la garanzia giovani in piemonte

03/04/2015 10:55:58

Gli obiettivi

Il processo realizzato in regione Piemonte nell’ambito del Programma Europeo "Garanzia Giovani", per espressa affermazione della stessa Regione, persegue i seguenti obiettivi:

  • Facilitare l’accesso alle opportunità di lavoro e ridurre la disoccupazione
  • Attuare il raccordo tra le varie politiche regionali rivolte all’inserimento lavorativo dei giovani
  • Attuare un sistema di politiche “preventiva”, ossia dedicato ai giovani in uscita dai percorsi d’istruzione e formazione professionale
  • Migliorare l’efficienza generale del sistema dei servizi per garantire una offerta di qualità ai giovani

Come “funziona” ed i vantaggi

Attraverso il sistema messo a punto in tale Regione si opera un vero e proprio match che vede coinvolti gli operatori (come le Agenzie per il lavoro) aderenti al Programma e i candidati* in cerca di opportunità.

In particolare, mediante un processo basato su un’associazione alla “vacancy” (opportunità lavorativa o di tirocinio) legata alle competenze ricercate, è possibile svolgere iniziative di orientamento che vedono coinvolti fino a 5 candidati.

Inoltre, in caso di attivazione di un tirocinio, di durata pari o superiore ai 3 mesi, è corrisposta un’indennità di partecipazione ai giovani per un valore di 500 euro mensili a fronte di un orario full time di 40 ore/settimanali, che verrà erogato sulla base dell’effettiva frequenza del tirocinante, mentre rimane a carico dell’azienda ospitante la restante parte dell’importo dovuto ai sensi della disciplina regionale. 

--
*deve trattarsi di giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni, disoccupati/inoccupati, soggetti non iscritti a un regolare corso di studi (secondari superiori o universitari) o di formazione, finanziata con risorse pubbliche o riconosciuta.

Immagine: credits Incase

categorie Norme e Diritti