Docenti italiani ed internazionali formeranno, nelle sedi delle quattro università emiliane di Bologna, Parma, Ferrara e Modena-Reggio, gli ingegneri d’eccellenza di domani grazie alla nascita della Laurea in Formula Uno. La “Motorvehicle University of Emilia Romagna” – MUNER – è stata infatti istituita nella Regione d’Italia che è l’emblema di questo settore, culla di leggendarie case automobilistiche e patria di tanti celebri ed indimenticabili piloti.

Soddisfazione ed entusiasmo sono stati espressi anche dal Rettore Francesco Ubertini che ha svelato senza mezzi termini le ambizioni che si nascondo dietro quest’iniziativa. “Vogliamo attrarre i migliori professori e studenti del mondo – ha detto il Rettore bolognese – poiché la nostra Motor Valley è assolutamente paragonabile alla Silicon Valley americana per innovazione e tecnologia: è infatti bastato unire i puntini perché si delineasse un disegno dirompente”. 

A partire da settembre saranno 150 gli ingegneri provenienti da tutto il mondo che potranno iscriversi ad uno dei due indirizzi specialistici attivati in “Advanced Automotive Engineering” ed “Electronic Engineering”. I Corsi di Laurea Magistrale saranno tenuti in inglese e tra i sostenitori figurano marchi come Ferrari, Ducati, Lamborghini, Dallara, Haas, Toro Rosso, Maserati e Magneti Marelli. 

I giovani in possesso di una Laurea Triennale potranno a breve essere selezionati dall’ateneo emiliano e realizzare così il sogno di progettare auto di alta gamma e da gara insieme a sistemi di propulsione sostenibile ed altre sofisticate funzionalità legate al mondo della F1, potendo contare sul prezioso appoggio di almeno tre scuderie che saranno coinvolte nel percorso formativo. Durante il biennio saranno infatti affiancati ai momenti teorici anche dei tirocini pratici da svolgere dentro le aziende del territorio che operano nel campo dei motori ed i più meritevoli potranno anche sperare in un’assunzione, vista la continua espansione del settore. 

Claudio Domenicali, storico ingegnere bolognese da sempre impegnato nella promozione della cultura propria della Motor Valley e Amministratore Delegato di Ducati, è tra i promotori dell’Università dei Motori. Durante la presentazione dell’iniziativa l’amministratore delegato di  Ducati ha sottolineato quanto sia importante avvicinare i giovani allo studio delle materie tecniche legate a queste sofisticate progettazioni poiché l’Italia vanta una lunga tradizione che è invidiata da altri Paesi. 

Andrea Pontremoli, CEO di Dallara e responsabile di Haas – scuderia di F1 californiana – ha posto invece l’accento su quanto sia importante collaborare tra imprese e sistemi territoriali legati allo stesso settore per superare insieme anche la concorrenza del distretto inglese e non solo.

Per avere informazioni sul progetto, fortemente voluto dalla Regione Emilia-Romagna, si può consultare il sito web www.motorvehicleuniversity.com dove sarà possibile trovare tutte le informazioni legate ai due Corsi di Laurea Magistrali.

Dal 2012 è attivo anche il Master specialistico in Ingegneria della Moto da Corsa, con sede a Bologna, che vanta il patrocinio di Federazione Motociclista Italiana, Confindustria ANCMA e Fondazione Marco Simoncelli. Per ricevere informazioni sul Master si può visitare la pagina www.professionaldatagest.it o inviare una mail ad info@professionaldatagest.it.