale, è assolutamente essenziale eseguire una attenta valutazione sulla base di un principio di utilità. In altre parole, sarà opportuno intraprendere un’azione giudiziale di recupero solo nel caso vi siano concrete possibilità che questa possa risolversi nel pagamento del vostro credito.

Ciò può essere appurato effettuando una indagine completa sulla solvibilità del debitore, in modo da verificare la presenza di beni pignorabili sufficienti ad ottenere il soddisfacimento della cifra che vi spetta.

Bisogna sempre ricordare che non vi è alcun beneficio nell’intraprendere un’azione legale di recupero crediti contro un debitore privo di beni pignorabili. In tal caso infatti non sarà comunque possibile recuperare il proprio credito, e si perderanno solamente altri soldi nell'azione legale.

categorie Norme e Diritti