rimani aggiornato.

iscriviti alla newsletter

Silvia Candiani è la nuova amministratrice delegata di Microsoft Italia, già membro anche del Consiglio di Amministrazione di Cofide, Gruppo De Benedetti Spa. Dopo tre anni di esperienza maturata alla guida della divisione Consumer e Channel per l’area dell’Europa Centrale e dell’Est ed ex Direttore marketing & Operations, precedentemente Direttore Divisione Consumer & Online, Candiani succede, dopo quattro anni e mezzo, a Carlo Purassanta, che da settembre 2017 ricopre la carica di Area Vice Presidente di Microsoft Francia.

Silvia Candiani si è laureata in Economia all’Università Bocconi di Milano, ha conseguito un master in Business Administration presso l’Insead di Fontainebleau, è sposata e ha due figli. Per molti anni in Vodafone, McKinsey e San Paolo Imi, il nuovo CEO si è detto felice di tornare in Italia alla guida della squadra di Microsoft Italia, perché “insieme ai nostri partner potremo accelerare il percorso di digitalizzazione del nostro Paese per affrontare scenari competitivi che puntano sempre più all’innovazione come leva di crescita”.

Il nuovo CEO di Microsoft Italia si è sempre contraddistinto negli anni per il costante impegno nel sostenere la leadership femminile nel mondo dell’imprenditoria anche con la creazione di associazioni di imprese come ValoreD, con la quale mira a promuovere il talento delle donne, visto come valore aggiunto per la crescita delle aziende italiane. ValoreD ha presentato di recente a Roma il Manifesto per l’occupazione femminile, attraverso il quale diverse aziende presenti sul territorio nazionale si sono impegnate ad abbattere le barriere per l’ingresso e la carriera delle donne.

“Sono arrivata a questo incarico dopo tre anni – ha affermato con orgoglio Silvia Candiani, rappresentante di questo Manifesto – con responsabilità su decine di Paesi in Europa centrale e dell’Est. Ho vissuto viaggiando ma, grazie alla flessibilità, quando non ero su un aereo ho lavorato anche da casa, a Milano, facendo convivere opportunità di carriera e famiglia. Con Microsoft c’è l’impegno di ispirare le ragazze allo studio delle materie scientifiche, perché aprono davvero un mondo infinito di possibilità”.

Un progetto concreto per sviluppare l’imprenditorialità femminile trova terreno fertile con la nascita di growLTup, piattaforma di open innovation creata in partnership con Cariplo Factory, che vanta un fondo da 100 milioni di euro da investire nelle startup italiane per sostenere le future storie di successo.

“Non mi sono mancate le opportunità – ha detto il CEO di Microsoft a Repubblica – ma spesso a una donna si chiedono più prove di meritare un ruolo. C’è più propensione a scommettere sugli uomini”. Microsoft ha invece puntato tutto sul nuovo CEO al femminile per portare avanti diversi progetti che coinvolgono soprattutto i giovani con lo scopo di affinare le competenze STEM - Science, Technology, Engineering e Mathematic – per le quali esistono maggiori opportunità lavorative e di sviluppo personale.

Per Candiani, in Italia gli obiettivi di Microsoft Italia sono principalmente tre: seguire la trasformazione digitale dei clienti; sviluppare ancora di più la rete dei partner che oggi conta 10.000 realtà sul territorio nazionale; intervenire nel settore pubblico per digitalizzare l’Italia a partire dalle scuole.

Coerentemente con questo discorso, a febbraio 2017 è stata inaugurata a Milano la Microsoft House, dove appassionati, professionisti aziendali, studenti e tantissimi curiosi hanno potuto scoprire tutte le novità firmate Microsoft, dai nuovi Surface alla console Xbox. I numeri parlano chiaro: a Milano in soli sei mesi sono accorse oltre 53.000 persone che hanno toccato con mano cosa vuol dire “fare tecnologia” in un mondo sempre più digitale.