smau 2016: assintel presenta il report sul mercato ict

08/10/2016 10:09:30

SMAU 2016: tutti i dati di Assintel sul mercato ICT!

Si è da poco concluso a Milano Smau 2016, l’evento di riferimento nei settori innovazione e digitale che anche quest’anno - come ogni anno da oltre 50 anni - ha riunito dal 25 al 27 ottobre centinaia di imprenditori e manager di aziende e pubbliche amministrazioni, per fornire loro una ricca panoramica delle opportunità di business offerte dalle nuove tecnologie, dall’Information Technology, dal mondo digital e dalle start up già attive nel settore con i progetti più innovativi e promettenti.

Know-how, idee, aggiornamenti, occasioni di networking e individuazione di partner strategici: sono queste tutte le preziose opportunità offerte da Smau Milano 2016, che ha anche visto l’inaugurazione di una dimensione, Smau ICT, dedicata proprio al settore dell’Information & Communication Technology. Una tre giorni, quella di Smau ICT, che si è rivelata un “evento nell’evento” ricco di workshop e laboratori pratici organizzati con l’obiettivo di fornire a vendor, distributori, operatori e società di consulenza le competenze tecniche necessarie in campi quali Cloud Computing, Information Security, IoT, Big Data, Cybercrime, Business Continuity e molto altro.

Smau ICT e Assintel

È esattamente durante uno dei workshop di Smau ICT che Assintel - l’associazione nazionale delle imprese ICT di Confcommercio di cui Randstad è socia - ha presentato gli interessanti dati relativi al mercato ICT in Italia raccolti nel corso della sua ultima indagine realizzata in collaborazione con CFMT, l’Assintel Report. Comprendere le dinamiche e le potenzialità della Digital Transformation e i trend della domanda all’interno del mercato ICT è fondamentale sia per chi fa dell’IT il proprio business, sia per chi ne è fruitore: dare una visione a 360 gradi di questa realtà, che ne faciliti la lettura in chiave business oriented, è l’obiettivo del Report, che da quest’anno si fa esso stesso digitale e diventa “Assintel Report +”. I dati dell’indagine Assintel, infatti, sono pubblicati su una piattaforma digitale permanente che consente una navigazione personalizzata - progetto patrocinato dall’Agenzia per l’Italia Digitale e realizzato da NEXTVALUE.

Assintel Report +: il mercato ICT torna a crescere grazie al digitale

Il quadro del mercato ICT delineato dal Report di Assintel è ottimistico. Grazie agli investimenti nel digitale, la crisi è definitivamente superata: la ripresa già avviata nel 2015 si consolida, attestandosi nel 2016 su una crescita del +3,1%, per un valore complessivo del mercato di oltre 25 miliardi di euro. I cosiddetti “Digital Enabler” svolgono un ruolo chiave nella trasformazione dei processi aziendali ed è proprio la loro crescita del +16% rispetto al 2015 a trainare quella del mercato ICT nel suo complesso. I comparti più rilevanti sono quelli del Software e dei Servizi IT come il Digital Marketing (+31,2%), l’Internet of Things (+22%) e i Big Data (+16,2%), Business Intelligence (+13,6%) e Cloud Computing (+19,5%).
L’Hardware nel suo complesso, invece, resta leggermente negativo (-0,5%).

Per quanto riguarda i settori del mercato più attivi, se si escludono gli Enti Locali (-2,1%), quasi tutti tornano ad investire: Industria (+3,7%), Assicurazioni (+4,9%) e Banche (+3,6%), TLC (+3,4%), Trasporti e Logistica (+4,8%), le Utility (+4,9%), PA Centrale (+2,3%) e Sanità (+1,9%). Da evidenziare è, poi, la ripresa del comparto Commercio/Distribuzione/Servizi (+2,6%) e, parallelamente, quella dell’eCommerce B2C (+17,2%). Questo settore, in particolare, vale oltre 19 miliardi di euro ed è alimentato dal Turismo, dalla crescita esponenziale del Food (+102,5%) e di Moda e abbigliamento (+44,9%). Incremento, questo, che trova riscontro anche nella ripresa del settore Consumer (+1,4%).

Quanto agli investimenti in ICT da parte delle aziende della domanda, dalle interviste effettuate da Assintel a 1.000 Responsabili IT di imprese grandi, medie e piccole emerge che nel 2016 la spesa per nuovi progetti è aumentata nel 49% dei casi.
Cosa si prevede nel 2017? Sono sempre meno le aziende disposte a diminuire il budget destinato all’innovazione (24% degli intervistati), mentre aumentano quelle decise ad allocare un budget più consistente (34%). Se però, infine, il 14% delle imprese dichiara di investire più del 3% in ICT, il 30% investe ancora meno dell’1%.

categorie News Aziende , eventi